Mondo

Ucciso in un attentato in Pakistan un ministro del governo provinciale

A capo delle operazioni contro gli insorti nel Punjab, è stato eliminato in un attacco che ha fatto almeno altre 12 vittime

Ucciso in un attentato in Pakistan un ministro del governo provinciale

Sono tredici le vittime di un attentato messo a segno in Pakistan, in cui ha perso la vita anche Shuja Khanzada, ministro dell'Interno della provincia del Punjab. Un attacco messo probabilmente a segno per mano di un attentatore suicida, mentre il politico era impegnato in un incontro con alcuni membri della comunità locale.

Nel mirino l'edificio del ministero a Shadi Khan, nel distretto di Attock, il cui tetto è crollato nell'esplosione. Sotto le macerie sarebbero rimaste più di trenta persone. Un portavoce dei soccorritori sostiene che i feriti siano almeno venticinque, ai quali bisogna sommare anche le tredici vittime.

Il ministro Khanzada, come titolare del dicastero, era a capo delle operazioni contro i gruppi insurrezionali attivi nella zona del Punjab, che nelle ultime settimane non gli avevano risparmiato minacce, soprattutto dopo l'uccisione di Malik Ishaq, leader del gruppo anti-sciita Lashkar-e-Jhangvi, responsabile di diversi massacri ai danni della minoranza in Pakistan.

"Inseguiremo i terroristi fino al loro ultimo rifugio e li elimineremo", ha dichiarato il primo ministro Nawaz Sharif, commemorando la morte di Khanzada. Fonti del governo di Islamabad, per ora non corroborate da una rivendicazione ufficiale, sostengono che dietro l'attacco ci sia proprio il Lashkar-e-Jhangvi.

Commenti