Ora per Moscovici sono guai: anche l'amico Macron lo ha scaricato

Il commissario voleva essere nominato alla presidenza della Corte dei conti francese, ma le nomine vincolano Macron. E adesso non sa cosa fare

E adesso per Pierre Moscovici le cose non si mettono affatto bene. Il mandato dell'euroburocrate è agli sgoccioli, e le sue clientele da tempo si erano attivate a Parigi e dintorni per trovargli una degna sistemazione dopo la Commissione europea. In patria, tutto faceva credere che Moscovici avesse il tappeto rosso per la Corte dei conti francese. Tanto che ormai tutti davano per sicuro il suo avvicendamento con Didier Migaud, che invece punta alla Corte costituzionale. Un cambio di ruolo che Emmanuel Macron vedeva con enorme favore, grazie anche all'intercessione del segretario generale dell'Eliseo, Alexis Kohler.

Il problema è che adesso, per Pierre, le cose non si stanno rivelando così semplici come si potesse credere. Perché le regole sulla nomina del presidente della Corte dei conti sono molto stringenti e di natura politica. I nove membri sono designati (tre ciascuno) dal presidente della Repubblica, dal presidente del Senato e dal presidente dell'Assemblea nazionale. Per quest'anno sembrava tutto fatto, tanto che si vociferava già del successore di Moscò in Commissione. Tuttavia, c'è stato un intoppo: Macron aveva già designato Jacques Mézard. E adesso bisogna capire dove mettere Moscovici, che non sa più cosa fare.

Il commissario transalpino è un fedelissimo di Macron. E adesso, con la possibilità di fare campagna elettorale dopo le regole cambiate da Jean-Claude Juncker, può fare campagna senza lasciare la Commissione. E per Pierre bisogna capire quale ruolo possa avere dopo le elezioni. Sono in parecchi a non apprezzare questo continuo totonomine sul commissario al Bilancio. E sembra che anche Juncker non sia rimasto per nulla contento di questo corteggiamento introno al suo commissario.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Azo

Azo

Mar, 19/02/2019 - 12:59

HA!HA!HA! Ognuno raccoglie ciò che semina!!! """ARROGANTI COME QUESTO, VANNO BENE A PULIRE LATRINE"""!!!

Ritratto di SEXYBOMB

SEXYBOMB

Mar, 19/02/2019 - 12:59

..con quella facciaccia da francesino malriuscito ......ha ha ha ya ...

dagoleo

Mar, 19/02/2019 - 13:01

Andrà a caccia di mosche allora. O anche di ratti se gli fà piacere. Parigi ne è piena. Andate a farvi un giro la sera al Trocadero e vedrete che spattacolo.

agosvac

Mar, 19/02/2019 - 13:52

Moscovici paga la sua arroganza nei confronti dell'Italia. Pensava di avere un futuro assicurato ed ora dovrà ritirarsi in pensione. Visto il suo scarso livello di preparazione e di intelligenza dubito che possa arrivare a qualche incarico in aziende private: lì cercano persone preparate ed intelligenti.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 19/02/2019 - 13:58

L'ultima divisione di Hitler ad arrendersi all'Armata Rossa fu quella francese intitolata a Carlo Magno... Il gran-sciovinismo franco-germanico di Moscò lo si è capito dalla connivenza innanzi alle madornali infrazioni franco-germaniche contro l'Unione europea. Però il gran-siovinismo iniziava con lo scherno in Eurovisione dell'Italia commesso dal duo Merkel-Sarcò, poi formalizzato con l'inciucio di Aquisgrana. Ergo, il gran-sciovinista Moscò è contro la Pace. Inoltre metteva in ginocchio la Grecia, motivava la Brexit ed aggrediva l'Italia favoreggiando l'aggressione in Libia, danneggiava i commerci Italo-Russi. Dunque prima scompare e meglio è per tutti.

Ritratto di bandog

bandog

Mar, 19/02/2019 - 14:03

può sempre fare l'uomo delle pulizie in qualche banlieau francese!

Luigi Farinelli

Mar, 19/02/2019 - 14:39

Può andare a fare il pluffiere. Raccoglie un certo numero di sassi, si siede sul bordo della sponda di un fiume e butta ogni tanto dei sassi in acqua: pluf!,....pluf...

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 19/02/2019 - 14:46

Un posto nella ue a far danni lo trovano....

il corsaro nero

Mar, 19/02/2019 - 14:56

può sempre andare a pulire i cessi all'Eliseo!

Dordolio

Mar, 19/02/2019 - 14:57

Buona quella del pluffiere, Farinelli. Ricambio con lo "sculacciatore di oche".....

VittorioMar

Mar, 19/02/2019 - 16:49

...di quello che accade in FRANCIA : POCO ME NE CALE !!..spero che a MAGGIO p.v. i veri PATRIOTI SOVRANISTI FRANCESI ABBIANO LA MAGGIORANZA e sperare di cambiare o incidere in UE !!

Yossi0

Mar, 19/02/2019 - 18:43

ambasciatore a roma

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 19/02/2019 - 18:44

Guerra tra incapaci?

DRAGONI

Mar, 19/02/2019 - 19:13

I TOPI SCAPPANO QUANDO LA NAVE STA PER AFFONDARE!!

lisanna

Mar, 19/02/2019 - 19:17

di sicuro non sara' sul lastrico, un buco da qc parte glielo troveranno, anche con quella faccia da mosco'

killkoms

Mar, 19/02/2019 - 22:28

non servono più utili i()ti!

Ritratto di OdioITedeschi

OdioITedeschi

Mar, 19/02/2019 - 23:09

Dovrebbero cantare: "siamo la copia, più bella del mondo..."

il nazionalista

Mer, 20/02/2019 - 06:41

E sai com’ è angosciato moscovici!! Certo vedersi scaricato dal compare, che ha contribuito a far eleggere all’ Eliseo, rode il fegato, però mica è uno dei nostri esodati o terremotati. Anni di appartenenza all’ eurocrazia europea, con relativi galattici stipendi, lo hanno ‘ sistemato ‘ a vita!! E poi sarà mai che soros e gli altri ‘ signori del quattrino ‘ si dimentichino del bon vieux ami moscovici?? Ma chi se ne frega della corte dei conti francese!! Lui deve badare ai conti suoi!!

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Mer, 20/02/2019 - 09:05

Ma non avete problemi più importanti in Italia?