Ecco cosa farà la Merkel dopo l'addio

Secondo i calcoli dell'Associazione dei contribuenti tedeschi la cancelliera percepirà una pensione di 15mila euro al mese per i 31 anni trascorsi in Parlamento come deputata e ministra

Pensione da 15mila euro e un libro di memorie: ecco cosa farà la Merkel dopo l'addio

È stata deputata al Bundestag per oltre 30 anni, ministro federale, e per 16 anni è stata al timone del governo tedesco. Alcuni la ricorderanno come "mutti Merkel", "mamma Merkel", altri, semplicemente, come una delle donne più potenti al mondo. Tra qualche mese, dopo una carriera politica da statista che l’ha vista protagonista delle più importanti vicende della storia recente, la cancelliera tedesca si prepara ad uscire di scena. Non è ancora chiaro se sarà un addio o un arrivederci.

Fatto sta che, almeno per ora, la strada verso il ritiro sembra tracciata: il prossimo 26 settembre ci saranno le elezioni federali. La Merkel rimarrà in carica fino a quando non sarà formato il nuovo governo, probabilmente a dicembre. Poi, dopo aver battuto un altro record, e cioè quello di essere il cancelliere tedesco rimasto in carica per più tempo dopo Helmut Kohl, lascerà il suo ufficio al Bundeskanzleramt.

Ma cosa farà Angela Merkel nel suo nuovo ruolo di pensionata 67enne? Lei stessa, durante l’ultimo viaggio da capo del governo tedesco negli Stati Uniti ha ammesso di volersi "prendere una pausa" e "pensare a ciò che effettivamente mi interessa". Secondo il corrispondente a Berlino di Italia Oggi, la aspetta una vita lontano dai riflettori, probabilmente nel suo appartamento berlinese di fronte all’Isola dei musei, in compagnia del secondo marito, il professor Joachim Sauer.

In programma, secondo il giornalista, ci sarà qualche viaggio di coppia, forse un po’ di riposo nella dacia di Templin, poco fuori la capitale tedesca, e sicuramente un libro sugli anni passati al potere, dove potrebbe svelare aneddoti e retroscena sulla politica internazionale e i rapporti con i suoi protagonisti, da Bush a Trump, da Sarkozy a Macron, da Monti a Draghi, passando per Vladimir Putin.

Sicuramente, come chi prima di lei è transitato per la cancelleria federale o per palazzo Bellevue, la Merkel potrà contare su un team dedicato, composto da autista, un capo staff, due o tre assistenti e uno stenografo. La cancelliera uscente avrà diritto anche ad un ufficio e ad una pensione che si aggirerà attorno ai 15mila euro. A calcolare l’importo sulla base degli anni passati nei palazzi del potere berlinesi è stato, nelle scorse settimane, il Bund der Steuerzahler, l’Associazione dei contribuenti tedesca, in uno studio ripreso dal portale The Pioneer.

I conteggi si basano su diversi dati, tutti forniti dal servizio scientifico del Bundestag, tra cui l'ultimo stipendio lordo come cancelliere e membro del Parlamento di Angela Merkel, che, compresa l’indennità forfettaria per i parlamentari, ammonta a 29.677,43 euro. La stampa tedesca chiarisce come secondo l’articolo 20 della legge che riguarda il trattamento pensionistico dei deputati, la cancelliera, come gli altri parlamentari, avrà diritto al 65 per cento dell’indennità percepita durante i suoi 31 anni trascorsi in Parlamento. A questo andrà aggiunta l’indennità per il suo lavoro come ministro, disciplinata da una legge ad hoc per chi ha fatto parte del governo federale.

Si arriverebbe così alla cifra di circa 15mila euro mensili: la rendita su cui Angela Merkel potrebbe contare una volta lasciata la politica.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti