Mancata vendita Groenlandia, Trump cancella la visita in Danimarca

Il governo danese non vuole vendere la Groenlandia agli Stati Uniti. Trump, in risposta, ha annunciato su twitter il rinvio della sua visita in Danimarca prevista per l'inizio di settembre

Donald Trump ha cancellato dalla sua agenda la visita in Danimarca prevista all’inizio del prossimo settembre.

Il presidente americano, che nei giorni scorsi aveva detto di essere interessato ad acquistare la Groenlandia, è irritato per la risposta ricevuta da Copenaghen. Il governo danese, per bocca della premier Mette Frederisken, ha detto di non essere interessato ad alcuna offerta e di non voler cedere la propria isola agli Stati Uniti.

Con un tweet dei suoi, Trump ha creato un mezzo strappo diplomatico con il paese scandinavo. “La Danimarca – ha scritto stizzito il tycoon -è un paese molto speciale con persone incredibili, ma sulla base dei commenti del primo ministro Mette Frederisken, che non sarebbe interessata a discutere dell’acquisto della Groenlandia, rimanderò il nostro incontro in programma tra due settimane ad un’altra volta”.

Lo stupore della Danimarca

Non è finita qui, perché Trump non ha risparmiato un cinguettio rivolto direttamente alla Frederisken: “La prima ministra ci ha così permesso di risparmiare una grande quantità di denaro e sforzi, sia da parte degli Usa che per la Danimarca, essendo stata così diretta. La ringrazio per questo e non vedo l’ora di riprogrammare qualcosa in futuro”.

La Danimarca è rimasta stupita dalla reazione di Trump. La casa reale ha espresso tutta la sua sorpresa in un commento scritto inoltrato alla televisione pubblica Dr, mentre Martin Ostergaard, a capo della sinistra radicale, ha risposto così all’inquilino della Casa Bianca: “La realtà trascende la finzione, quest’uomo è imprevedibile”.

Trump avrebbe dovuto visitare ufficialmente la Danimarca in seguito all’invito della regina Margrethe II, e nel programma era previsto anche un incontro con Frederisken. In molti si aspettavano che The Donald usasse il faccia a faccia con la premier danese per discutere sulle questioni geopolitiche legate all’artico, Groenlandia compresa. Ma il tutto, adesso, è rimandato a data da destinarsi.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Walhall

Walhall

Mer, 21/08/2019 - 12:38

Hanno fatto bene. Perché mai i danesi dovrebbero cedere la Groenlandia agli Usa, quando possono dare in concessione porzioni di terre per l'estrazione delle risorse, nel caso in cui i ghiacciai si ritireranno ulteriormente? I Cinesi e i Russi certamente soffiano sul collo, ma fintanto che non ci sono blitz militari e tutti pagano a Copenaghen i diritti di sfruttamento delle aree assegnate, gli USA si accontentino di trivellare accanto ai competitors. Questo libero mercato globalizzato lo hanno fortemente voluto loro, queste sono le conseguenze.

cir

Mer, 21/08/2019 - 12:41

vendetegliela !!10mila miliardi di dollari in lingotti d' oro.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 21/08/2019 - 13:38

La Groenlandia fa parte dell'Europa e come minimo l'integrità territoriale dell'Unione dovrebbe essere discussa approvata dagli Stati membri, Italia e Grecia comprese.

Ritratto di Fabious76

Fabious76

Mer, 21/08/2019 - 15:35

Un altro fenomeno che pensa di giocare a Risiko!

Ritratto di Jimmie01

Jimmie01

Mer, 21/08/2019 - 16:02

Gianfranco Porelli. Gruneland non fa parte politicamente della EU: e' stato il primo caso di " exit "; non fa parte geograficamente della Europe: prendi una mappa e dai una occhiata. E' certo che l'isola e' legata alla Europa tramite la Denmark. Nel merito dico che President Trump, per cui mi sono costretto a votare, farebbe bene ad evitare offerte di acquisto come l'ultimo dei mercanti alla borsa merci.

newman

Mer, 21/08/2019 - 16:42

Ognuno fá i propri interessi. Sono certo che la Danimarca, paese della NATO, sará contenta della protezione che gli Stati Uniti le offrono rispetto a Russia e Cina. Il governo danese, d'altro canto, non ha alcun interesse a tener conto delle preoccupazioni di Washington e lo dice chiaramante, non a Washington, ma ai media danesi. Che Trump rimandasse la visita a tempi migliori non dovrebbe dovuto suscitare sorpresa; era una decisione inevitabile per una potenza che si rispetti.

cir

Mer, 21/08/2019 - 18:20

trump deve essere preso a calci in bocca , merita nessun rispetto.

lorenzovan

Mer, 21/08/2019 - 20:00

ci provera' con la sicilia? non credo..niente petrolio..niente uranio..niente terre rare..e tanti tanti disoccupati...lolololol