Un nuovo raid Usa in Iraq. Ucciso leader milizie filo-Iran

Un nuovo attacco nella notte ha causato la morte di uno dei comandanti delle milizie fedeli a Teheran. E la tensione sale

Gli attacchi Usa in Iraq non si fermano. Dopo il missile che ha centrato a Baghdad l'auto su cui viaggiava Soleimani, generale delle Guardie della Rivoluzione iraniane, la notte scorsa un nuovo raid firmato Washington ha messo nel mirino esponenti dei ribelli iracheni (fedeli all'Iran) in Iraq. Come riporta la tv di Stato irachena, l'attacco di questa notte ha colpito il il comandante delle Forze di Mobilitazione Popolare (Hashd Al Shaabi). L'identità del comandante non è stata rivelata ma di fatto la cosa certa è che nell'attacco ci sarebbero morti e feriti. Inoltre, secondo Press Tv, emittente iraniana, nel corso dell'attacco sarebbe stato ammazzato Shibl al Zaidi, il capo delle Brigate Imam Ali, una milizia che fa parte delle Pmu e che è totalmente allineata con le indicazioni che arrivano da Teherean.

Con lui sarebbero stati uccisi anche il fratello e le cinque guardie del corpo. Immediatamente dopo l'attacco si sono riunite sul luogo del raid alcune forze di mobilitazione sciite che come è noto sono appoggiate da Teheran. Intanto dopo il raid contro Soleimani, l'ambasciatore iraniano all'Onu Takht Ravanchi, in una lettera al segretario generale Antonio Guterres e al collega del Vietnam Dang Dinh Quy, presidente di turno del Consiglio di Sicurezza, scrive che "l'assassinio del generale Qassem Soleimani è un esempio evidente di terrorismo di Stato e, in quanto atto criminale costituisce una grave violazione dei principi di diritto internazionale, compresi quelli stipulati nella Carta delle Nazioni Unite. Comporta quindi la responsabilità internazionale degli Usa". I venti di guerra però continuano a soffiare. Di fatto le parole di Trump pronunciate davanti alla Nazione sono state durissime. Infatti il presidente degli Stati Uniti ieri ha parlato di "fine del regno del terrore" e ha mandato un messaggio chiaro all'Iran: "tava organizzando imminenti e sinistri attacchi contro diplomatici e militari americani. Lo abbiamo preso e lo abbiamo eliminato. Abbiamo agito per fermare una guerra, non per iniziarla". Infine va sottolineato che gli Stati Uniti avevano già dispiegato 750 truppe della stessa unità. Il nuovo schieramento comprenderà il resto della brigata, circa 3.000 soldati. E alcune truppe che si trovano in Italia, alla base di Vicenza, sono già state allertate per un impiego in Libano. La crisi che tiene il mondo col fiato sospeso non è affatto finita...

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

antonmessina

Sab, 04/01/2020 - 08:37

americani guerrafondai da sempre

Ritratto di scipione scalcagnato

scipione scalcagnato

Sab, 04/01/2020 - 08:39

A Trump non importa alcunchè delle conseguenze sui Paesi europei delle sue iniziative omicide. Interessa soprattuttto procedere a muso duro per raccogliere popolarità e consensi in patria, in vista delle prossime presidenziali.

MASSIMOFIRENZE63

Sab, 04/01/2020 - 08:55

Gli USA stanno facendo di tutto per provocare l'IRAN. Di certo l'IRAN non può perdere la faccia di fronte al mondo e continuare subire all'infinito, per cui prima o poi reagirà. Questo prevedibile reazione è ciò che vogliono gli USA, probabilmente per giustificare una guerra.

QuantoBasta

Sab, 04/01/2020 - 09:18

Gli Americani non sono certo come gli Italiani che aspettano sempre che i famosi buoi scappino dal recinto ! Chiara allusione ai barconi...

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Sab, 04/01/2020 - 09:27

Da molto tempo si sa che una guerra , un vera guerra nel medio oriente é necessaria. Questi stati islamici, indrottinati in una interpretazione fanatica religiosa, non comprendono che la loro violenza, salvo poi urlare al vittimismo quando li si ripaga con la stessa moneta. Se guerra deve essere, che sia, una volta per tutte. Non si puo' continuare a vivere col terrore del terrorismo. Se non lo capiscono la colpa é solo la loro.

Tobi

Sab, 04/01/2020 - 09:27

Il generale Soleimani è stato l'uomo che più di tutti ha contribuito a sconfiggere l'ISIS in Siria ed Iraq, oltre che stroncare il narcotraffico che partiva dal vicino Afganistan. Evidentemente dava troppo fastidio ai commercianti di armi e droga, e a chi ha creato l'ISIS, gli stessi che lo hanno vigliaccamente assassinato. Riposi in pace.

Jon

Sab, 04/01/2020 - 09:28

IL REGNO DEL TERRORE e' quello Americano..Grazie a loro le guerre divampano nei sette Stati che il Generale Wesley Clark, dopo il 9/11 aveva dichiarato: “We’re Going to Take out 7 Countries in 5 Years: Iraq, Syria, Lebanon, Libya, Somalia, Sudan & Iran..” CRIMINi ED ASSASSINI su paesi non in Guerra..e l'Europa TACE..

acam

Sab, 04/01/2020 - 09:44

antonmessina Sab, 04/01/2020 - 08:37 americani guerrafondai da sempre bisognerebbe che tutti quelli che vogliono far affari con gli americani non avessero due facce come sta avendo di maio

Ritratto di scimmietta

scimmietta

Sab, 04/01/2020 - 09:47

Tanto clamore in Iraq e in Iran? La cosa puzza di trame mediorientali....

Ritratto di moshe

moshe

Sab, 04/01/2020 - 09:49

a quanto pare gli iraniani hanno i loro miliziani in Iraq, non vedo nulla di strano se gli usa li combattono

Ritratto di scimmietta

scimmietta

Sab, 04/01/2020 - 09:50

X Tobi: c'è chi combatte per sostituire .... le cose non sono mai così' semplici come possono apparire al popolino....

Ritratto di Valance

Valance

Sab, 04/01/2020 - 09:50

Com’era prevedibile ora i terroristi frignano all’ONU.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Sab, 04/01/2020 - 10:00

Se di solito si a la colpa sempre a Salvini, ora lo daremo a Cristoforo Colombo. Se non avesse scoperto l'America e non avesse dato il via agli altri.......

Ritratto di scimmietta

scimmietta

Sab, 04/01/2020 - 10:02

X antonmessina: già, mi risulta che le ultime due guerre mondiali siano state proprio scatenate dagli americani per poter vendere armi a noi poveri fessi di europei.

Tobi

Sab, 04/01/2020 - 10:03

Del resto Trump ha firmato un contratto di vendita di armi all'Arabia Saudita per centinaia di miliardi di dollari. Ormai tutti sanno che l'Arabia saudita è il creatore dell'ISIS insieme al suo alleato regionale, Israele, e quelli d'oltreoceano, U.S.A. più sciacalli al seguito (inghilterra, etc). L'ISIS è l'esercito mercenario creato per occupare la Siria per conto di cricche occidentali/mediorientali. La cosiddetta colazione anti-ISIS a guida U.S.A. è stata invece organizzata come forza aerea a protezione proprio dell'ISIS. L'Italia vende le bombe all'Arabia saudita. Che cosa ne parliamo a fare? La falsa propaganda sui media occidentali fa il resto.

Morion

Sab, 04/01/2020 - 10:05

Che gli frega al parruccone, saranno, come solito, i poveracci che pagheranno il prezzo delle sue scelleratezze. Nella sua corte si vive bene, tra ostriche e champagne, così i suoi rampolli. Il fucile verrà comunque imbracciato dai figli altrui, i propri a far bella mostra su riviste pattinate!

Lorenzi

Sab, 04/01/2020 - 10:07

antonmessina hai ragione. Ma, siccome io c'ero: chi avrebbe fermato Hitler ? Chi avrebbe impedito a Stalin di prendersi l' Europa ? Ripeto: hai ragione, ma, se devo scegliere, mi tengo il male minore !

Ritratto di SAGITT33

SAGITT33

Sab, 04/01/2020 - 10:12

Un pazzo scatenato. Agisce così solo perchè l'america è lontana.

fergo01

Sab, 04/01/2020 - 10:16

forse ora tutti questi arabi che vanno in giro per il mondo ad urlare che allah è al bar, capiranno che hanno scelto il modo sbagliato di propagandare il loro credo

SAMING27

Sab, 04/01/2020 - 10:18

@scipione scalcagnato: veramente "scalcagnato" il tuo commento. Domandina semplice: per quale ragione Trump dovrebbe fare gli interessi della corrotta e scalcagnata UE ? Non ne vedo una, comunque la UE si dia da fare per creare un proprio esercito e corpo diplomatico in grado di contrastare Trump. Altrimenti stia zitta.

SAMING27

Sab, 04/01/2020 - 10:26

@MASSIMOFIRENZE63:perchè,secondo te, cosa dovrebbero fare? Fra un paio d'anni l'IRAN potrebbe disporre di un arma nucleare.Non certo per giocarci al pallone!

carpa1

Sab, 04/01/2020 - 10:26

Da come rapidamente siano emersi i commenti dei soliti ?!?! si evince quanto il cerchiobottismo italico di certe categorie di persone, quelle arrogantemente depositarie della verità assoluta, sia rimasto solo sopito ma pronto a ridestarsi ad ogni occasione propizia.

DRAGONI

Sab, 04/01/2020 - 10:29

FINALMENTE GLI USA STANNO APPòICANDO QUELLA CHE E' LA LORO SUPERIORITA' TECNOLOGICA CONTRO IL TERRORISMO ISLAMICO CHE E' UNA CULTURA PREVALENTEMENTE DE TERZO MONDO. I TERRORISTI E SOPRATTUTTO IL LORO CAPI NON POTRANNO SOTTRARSI ALLA ELIMINAZIONE IMPREVEDIBILE E SICURA FATTA IN TUTTA SICUREZZA DA PARTE DEGLI USA E PER ESSI PER IL MONDO CIVILE DELL'OCCIDENTE.

SAMING27

Sab, 04/01/2020 - 10:31

@Tobi:Santo subito! Ha conribuito alla sconfitta dell'ISIS non per liberare quella parte dell'umanità da un mostro sanginario ma per assecondare le mire dell'Iran

Tobi

Sab, 04/01/2020 - 10:32

Lorenzi, se tu sapessi chi scatena le guerre con gli inganni, ti passerebbe la voglia di acclamarlo come "liberatore". Quel diavolo di Hitler fu finanziato da banche americane. Tentò invano di ottenere la pace con l'Inghilterra. Alcune cricche poi convinsero gli inglesi che se avessero costituito lo Stato di Israele in medioriente avrebbero convinto gli Stati Uniti ad entrare in guerra a supporto degli inglesi. Il resto è storia. Centinaia di milioni di morti ed intere città del vecchio continente rase al suolo, specialmente quelle cattoliche invise ai futuri occupanti di fede protestante. Si divertirono molto al tiro al bersaglio sui nostri antichi e bellissimi centri storici con bombardamenti aerei indiscriminati. Mica le bombe inutilizzate potevano portarsele indietro a casa loro. Lo smercio bellico era uno dei principali motivi. La liberazione solo un pretesto. Se non ci credi, chiedilo ai morti.

Tobi

Sab, 04/01/2020 - 10:38

fergo01, guarda che confondi i terroristi arabi (ed inclusi gli attacchi false flag organizzati in combutta con cricche occidentali) con l'Iran che è tutt'altra cosa. L'Iran negli ultimi 300 anni non ha attaccato altre nazioni. Sta solo tentando di resistere legittimamente alle aggressioni dall'estero. Quello che l'Italia non ha potuto fare e ne paga ancora le conseguenze essendo diventata una nazione vassallo.

SAMING27

Sab, 04/01/2020 - 10:44

@MASSIMOFIRENZE63: Non reagirà affatto perchè non ne ha i mezzi. Compirà azioni di terrorismo. Fra un paio d'anni,quando probabilmente si sarà dotato di una bomba atomica, potrebbe (l'Iran) attaccare Israele che gli Usa difenderanno e sarà la fine dell'Iran.

SAMING27

Sab, 04/01/2020 - 10:46

@acam:analisi profonda !

SAMING27

Sab, 04/01/2020 - 10:53

@Tobi:certo che devi avere una grande confusione in testa. Non sai nemmeno la differebza fra "colazione" " coalizione" Ti assicuro che non è la stessa cosa. Rilassati e buona giornata.

Ritratto di scimmietta

scimmietta

Sab, 04/01/2020 - 10:55

X Tobi: in verità il dubbio che fossero stati gli americani a scatenare le due guerre mondiali me lo aveva in parte fugato il tuo sodale antonmessina, ma ora leggendo il tuo illuminante, approfondito ed informato commento ne ricavo la certezza incontrovertibile, assoluta, senza scomodare i morti, ovviamente.

Ritratto di scimmietta

scimmietta

Sab, 04/01/2020 - 10:59

X Tobi: chi impedì all'Iraq di Saddam di espandersi e papparsi tutto il medio oriente, Iran compreso?

Tobi

Sab, 04/01/2020 - 11:11

da un'intervista a Robert Kennedy jr: "Reagan e il suo direttore della CIA, Bill Casey, consideravano Saddam come un potenziale amico per l’industria petrolifera statunitense e una barriera robusta contro la diffusione della rivoluzione islamica iraniana. Il loro emissario, Donald Rumsfeld, in un viaggio a Baghdad nel 1983 regalò a Saddam degli speroni d’oro da cowboy e un menu di armi biologiche/chimiche e convenzionali. Allo stesso tempo, la CIA stava illegalmente rifornendo il nemico di Saddam, l’Iran, con migliaia di missili anti-carro e anti-aerei per combattere in Iraq, un crimine reso famosa dallo scandalo Iran-Contra. Jihadisti dai entrambe le parti in seguito hanno riconvertito contro il popolo americano molte di queste armi in dotazione dalla CIA."

Tobi

Sab, 04/01/2020 - 11:13

anche questo da un'intervista a Robert Kennedy jr: "Durante gli anni di Reagan, la CIA rifornì Hussein di miliardi di dollari per la formazione, il supporto alle forze speciali, armi e intelligence di combattimento, sapendo bene che egli usava armi chimiche e biologiche e gas nervino – tra cui l’antrace ottenuta dal governo degli Stati Uniti – nella sua guerra contro l’Iran."

Pigi

Sab, 04/01/2020 - 11:24

Non riesco a capire la paura degli occidentali della risposta iraniana. Sono loro a dover aver paura, non noi. Se provassero a rompere le scatole, gli americani non ci penserebbero due volte a radere al suolo la sede delle guardie della rivoluzione o degli altri ayatollah. E loro non ci potrebbero fare niente.

MASSIMOFIRENZE63

Sab, 04/01/2020 - 11:30

@ SAMING27. Personalmente non ho simpatia per l'IRAN. Però se gli USA lo provocano e quello poi fa qualche tipo di rappresaglia, a quel punto la colpa di ciò che succede è degli USA.

Ritratto di bettytudor

bettytudor

Sab, 04/01/2020 - 11:33

@tobi. Dimentichi che Hitler invase anche la Russia che aveva fatto di tutto per non entrare in guerra firmando il famoso patto di non aggressione. Questa tanto per dirne una. Certo, gli conveniva non entrare in guerra con l'Inghilterra mentre se ne andava in giro ad invadere la Polonia e altri paesi intorno, così non lo avrebbero disturbato. Poi, quando era ben piazzato e ben armato, bisognava solo che gli Inglesi pregassero di non essere bombardati e invasi anche loro. Magari non lo avrebbe fatto, o magari sì. Chi può saperlo? Vuoi che una nazione affidi il proprio destino al buon cuore di un invasore seriale? Allora devi proprio andarti a studiare le basi più elementari della strategia politica. Quanto all'Iran, pur nuotando nel petrolio, ha sentito la necessità di farsi le centrali nucleari. Chissà perché! Che sia una scusa per costruire le centrifughe e farsi qualche bombetta? Che dici? Stiamo a guardare per vedere che succede?

antonellielio

Sab, 04/01/2020 - 11:52

God bless United States of America

pardinant

Sab, 04/01/2020 - 11:55

Provoca sempre dispiacere quando un nostro simile perde la vita, ma molto meno se questo nostro simile è un nemico giurato, ovviamente da lui stesso, e proverebbe solo soddisfazione ad ucciderti in quanto semplicemente siamo considerati come facente parte del corrotto e blasfemo mondo occidentale. Ma provoca molto più dispiacere scoprire l'esistenza di soggetti palesemente "occidentali", incredibilmente capaci di prendere le parti del nemico che solo per le sue stesse motivazioni, vorrebbe ucciderlo. Ormai come civiltà definibile "occidentale", siamo destinati all'estinzione, per divisioni interne, rifiuto del sacrificio per un inevitabile decadimento della razza conseguente ad idee liberali unite ad un benessere sfrenato e anche se vinceremo molte battaglie, perderemo la guerra in quanto avendo un'alta considerazione della vita rispetteremo i vinti a differenza di questi cultori di ideologie assassine che mai ci ricambierebbero la cortesia.

HARIES

Sab, 04/01/2020 - 12:03

Pienamente in accordo con @antonmessina. Ma anche alcune lobby italiane non scherzano. Abbiamo nel nostro paese fior fiore di fabbriche che producono armi e le vendono all'estero. E questo non fa che accrescere i rischi della guerra.

bellotti

Sab, 04/01/2020 - 12:08

Nelle fila di Hezbollah ci sono tanti cristiani maroniti e non solo.l'America è il padrino dell'Isis, sconfitto dagli iraniani, russi e siriani o no. Che piaccia o no.l'isis è una creatura americana..turca..ecc. Leggetevi le dichiarazioni del Patriarca in Siria.. Libano. O gli ottimi servizi di GianMicalessin e non solo. Senza terrorismo a stelle e strisce, nel mondo ci sarebbe più pace. Che piaccia o no. Ricordatevi che le fantomatiche rivoluzione colorate sono il prodotto americano per sovvertire stati che non vogliono essere sottomessi dalla nota democrazia

Ritratto di ..gretiniDiTaGlia

..gretiniDiTaGlia

Sab, 04/01/2020 - 12:10

in quanto a TERRORISMO l'Iran non ha niente da insegnare agli Usa

agosvac

Sab, 04/01/2020 - 12:18

La crisi non è finita e neanche finirà se prima non prenderanno posizione le altre due grandi potenze mondiali. Gli USA, infatti non sono più la sola grande potenza mondiale. Ormai anche loro devono tenere conto della Federazione Russa e della Cina.

Ritratto di Jimmie01

Jimmie01

Sab, 04/01/2020 - 12:28

Scipione scalcagnato, guarda che Trump non ha bisogno di una guerra per far aumentare la propria popolarità per essere rieletto. Il Paese ( gli USA ) vanno alla grande, leggi i dati della economia ( de sai leggere i numeri ) dalla disoccupazione inesistente alla borsa che vola .

Ritratto di scipione scalcagnato

scipione scalcagnato

Sab, 04/01/2020 - 12:31

@SAMING27 Sab, 04/01/2020 - 10:18 - T'sa minga che Trump sta facendo solamente i suoi propri personali interessi e quelli dell'industria bellica USA? E che allora se ne stia a casa sua, invece di creare tensioni e conflitti, sapendo che nessuno verrà a fargli la guerra in casa. L'Europa, invece, è alle porte.

Ritratto di Jimmie01

Jimmie01

Sab, 04/01/2020 - 12:32

Tobi tu hai una confusione mentale pari solamente a quella di Enri36. Vai a vedere in che anno Israele fu riconosciuto. E spiega poi da quali invasioni l’Iran si sta difendendo.

Lorenzi

Sab, 04/01/2020 - 12:50

Grazie a coloro che hanno risposto a Tobi, da cui mi piacerebbe sapere se c'era, all'epoca, oppure glielo hanno raccontato.

newman

Sab, 04/01/2020 - 12:50

Quando l'ambasciatore iranniano all'ONU parla di "terrorismo di stato" dovrebbe puntare il suo dito medio contro di se, oltre che contro gli Stati Uniti. Solo per gli ingenui o gli imbecilli esiste tra le grandi potenze ed aspiranti tali a livello regionale uno stato che non pratica il terrorismo di stato - i buoni per autodifesa, i cattivi per destabilizzare o chiudere definitivamente la bocca a dei critici noiosi.

Drogba_11

Sab, 04/01/2020 - 13:20

Scimmietta : ma prima scrivere stupidaggini non puoi informarti? Saddam non avrebbe "pappato" nessuno, men che meno l'Iran. Anzi tra Iran e Iraq ci fu una guerra che nessuno delle due riuscì a vincere.

gpetricich

Sab, 04/01/2020 - 13:27

x Tobi Un consiglio da amico: posa il fiasco, visto che bere ti fa male.

Ernestinho

Sab, 04/01/2020 - 13:34

Gli Americani quando vogliono colpiscono dappertutto!

Ernestinho

Sab, 04/01/2020 - 14:03

x "Tobi" Ma cosa vai cianciando? Se non fosse stato per gli Americani ed Inglesi saremmo sotto una tirannia! Altro che Democrazia!

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Sab, 04/01/2020 - 14:04

Tobi, sei uno dei tanti assunti per difendere l'Iran ad oltranza?

Tobi

Sab, 04/01/2020 - 14:51

Lord Balfour, ministro degli Esteri inglese, che nel novembre del 1917 scrive a Lord Rotschild, sostenitore della causa sionista, e lo rassicura sul fatto che l'Inghilterra favorirà l'insediamento di un focolare nazionale per il popolo ebraico in Palestina. Israele, stato indipendente dichiarato il 14 maggio 1948, si costituisce al termine di una contraddittoria politica di decolonizzazione attuata con gravissime responsabilità da Francia e Gran Bretagna.

fergo01

Sab, 04/01/2020 - 15:11

TOBI sei rimasto fermo a 300 anni fa, aggiornati

Silpar

Sab, 04/01/2020 - 15:44

tobi ha dimenticato la guerra dell'iran contro l'iraq???hai dimenticato che l'Iran sostiene il terrorismo?? ha dimenticato?? oh lo sai e non lo dici??? guarda che fin'ora l'america ha sempre difeso l'occidente Italia compresa, mentre i maomettani hanno sempre fatto stragi e le fanno tutt;ora, ricorda 300mila cristiani uccisi e migliaia di chiese distrutte!! non dagli americani ma dai tuoi amici islamici!!!

lawless

Sab, 04/01/2020 - 15:46

io non ho niente contro l'iran però, e quanto dico vale per tutti gli altri paesi che hanno mire di conquista e pretese su altre nazioni, devono smetterla di interferire sugli altri stati sovrani.

cir

Sab, 04/01/2020 - 15:46

Tobi Sab, 04/01/2020 - 14:51 . parole sante le tue , ma inutili contro chi studia la storia da mieli....

Tobi

Sab, 04/01/2020 - 16:16

di Adriano Tilgher Tutti gli Europei dovrebbero rendere omaggio al comandante QASSEM SOLEIMANI, l’uomo che ha distrutto lo stato islamico in Iraq, ha debellato e reso innocui i terroristi dell’ISIS, ha protetto e salvato le Chiese Cattoliche in Iraq e in Siria, dalla violenza del califfato e dei terroristi, finanziati ed armati dall’Arabia Saudita e dai suoi alleati anglo-americani.

meverix

Sab, 04/01/2020 - 16:29

Trump, a differenza di tutti i suoi recenti predecessori (democratici o repubblicani che siano stati), ancora non ha scatenato guerre. Trump non è stupido, non scatenerà mai una guerra contro l'Iran perchè allora si che il conflitto si allargherebbe. Gli Iraniani vendono petrolio alla Cina, I cinesi sono amici dei Russi, i Russi sono amici del presidente siriano, Siria e Iran odiano Israele e se scoppiasse un conflitto, beh questo diventerebbe mondiale. Senza contare le mire espansionistiche dei turchi che hanno già truppe in Libia più altre mire espasionistiche che da sempre frullano nella testa dei turchi. L'Europa fa ridere i polli in quanto non sanno che pesci prendere perchè sono un insieme di paesi disorganizzati. Gli unici a stare tranquilli siamo noi. Abbiamo un papa filo islamico, un cervellone come di Di Maio agli esteri e un nuovo gruppo di statisti che sta per crescere come quello delle sardine...in pratica siamo in una botte di ferro...di che ci preoccupiamo!

Ritratto di scimmietta

scimmietta

Sab, 04/01/2020 - 16:42

X Drogba_11: forse tu non lo sai, ma "papparsi" non significa necessariamente conquistare fisicamente, da quelle parti significa soprattutto conquistarne l'egemonia cultural-religiosa, e se conosci l'islam .... tranne le debite conseguenze.... (occhio ad erdogan). P.S. Fu l'Iraq ad invadere l'Iran che a sua volta fu addirittura appoggiato da israele per respingere l'invasore, e poi fu ancora Israele a distruggere i centri nucleari dell'Iraq con il beneplacito di tutta la regione.

Ritratto di scimmietta

scimmietta

Sab, 04/01/2020 - 17:13

X meverix: pillole di saggezza! Dissento solo sulla metafora della "botte di ferro", propendo per il "barile" dove confluisce ogni sorta di italico pesce....

gpetricich

Sab, 04/01/2020 - 18:31

x cir - Sab, 04/01/2020 - 15:46 Mieli, quello che, quando era direttore del Corriere della Sera, fu il primo a rompere la tradizione del suo giornale di non appoggiare nessuna parte politica, decidendo di appoggiare la sinistra?

Ritratto di wilegio

wilegio

Sab, 04/01/2020 - 18:43

Ma come? Non ci avevano detto che avevano colpito dei veicoli della croce rossa? Allora anche gli iraniani dicono bugie, alle volte? Non ci posso credere!

bruno monferrà

Sab, 04/01/2020 - 19:49

Qua c'è da rabbrividire. Speriamo che come Italia ce la caviamo. Stellone aiutaci tu! Ben scritto, Scarano (ma eviti di usare "truppe" per "soldati" o "militari" o uomini. Lo sa anche lei che truppa è solo nome collettivo (reparto di soldati): dire 3000 truppe in italiano è dire 3000 reparti. I soldati quanti saranno, milioni?... In inglese, lingua sciolta, è diverso.

cir

Sab, 04/01/2020 - 20:09

gpetricich Sab, 04/01/2020 - 18:31 : quello che travisa la storia e ce la racconta suo uso e consumo .

investigator13

Sab, 04/01/2020 - 20:31

azioni di forza da parte di Trump sulla scia di Obama che per farsi rieleggere a Presidente degli Usa fece bombardare l'Iraq come dimostrazione della sua forza politica nel mondo, infatti quest'anno si svolgono le elezioni del nuovo Presidente Usa. Solo che Trump ha sbagliato bersaglio penalizzando troppo l'Iran con l'uccisione del generale Soleimani E' probabile a secondo delle conseguenze di questo infame gesto saranno gli stessi americani a farlo fuori politicamente, se non peggio in altro modo.