Incubo Covid da badanti e colf: così il virus arriva dalla Romania

Il ministro della Sanità rumeno aveva denunciato l'abbandono degli ospedali da parte di centinaia di persone risultate positive al Covid-19. La colpa è di un vuoto normativo, che rischia di portare conseguenze anche in Italia, dove sono diverse le colf e le badanti provenienti dalla Romania

I casi di Covid-19 tornano ad aumentare, ma i malati vengono dimessi senza controlli e il premier non intende imporre il lockdown. Per questo, ora, la Romania fa paura all'Italia. Il rischio è che si verifichino contagi di ritorno nel nostro Paese, che potrebbero essere portati da colf e badanti che rientrano al lavoro dopo le ferie o dopo i mesi dell'emergenza. In Italia, infatti, c'è una vasta comunità rumena, che spesso lavora a stretto contatto con le persone più fragili della popolazione.

Qualche giorno fa, il ministro della Sanità della Romania, Nelu Tataru, ha reso noto che più di 600 persone risultate positive al Covid-19 hanno "chiesto di tornare a casa" e hanno lasciato gli ospedali. Le autorità, infatti, al momento, non hanno mezzi legislativi per costringere le persone all'isolamento, dato che una sentenza della Corte costituzionale ha sancito che il ricovero in ospedale di persone asintomatiche o con sintomi lievi e il confinamento sono misure che "violano i diritti fondamentali" e non possono essere imposti da un semplice decreto del governo.

Così, le persone possono liberamente lasciare ospedali e isolamento. E la paura è che alcuni di loro tornino in Italia, dove in molti lavorano come colf e badanti, a stretto contatto con anziani, bambini o persone disabili. "Non ci sono norme che tutelano le famiglie e questi lavoratori sono a contatto con soggetti fragili", ha spiegato al Messaggero Andrea Zini, vicepresidente di Assindatcolf, Associazione nazionale dei datori di lavoro domestico. Per il momento, colf e badanti devono solamente indossare la mascherina e, per quanto possibile, mantenere il distanziamento sociale, impresa spesso diffcile date le mansioni che svolgono solitamente. "Una famiglia però non è un'impresa - continua Zini- Fornire Dpi e rilevare la temperatura va bene ma sottoporli ai test ha un costo", di cui dovrebbe farsi carico il Ministero della Salute, "a cui abbiamo già chiesto di monitorare la situazione". "Siamo preoccupati - conclude Zini - non c'è una soluzione chiara". E il fenomeno è esteso: secondo i dati Isat e Inail, infatti, sarebbero almeno 2 milioni i lavoratori domestici, di cui circa la metà provenienti dall'Est Europa.

La nuova legge sulla quarantena e l'isolamento, approvata pochi giorni fa dal Parlamento della Romania, fa però sperare in una regolarizzazione della situazione. Secondo quanto riferito dall'ambasciatore romeno in Italia, George Bologan, la legge "offrirà alle autorità gli strumenti necessari per gestire l'epidemia di Coronavirus in maniera adeguata, coprendo il vuoto legislativo che si è verificato". Inoltre, "la maggior parte delle persone attualmente positive al Covid19 in Romania sono asintomatiche o con sintomi lievi e il sistema sanitario è pronto per offrire cure a tutti i pazienti". Nei prossimi giorni, quindi, l'emergenza potrebbe rientrare.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

agosvac

Mar, 21/07/2020 - 13:37

Se sono asintomatici, non costituiscono un vero problema perché, tuttalpiù diffonderebbero un contagio leggero. Quel che non capisco è il motivo che spinge molti italiani a prendere badanti e colf rumene invece che italiane. E dire che in Italia ce ne sarebbero molte disposte ad accettare un lavoro da badante o da colf. Non è che le paghino in nero??????? In questo caso dovrebbe intervenire la Guardia di Finanza per controllare la regolarità di tutte queste rumene.

Malacappa

Mar, 21/07/2020 - 13:51

Pure dalla romania, tutti in Italia e noi da buoni samaritani li prendiamo

ilbelga

Mar, 21/07/2020 - 14:42

agosvac: ti posso garantire che le badanti son ben pagate e sono spesso dal sindacato a far valere i loro diritti. Io ne so qualcosa perché mia madre ne ha avuta una e ho diversi amici e parenti che ne hanno una.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 21/07/2020 - 14:50

Questo virus,altri virus come questo,che l'umanità dovrà affrontare,al 90% della popolazione non fanno niente,...al 10% provocano problemi più o meno gravi,che curabili(con le attuali terapie),sono letali allo 0,5% di questo ultima fascia... Ora con "mascherine","disinfettanti","distanziamento sociale",per cercare "probabilmente" di allungare di qualche anno le "aspettative di vita" di questa "parte",sul breve periodo,ci siamo persi in tre mesi altre 30.000 Imprese(in aggiunta alle 100.000 già perse negli ultimi 15 anni),attualmente abbiamo in Italia il 39% di Imprese a rischio di CHIUSURA,con 3.500.000 persone(con dietro famiglie),a rischio di PERDERE IL LAVORO,con conseguenze inimmaginabili,sul medio e lungo periodo,abbiamo innescato danni psico-sociali inimmaginabili,e sul lungo periodo danni di sicuro indebolimento delle difese immunologiche di TUTTI,con sicuro "accorciamento delle aspettative di vita" di TUTTI...Facciamo due conti se ne valeva la pena?

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 21/07/2020 - 14:51

Faccio due conti:10(con patologie gravi...) con aspettative di vita "guadagnate" di 5 anni=50 anni vita totali....contro 100 con aspettative di vita "perse" di almeno 5 anni(non penserete certo che in queste condizioni di "indebolimento" generale,l'umanità raggiunga ancora gli stessi livelli di vita)....=500 anni vita!....Riflettete!

alberto_his

Mar, 21/07/2020 - 15:04

@Malacappa: non si tratta affatto di fare i buon samaritani, ma di avere qualcuno che si occupi di anziani e persone non autosufficienti stante lo sfascio della famiglia allargata, l'introduzione del lavoro femminile di massa e la scarsa natalità che non consentono soluzioni alternative all'interno dei nuclei famigliari stessi

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 21/07/2020 - 15:12

@agosvac 13:37...Quando sono "in regola",quando fanno "8" ore al giorno,se le fanno di notte,pagate di più,anche le "Italiane" si adattano...Il problema è che o sono in nero,o sono "sempre in casa",per cui "danno un'occhiata",anche se non sono pagate "regolarmente" per farlo,da parte del "datore di lavoro"....Io ho una parente anziana,laddove per scelta dei familiari,è "curata" da una Cooperativa di badanti Italiane(tutte "in regola"),che fanno turni di 8 ore ciascuna,...il costo è chiaramente superiore a quello delle badanti "in regola"(per modo di dire)straniere!Con queste il "datore di lavoro" Italiano,anche in "regola",risparmia un TOT,e la badante in questione è sul gobbo del SSN....Quelle in NERO?....ancora peggio!Comunque sia sono Miliardi che escono dall'Italia tutti i mesi,perchè queste badanti straniere,se va bene,spendono per un caffè la settimana,quando sono di libera uscita....

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 21/07/2020 - 15:16

Romania(economia non distrutta) 19,2 milioni abitanti:106 decessi/milione di abitanti...ieri 12 decessi....Italia(economia distrutta) 60 milioni:580 decessi/milione di abitanti...ieri 13 decessi....Fatti,non parole!!!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 21/07/2020 - 15:30

alberto_his 15:04...il problema che in tutti questi anni,i vari "governi" con l'avvallo del 75% del "corpo elettorale,con un 25-30% di "italiani",che nemmeno si pronuncia(sono i"senza opinione" i "chissenefrega"),non hanno fatto "per non discriminare",politiche di sostegno alle famiglie,per incentivare la presenza in questo settore di manodopera "Italiana",che in modo "diretto" costa di più,INDIRETTAMENTE costa di meno,con tutti gli aspetti collaterali(disoccupazione femminile),a carico del SISTEMA!Agli "italiani" va bene così,sono stati "educati" così!!

trasparente

Mar, 21/07/2020 - 15:44

Quand'è che finisce questo incubo? Perchè prima o poi dovrà finire...

alberto_his

Mar, 21/07/2020 - 16:10

@Zagovian: ma cosa vuoi incentivare? Bisogna sempre dare l'aiutino per far lavorare gli italiani? E' semplicemente la legge di mercato, domanda/offerta, che anche voi post-comunisti potete comprendere.

jaguar

Mar, 21/07/2020 - 17:29

Va be, al massimo ci sarà un altro lockdown e l'Europa ci "regalerà" altre centinaia di miliardi.

agosvac

Mar, 21/07/2020 - 17:34

Egregio ilbelga, essere pagate in nero non significa non essere ben pagate, ma solo che il datore di lavoro risparmia sulle tasse cioè dal 20 al 30% circa. Se poi si considera il famigerato redditometro, la cosa inciderebbe anche sulle tasse da pagare allo Stato italiano per un tenore di vita alto. Se poi sono regolarmente denunciate all'INPS, non vedo perché scegliere una rumena invece di un'italiana.