Mondo

La Russia muove la flotta del Mar Nero verso la Siria: possibile blocco navale

Il presidente della Commissione Difesa russo, Komoedov, ha dichiarato che la Russia potrebbe spostare la flotta dal Mar Nero verso la Siria per un possibile blocco navale

La Russia muove la flotta del Mar Nero verso la Siria: possibile blocco navale

Dopo elicotteri e aerei da combattimento la Russia potrebbe spostare la flotta del Mar Nero. A renderlo noto è l'ammiraglio Vladimir Komoedov, ex comandante della flotta russa del Mar Nero. Le navi potrebbero essere spostate per imporre un blocco navale alle coste della Siria e trasferire munizioni, anche se non è escluso l'utilizzo dell'artiglieria. "Le navi sono pronte a questo, ma per ora non ha senso, i terroristi si trovano all'interno" ha però specificato Komoedov all'agenzia Ria Novosti.

Komoedov ha anche detto che per il momento non è previsto un uso su "vasta scala" della flotta. "La dimensione dei gruppi navali coinvolti dipenderà dall'intensità dei combattimenti - continua l'ammiraglio - allo stato attuale dei combattimenti le forze che abbiamo nel mediterraneo sono sufficienti".

Dalle parole di Komoedov si capisce le la flotta servirà soprattutto per trasportare materiale: "Le operazioni coinvolgeranno soprattutto imbarcazioni in grado di distribuire sia uomini che materiale bellico". Intanto la porta missili Moskva e le fregate Ladni, Pitlivi e Smetlivi hanno svolto delle esercitazioni di artiglieria con lancio di missili per la difesa aerea. Le operazione si sono tenute nel Mediterraneo orientale a 70 km circa dalla città siriana di Tartus, unico porto russo nel Mediterraneo. A darne notizie è stato lo stesso portavoce della flotta russa del Mar Nero, Viaceslav Trukhachiov.

Commenti