Mondo

Nuovo scandalo per il principe Andrea: "Coinvolto in un giro di soldi"

Il principe Andrea e l’ex moglie, coinvolti in un intrigo come intermediari d’affari, sono stati citati in un procedimento all’Alta Corte di Londra

Nuovo scandalo per il principe Andrea: "Coinvolto in un giro di soldi"

Ora più che mai il principe Andrea dovrebbe cercare di mantenere un basso profilo. Lo scandalo Epstein ha devastato per sempre la sua reputazione. Il duca è riuscito per un soffio a schivare il processo per molestie sessuali, pagando un ingente risarcimento che chiude la causa intentata da Virginia Giuffre, ma lascia ancora troppe domande senza risposta. Invece il figlio prediletto di Sua Maestà è tornato a far parlare di sé. La sua presenza alla cerimonia in omaggio al principe Filippo, lo scorso 29 marzo, ha alimentato polemiche furibonde e, stando alle indiscrezioni, anche l’ira funesta dei principi Carlo e William. Ma questo è il problema minore. Andrea e Sarah Ferguson sarebbero coinvolti in un nuovo caso spinoso a soli due mesi dal Giubileo di Platino della Regina.

Intermediari d’affari

L’agenzia Ansa ha riportato la notizia secondo cui il nome del principe Andrea e dell’ex moglie Sarah Ferguson sarebbe stato citato durante un procedimento dell’Alta Corte di Londra. I due avrebbero ricoperto, dietro compenso, il ruolo di “intermediari d’affari” per conto di Selman Turk, un banchiere turco accusato di frode. I nomi del duca di York e della Ferguson sarebbero stati fatti da una ricca donna turca, Nebahat Isbilen, la quale ritiene di essere stata vittima di una truffa orchestrata da Turk.

Quest’ultimo, nel novembre 2019, le avrebbe detto che se voleva ottenere l’aiuto del principe Andrea nella richiesta del passaporto britannico, avrebbe dovuto fare “regalo” da 750 mila sterline, dice l’Ansa. Il Corriere.it riferisce che in questo raggiro Nebahat Isbilen avrebbe perso in tutto circa 40 milioni di sterline (48 milioni di euro) e tra i pagamenti al centro del procedimento ce ne sarebbe uno in particolare, da 1,1 milioni di sterline, finito sul conto del principe Andrea. Alla facoltosa signora turca, riporta il Daily Mail, sarebbe stato anche detto che il versamento da 750mila sterline sarebbe servito come contributo per le nozze della principessa Beatrice.

Soldi restituiti?

In questo caso, già complicato e controverso, c’è anche un altro strano dettaglio. Il principe Andrea avrebbe restituito i soldi del presunto imbroglio, ma non avrebbe mai dato alcuna spiegazione sul modo in cui sarebbero arrivati sul suo conto. Inoltre c’è la figura ambigua di Selman Turk che fa riflettere. Sembra che l’imprenditore risulti tra gli uomini d’affari selezionati per prendere parte all’iniziativa Pitch@Palace, organizzata dal principe nel 2014 per far conoscere le imprese britanniche e favorire la loro crescita grazie a investimenti internazionali. Il progetto ha subìto due battute d’arresto: la prima con il Covid, la seconda con lo scandalo Epstein. Il duca di York ha dovuto fare un passo indietro anche da Pitch@Palace e il suo nome è stato cancellato dal sito web dell’impresa.

Ѐ doveroso sottolineare che il principe Andrea e Sarah Ferguson sono stati solo menzionati nel procedimento in corso all’Alta Corte di Londra e, al momento, non risulta nessun tipo di coinvolgimento nel caso. Tuttavia bastano i loro nomi per far scoppiare uno scandalo a soli due mesi dalle celebrazioni del Giubileo di Platino per i 70 anni di regno della regina Elisabetta. Nuove ombre che rischiano di oscurare Sua Maestà e di cui la monarchia, già provata dallo scandalo Epstein e dal tour ai Caraibi non proprio fortunato di Kate e William, non ha assolutamente bisogno.

Commenti