Gli resta un popcorn tra i denti, operato al cuore per una infezione

Un pompiere di Coverack, in Cornovaglia, è stato costretto a subire una operazione al cuore per una infezione causata da un popcorn rimasto incastrato tra i denti

Gli resta un popcorn tra i denti, operato al cuore per una infezione

Aveva deciso di trascorrere una serata tranquilla, insieme alla moglie. Il progetto era quello di sgranocchiare qualche popcorn guardando un film alla tivù, nulla di impegnativo. Ma quella notte di fine settembre per Adam Martin, pompiere di Coverack, cittadina della Cornovaglia, si è trasformata nell'inizio di un incubo terribile con conseguenze a dir poco tragiche.

Galeotto fu il popcorn, verrebbe da dire. Mai Adam Martin avrebbe immaginato che un innocuo chicco di mai soffiato, rimasto incastrato tra i denti, gli avrebbe procurato una infezione tale da necessitare un intervento chirurgico salva-vita nel giro di poche settimane. Eppure, è andata esattamente così. Stando a quanto si apprende dalla testa di informazione Cornwall Live, l'uomo avrebbe provato a liberarsi del residuo alimentare dapprima con il tappo di una bic poi con un fil di ferro. Ma lo sfregamento gengivale con oggetti di fortuna ha finito per scatenare un processo infiammatorio che si è esteso fino al cuore innescando una endocardite potenzialmente mortale.

Dopo circa una settimana, l'uomo ha cominciato ad avvertire un insolito malessere. I sintomi manifestati sembravano riconducibili a quelli di una comunissima influenza (mal di testa, sudorazioni notturne e spossatezza). Così, Adam ha deciso di chiedere una consulenza al suo medico di base. Dalla visita è emerso un piccolo soffio al cuore, nulla per cui allarmarsi particolarmente. Gli esami del sangue hanno evidenziato i segni di una infezione in corso che si è cercato di contrastare con degli antibiotici. Ma, nonostante la terapia, le condizioni del pompiere non miglioravano affatto finché lo scorso 7 ottobre ha deciso di recarsi al Royal Cornwall Hospital per appurare l'entità di uno strano ematoma comparso sul piede e un concomitante dolore alla gamba. Le indagini cliniche hanno rivelato una situazione fortemente compromessa: aveva una pericolosa infiammazione all'endocardio (la membrana di rivestimento interna del cuore) che lo ha costretto ad un intervento chirurgico d'emergenza. Da qui, il trasferimento al Derriford Hospital dove il 27 ottobre è stato sottoposto ad un'operazione a cuore aperto per risanare la valvola aortica e quella mitralica danneggiate dall'infezione.

A mesi dall'accaduto, Adam Martin può dirsi finalmente guarito ma resta ancora lo choc per l'esperienza vissuta: "Mai avrei pensato che un popcorn avrebbe causato tutto questo – ha dichiarato ai microfoni del Corwall LiveQuando i medici mi hanno detto che avrei avuto solo 3 giorni di vita, non potevo crederci. Se fossi andato da una dentista, tutto questo non sarebbe accaduto. Una cosa è certa: non toccherò mai più un popcorn in vita mia".

Commenti