Nonna cinese di 103 anni guarisce dal coronavirus

Nell'ospedale di Wuhan una donna di 103 anni è stata dimessa dall'ospedale dopo essere guarita dal coronavirus. Curata in soli sei giorni, non presentava all'arrivo altre patologie

In Cina, e soprattutto a Wuhan, epicentro del contagio del coronavirus, sono riusciti a uscire dallo stato di emergenza rallentando il diffondersi dell'epidemia. Ciò non vuol dire che si siano fermati del tutto i contagi e il numero delle vittime, ma oggi i cinesi possono guardare al futuro con maggiore speranza. In queste ultime ore giunge anche una buona notizia sulla completa guarigione di una nonna cinese di 103 anni dopo appena sei giorni di trattamenti presso l'ospedale di Wuhan. La signora, dunque, risulta essere la più anziana paziente affetta da coronavirus in Cina, due anni più grande del precedente paziente.

Secondo quanto riferito dal suo medico, Zeng Yulan, alla stampa locale, la signora Zhang Guangfen è stata curata in meno di una settimana perché non presentava molte patologie pregresse. In un video si può notare che l'ex paziente viene portata fuori dall'ospedale da un gruppo di operatori sanitari. La diagnosi le era stata fatta il 1 marzo presso l'ospedale affiliato Liyuan del Tongji Madical College di Wuhan, nella provincia di Hubei, nella Cina centrale. La donna era in condizioni critiche e al momento del ricovero riusciva a malapena a parlare con i medici.

La capo infermiera, Liao Zhenhui, ha riferito al media locale Chutian Metropolis Daily che il personale sanitario ha stabilito dei turni per dare da mangiare alla paziente e cambiarle i pannoloni. Inoltre, Liao ha affermato che la signora si è gradualmente ripresa dopo continue sessioni di assistenza e terapia nutrizionale e, inoltre, adorava ricevere complimenti dalle infermiere.

Per quanto riguarda il precedente centenario, era stato infettato dal coronavirus dopo aver compiuto 101 anni e si è ripreso dopo una settimana di ospedale. La Cina ha incoraggiato i suoi cittadini a tornare alla normalità dopo la costante diminuzione dei casi. Il presidente cinese Xi Jinping si è recato in visita a Wuhan appena ieri per la prima volta da quando la città è risultata essere l'epicentro dell'epidemia; il tutto è stato ripreso dall'emittente di stato cinese CCTV attraverso l'account ufficiale Weibo. Questo messaggio è visto come un segnale per comunicare al popolo che la pandemia è sotto controllo. A oggi, a livello globale, il coronavirus ha contagiato quasi 120.000 persone, 4.325 morti e una dozzina di paesi in lotta per contenere e debellare i focolai, tra cui Italia, Iran e Corea del Sud. Infine, si ricorda che in Italia il numero totale dei casi ha superato quota 10.000, mentre i morti salgono a oltre 600.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.