Se Greta se la prende con tutto: "Clima cambia per il razzismo"

In un articolo pubblicato su Project Syndicate, Greta Thunberg spiega che la clisi climatica non riguarda solo l'ambiente: "È alimentata dal colonialismo e dal patriarcato"

"Dopotutto, la crisi climatica non riguarda solo l'ambiente. È una crisi di diritti umani, di giustizia e di volontà politica. I sistemi di oppressione coloniale, razzista e patriarcale l'hanno creata e alimentata. Dobbiamo smantellarli tutti. I nostri leader politici non possono più sottrarsi alle loro responsabilità". Così Greta Thunberg, in un articolo pubblicato su Project Syndicate e co-firmato dalle attiviste per il clima Luisa Neubauer e Angela Valenzuela (Fridays for Future di Santiago del Cile), cala le carte e ricicla gli slogan tipici della sinistra liberal politicamente corretta. Ed ecco che colonialismo e razzismo vengono tirati in ballo un po' a casaccio tra le cause scatenanti dei cambiamenti climatici, chissà su quali basi scientifiche. A dimostrazione che quella dell'attivista svedese è un'agenda politica a tutti gli effetti.

Il resto dell'articolo è il perfetto corollario del climaticamente corretto. Nulla di nuovo. "Innumerevoli trattative - osservano le giovani attiviste per il clima - hanno prodotto impegni importanti, alla fine vuoti, da parte dei governi del mondo" gli stessi governi che "consentono alle compagnie di combustibili fossili di trivellare sempre più petrolio e gas e bruciare il nostro futuro per il loro profitto". Eppure, affermano Greta, Luisa e Angela, "i politici e le aziende produttrici di combustibili fossili conoscono il cambiamento climatico da decenni. Eppure i politici lasciano che questi approfittatori continuino a sfruttare le risorse del nostro pianeta e distruggano i suoi ecosistemi in una ricerca di denaro rapido che minaccia la nostra stessa esistenza".

E ancora: "La concentrazione di gas serra nella nostra atmosfera ha raggiunto un livello record, senza alcun segno di rallentamento. Anche se i Paesi soddisfassero i loro impegni di riduzione delle attuali emissioni, stiamo andando verso un aumento di 3,2 gradi". Quello di Greta, in realtà, è il vero volto dell'ambientalismo radicale, un fenomeno populista a tutto tondo, come spiegato dal professor Alessandro Campi su Istituto di Politica, "a metà tra una moda politico-mediatica che si fa forte della nostra cattiva coscienza e un movimento di massa che inclina verso il misticismo para-religioso, sono tutti facilmente riconoscibili. A partire dal più elementare e costitutivo d’ogni populismo: la divisione del mondo in buoni (i molti) e cattivi (i pochi). I primi sono gli abitanti del pianeta (il popolo inteso in questo caso come umanità), i secondo sono i capi di governo e gli esponenti dell’establishment finanziario e industriale mondiale".

Ora il millenarismo apocalittico di Greta sposa le idee estremiste e radicali del pensiero liberal-progressista aggiungendo, al vocabolario climaticamente corretto, quello dell'attivista da centro sociale che inveisce, senza aver studiato la storia, contro le società patriarcali, il colonialismo, il razzismo. Un riflesso della politica dell'identità e del politically correct. Se Carola Rackete assomiglia sempre di più a Greta Thunberg, quest'ultima parla - e scrive - proprio come la Capitana della Sea Watch...

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di ex finiano

ex finiano

Mer, 04/12/2019 - 23:35

È troppo giovane altrimenti la manderei a cagxxx!

oracolodidelfo

Mer, 04/12/2019 - 23:51

Illustre Greta, ti do un'idea per una tua nuova campagna "contro". Mai pensato a quanto inquinano i miliardi di sigarette che si fumano sulla faccia della terra?

ex d.c.

Mer, 04/12/2019 - 23:51

Per fortuna anche lei sta passando di moda sostituita dalle sardine

Sadalmelik758

Gio, 05/12/2019 - 00:12

Ma una che ha trascorso una parte del suo tempo con quel ridicolo cartello invece di andare a scuola e studiare che volete che sappia. E' solo una marionetta manovrata. Il drammatico che l'ascoltano in tanti. Quando la vedo non posso non pensare ad Einstein ed al suo celebre aforisma sulle due cose.

Luigi Farinelli

Gio, 05/12/2019 - 00:26

il "clima cambia per i razzismo". Un'altra ipotesi da "scienziati". Gli "scienziati" debbono ancora imparare il metodo deterministico galileiano per poter giustificare una teoria plausibile, mentre gli scienziati procedono con tale metodo. Ad esempio James Lovelock, clmatologo di lunga data (anni '70), l'inventore del riscaldamento antropico da scienziato vero, nel 2012, ha scritto un libro con premessa: "La temperatura del pianeta è costante dagli anni '90, per cui ammetto che la mia teoria era sbagliata!" Mentre R.Lindzen (climate scientist 2007) considerato il maggior fisico dell'atmosfera: "le generazioni future si chiederanno, con perplesso stupore come mai il mondo sviluppato d'inizio sec XXI sia caduto in un panico isterico per una varaz. di T media globale di pochi decimi di grado...). Non ditelo a Greta, mi raccomando!

Luigi Farinelli

Gio, 05/12/2019 - 00:30

Si, soprattutto l' "oppressione patriarcale", senza la quale la Greta ora se ne andrebbe in giro scalza e vestita di pelli (forse neanche di quelle) e i simposi dove va a sparare str...zate (anche femministe) si svolgerebbero in caverne.

Divoll

Gio, 05/12/2019 - 00:41

E se il clima cambiasse per colpa di Greta?...

Luigi Farinelli

Gio, 05/12/2019 - 00:43

Il pensiero che investimenti di miliardi di dollari siano stati dirottati, sulla base di truffe contro la credulità popolare come il "riscaldamento antropico", verso progetti (cari a volponi multinazionali) che con la lotta all'inquinamento c'entrano per nulla impedendo altresì ("per non produrre altra CO2") a Paesi come quelli africani di uscire dalla povertà con interventi di finanziamento mirati, rincorrendo invece teorie che non hanno ALCUNA giustificazione scientifica, lascia esterrefatti: è l'evidenza di quanto l'industria del rincoglionimento di massa, usando anche sprovveduti personaggi come Greta (della quale data l'età si suppone almeno la buonafede) possa agire in profondità convogliando fiumi di denaro a chi studia piani criminali contro l'umanità ormai inerme, per arricchire sempre più. Siamo al vero tramonto della Ragione!

giovanitasca

Gio, 05/12/2019 - 00:49

"soddisfassero" ? Ma non si dice "soddisfacessero"?. Resto allibito

Luigi Farinelli

Gio, 05/12/2019 - 00:52

A quando il processo contro i guasti (nelle società occidentali) dovuti al radical femminismo ideologico, nato a tavolino nelle università USA, propagandato dalle Nazioni "Unite" attraverso le sue Conferenze internazionali e responsabile, tra l'altro, oltre che del disfacimento morale in corso dell'Occidente, anche di 3 miliardi di esseri innocenti assassinati nei vetri materni? Molto più delle vittime del nazismo e del comunismo messe assieme?

cabass

Gio, 05/12/2019 - 06:10

Quindi, se non ho capito male, per evitare che il ghiacciaio di Planpincieux crolli, bisogna far sbarcare almeno cinquecento barconi di risorse...

Aquilee1077

Gio, 05/12/2019 - 06:56

Perché ve la prendete tanto con questa ragazza? L'ecologia e la Terra non sono né di destra né di sinistra e la salvezza del pianeta dipende da tutti, in primo luogo dalle nazioni più potenti che hanno maggior voce in capitolo. Anche Greta è patrimonio di tutti e bisogna rispettarla. Continuare a ridicolizzarla, invece, è una strategia perdente e mi sa tanto di invidia. Fossi in Voi, andrei subito a intervistarla per aiutarla e per evitare che la sinistra se ne appropri e ce la rovini per sempre.

pasquino38

Gio, 05/12/2019 - 07:06

Poiché, per rispetto dell'ambiente, si sposta attraverso l'oceano, in catamarano, dovrebbe farci vedere come portare qualche tonnellata di derrate alimentari e medicine in Africa con il catamarano….

Popi46

Gio, 05/12/2019 - 07:13

Che costei sia del tutto sciroccata ci sta pure, ce ne sono tanti in giro per il mondo, ma quello che mi sconsola è la risonanza mediatica che viene data ai suoi deliri. Non sarebbe più dignitoso ignorarla? Mica per niente, solo per rispetto alla Scienza, quella sciocchezzuola che fece esclamare erga omnia a Galileo “eppur si muove!”

hectorre

Gio, 05/12/2019 - 07:24

sarebbe interessante sapere quanti soldi stanno intascando tutti i fenomeni che gravitano attorno alla gretina....loro gretini gretini non sono anzi mi sembrano assai furbetti!!...gli unici fessi sono coloro che la osannano.....stranamente i sinistri, sarà un caso????????????

Uncompromising

Gio, 05/12/2019 - 07:51

Sono sempre più convinto che Tremonti abbia visto giusto e dato la migliore indicazione circa l'apparizione della ragazzina sulla scena mondiale.

Duka

Gio, 05/12/2019 - 08:13

Vai a scuola ragazzini per lo meno potrai capire ciò che dici

Abit

Gio, 05/12/2019 - 08:16

Credo che sarebbe ora che i giornali non parlino più di Greta, o meglio, che gli articoli che la riguardano siano di 20 righe non di più. Siamo di fronte ad un “fenomeno” costruito in laboratorio e sorretto da forti correnti politiche che fino a ieri se ne “impipavano” del clima!

Tommaso_ve

Gio, 05/12/2019 - 08:29

Ma... nemmeno un commento sull'annuncio della Cina di costruire centrali a "carbone" per 226GW? Per i verdissimi ricordo che l'Italia ha 36GW istallati. Ah, scusate il carbone cinese non inquina. Sono i bianchi razzisti con le loro flatulenze... dimenticavo.

Ritratto di SEXYBOMB

SEXYBOMB

Gio, 05/12/2019 - 08:55

...ma va.. noo davvero??

Ritratto di SEXYBOMB

SEXYBOMB

Gio, 05/12/2019 - 08:56

polliticalli correct !!

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 05/12/2019 - 09:35

Poi dite che questa ragazza non studia, Guardate quante cose sa.

Ritratto di diplomatico

diplomatico

Gio, 05/12/2019 - 09:38

"... Paesi SODDISFACESSERO i loro...", please.

Anticomunista75

Gio, 05/12/2019 - 09:50

questa, senza il "Patriarcato", che immagino non sappia nemmeno di preciso cosa sia, vivrebbe ancora nelle capanne assieme alle sue simili livorose.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Gio, 05/12/2019 - 10:18

Conosciamo appena il nostro pianeta, fino a poco tempo fa credevamo fosse piatto e che il sole gli ruotasse attorno. E' bastato studiarlo un po', fasciarlo di meridiani e paralleli, accorgersi che ruota su un asse inclinato e ne siamo diventati padroni. Sono iniziate le aspettative: deve fare caldo quando lo diciamo noi, e freddo idem, quando dove e come ce lo dicono gli scienziati a libro paga di strutture politiche e mai scientifiche.

cgf

Gio, 05/12/2019 - 11:01

la fanciulla ha toccato il fondo, raschia il barile, ma ci trova poco. Comunque abbiamo un'altra prova dell'affidabilità di questa ragazzina.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 05/12/2019 - 12:59

Gretina... Apprendista sardina.

Ritratto di Walhall

Walhall

Gio, 05/12/2019 - 13:27

"Panta rhei", scrisse Parmenide, Eraclito invece "tutto si muove e nulla rimane fermo". Il clima cambia per svariati fattori naturali, terremoti che spostano l'asse terreste, velocità di rotazione, variabilità dei moti di precessione e nutazione, legge di conservazione del momento angolare, radiazione o eventi cosmici non noti, tempeste solari e l'influenza del Sole stesso. Ciò che l'umanità deve porre rimedio è l'inquinamento antropico perché nocivo alla salute umana, animale e vegetale, su questo non si discute. Che questo inquinamento influenzi il complesso meccanismo che regola il clima è al momento una aporia. Mettere di mezzo il razzismo è uscire completamente dal tema per entrare nel campo della politica. Il clima può invece subire uno stravolgimento certo nel caso di sovraffollamento umano, come avvenne per "die Osterinsel" (credo che in italiano si dica l'isola di Pasqua, in Cile). Questa è la realtà.

cuoco

Gio, 05/12/2019 - 14:40

Parmenide non disse mai "panta rei", studia 'gnurant, ma lo disse Eraclito come dopo correggi e traduci

cuoco

Gio, 05/12/2019 - 14:47

Che dire di questa categoria umana che si riempe la bocca di citazioni colte (Parmenide), ciccandole completamente ("panta rei" un piffero) per puro esibizionismo, in quanto con l'argomento non c'entrano una beata Stamicchia

nobilex

Ven, 06/12/2019 - 10:20

Ma questa ragazzina ce l'ha uno o due genitori? Invece di bivaccare in mezzo mondo perchè non torna nel luogo che meglio le si addice, ovvero a scuola?