Mamma dimentica neonato di 7 mesi al freddo, bimbo muore congelato

Un neonato di sette mesi è morto per ipotermia dopo essere stato dimenticato al freddo per 5 ore con una temperatura esterna di - 20 gradi

Un neonato di 7 mesi è morto congelato dopo esser stato dimenticato nel passeggino sul balcone di casa con una temperatura esterna di -20 gradi. Si indaga per omicidio colposo.

Una tragedia che giunge dalla lontana Russia. I fatti risalgono a domenica 6 gennaio, nella regione orientale di Khavarovsk. Stando a quanto si apprende dal Daily Mail, la madre del piccolo, una donna di 40 anni, avrebbe confessato di aver lasciato suo figlio nel carrozzino in terrazza e di essersi ricordata dove si trovasse soltanto 5 ore dopo. Troppo tardi per sperare di trovarlo ancora vivo. Il piccolo è morto per assideramento.

I media russi hanno riferito che la causa del decesso è riconducibile alla lunga espozione del neonato al freddo rigido – ci sarebbero stati al -20 gradi di temperatura – condizione che gli avrebbe causato una grave ipotermia. Nonostante l'arrivo imminente dei soccorsi e gli svariati tentativi di rianimazione, il bambino non avrebbe mai mostrato alcun segnale di ripresa. Inutile il trasporto in ospedale. Le autorità locali intervenute sulla scena del crimine stanno disaminando l'esatta dinamica della vicenda e provando a ricostruire le ore precedenti alle morte. Intanto, è stata avviata un'indagine per omicidio nei confronti dei genitori, sotto accusa per quanto è accaduto.

Secondo quanto riferisce la BBC, un portavoce del ministero della salute russo avrebbe riferito che si registrano con frequenza crescente casi in cui i bambini sono “vittima della negligenza dei genitori che ignorano le misure di base per la sicurezza dei propri figli”. Il picco di episodi analoghi, è stato segnalato durante il periodo natalizio con un numero di ferimenti – più o meno gravi – tale da far scattare l'allerta. Per questo motivo, le autorità avrebbero provveduto a diramare mediante I social network, una serie di raccomandazioni rivolte ai familiari e tutori dei più piccoli invitando ad una maggiore cautela. “Assicurati sempre di sapere con chi è il bambino – scrive il ministero in un post su Instagram – e accertati che non trascorra molto tempo al freddo. Le basse temperature possono rivelarsi fatali e mietere molte vittime”.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Fjr

Mer, 08/01/2020 - 10:37

Chi li dimentica in macchina e chi su un terrazzo a meno 20. ,purtroppo tutto il mondo è paese e a rimetterci sono sempre i piccoli,vodka o cellulare?

marck41269

Mer, 08/01/2020 - 12:03

ma poi se la sarà dimenticata davvero?