New York mette al bando le sigarette elettroniche

È il secondo Stato degli Usa a prendere questa decisione. La scelta è stata presa alla luce delle morti dovute allo svapo

Anche New York ha messo al bando le sigarette elettroniche aromatizzate. È il secondo Paese degli Stati Uniti, dopo il Michigan, a vietare la vendita delle sigarette elettriniche, sotto i riflettori per le recenti morti legati allo svapo.

Sarebbero almeno 7 i decessi avvenuti negli Stati Uniti legati all'uso di sigarette elettroniche: secondo le autorità sanitarie, molte persone sarebbero morte per problemi polmonari verificatisi dopo il loro uso. Inoltre, gli individui che hanno riscontrato difficoltà respiratorie sarebbro raddoppiate, raggiungendo quota 450. Le autorità non avevano reso note nè le marche nè le sostanze fumate dalle vittime, ma hanno reso noto che tutte avevano fatto uso di prodotti contenenti Thc, il principio attivo della cannabis.

Ora, dopo il Michigan, anche New York mette al bando le sigarette elettroniche, che non potranno più essere vendute: entro due settimane dovranno essere rimosse dagli scaffali. Le uniche a salvarsi dovrebbero essere quelle aromatizzate al tabacco e al mentolo. Secondo i dati del Dipartimento sanitrio statale, riportati da Repubblica, circa il 40% degli studenti dell'ultimo anno delle scuole superiori fa uso delle e-cig. Dal 2014, inoltre, il loro utilizzo è aumentato dal 10,5 al 27,4%.

La decisione per New York è stata presa dal Consiglio per la salute pubblica, su proposta del governatore dem Andrew Cuomo.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Flex

Flex

Mer, 18/09/2019 - 15:33

Non dovevano nemmeno produrle.

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 18/09/2019 - 15:54

Solita demagogia spinta dalle lobbies del tabacco. La sigaretta elettronica c'entra come il cavolo a merenda. Tutto dipende dal liquido che si usa e si svapa.Se vengono acquistati liquidi non certificati,dal mercato nero e addirittura contenenti i principi della cannabis,lo si fa a proprio rischio e pericolo. Ma naturalmente gli interessi delle lobbies sono prioritari rispetto alla verità.

fj

Gio, 19/09/2019 - 10:11

Gli USA sono sempre stati un mercato selvaggio. Così i colossi del tabacco ne approfittano per farti ritornare a fumare. Infatti combinazione sono stati vietati gli aromi che fanno concorrenza al tabacco. L'aroma al tabacco invece può continuare a essere svapato, quello non fa concorrenza. Uno preferisce la sigaretta vera.