Al Qaeda rivendica la proprietà di uno storico mensile

Al Qaeda pubblica i nuovi indirizzi del magazine Nawa-i-Afghan Jihad e ne riconosce ufficialmente la proprietà dopo l'arresto dell'editore

Al Qaeda rivendica la proprietà di uno storico mensile

Al Qaeda ha pubblicato nuovi account Twitter, Telegram ed indirizzo di posta elettronica del magazine Nawa-i-Afghan Jihad. Scritto in lingua urdu, il mensile Nawa-i-Afghan Jihad (la voce della jihad afghana) è pubblicato da più di dieci anni. Si rivolge ai Talebani e ai seguaci di al Qaeda in Afghanistan e Pakistan.

Il nuovo portale di al Qaeda

Il canale responsabile di tutte le comunicazioni ufficiali del comando centrale di al Qaeda ha diramato un nuovo "comunicato stampa" (پریس ریلیز) a firma di AQIS. L'organizzazione terroristica, che poche ore fa ha dato il via all'ennesima rotazione dei bot su Telegram, ha pubblicato i nuovi indirizzi del magazine Nawa-i-Afghan Jihad, riconoscendone la proprietà dopo l'arresto dell'editore. Nel momento in cui scriviamo, il sito (sebbene risulti ancora in costruzione, "This site is under ongoing construction so please check back soon for additional content and updates") ospita numerosi contenuti caricati e disponibili. L'email risulta attiva. L'account Twitter inserito sul documento a firma di AQIS o al Qaeda nel subcontinente indiano, al momento risulta sospeso. Due gli account Telegram attivati. Nel momento in cui scriviamo, l'account segnalato nel comunicato diramato da al Qaeda annovera 122 iscritti. Nel nuovo sito del magazine Nawa-i-Afghan Jihad abbiamo identificato un secondo account Telegram. Per quest’ultimo account, in questo momento risultano iscritti 64 utenti. Scritto in lingua urdu, il mensile Nawa-i-Afghan Jihad (la voce della jihad afghana) è pubblicato da più di dieci anni con una media di 100/120 pagine a numero. I contenuti sono calibrati per uno specifico pubblico di riferimento e, cioè, i talebani ed i seguaci di al Qaeda in Afghanistan e Pakistan.

Il magazine Nawa-i-Afghan Jihad

Il portale del nuovo sito del magazine Nawa-i-Afghan Jihad non è stato ancora identificato e rimosso. In home page sono già stati caricati alcuni numeri del mensile. L'opera si rivolge espressamente ai terroristi attivi in Afghanistan e Pakistan. Escluse le interviste ai leader di al Qaeda e dei Talebani ed i riferimenti agli attentati contro l'Occidente, la rivista non è mai stata tradotta in inglese. Scritto da professionisti, oltre alla classica propaganda anti-occidentale, il mensile ospita diverse guide (come per quelle realizzare gli ordigni esplosivi improvvisati) e consigli (come per l'Information Warfare e l'utilizzo dei social). Al Qaeda nel subcontinente indiano ed il comando centrale ne hanno riconosciuto ufficialmente la proprietà.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti