L'Ue allo scontro con Berlino: "Rischia procedura di infrazione"

La von der Leyen ha ribadito di volere tutelare in ogni modo le prerogative dell’Unione, l’indipendenza della Bce e il primato del diritto Ue

La Commissione europea ha di recente annunciato, per bocca della sua presidente Ursula von der Leyen, di stare seriamente prendendo in considerazione l’ipotesi di avviare contro la Germania una procedura di infrazione, a causa della recente sentenza della Corte di Karlsruhe sulla strategia della Bce di acquisto di titoli di Stato dell’Eurozona. Nel verdetto in questione, emesso dal Tribunale federale tedesco lo scorso 5 maggio, il medesimo organo giudiziario si è scagliato contro la linea pro-Bce della Corte di giustizia dell’Unione, accusando di fatto quest’ultima di avere agito illegittimamente nell’avallare, mediante una sentenza resa in via pregiudiziale nel 2018, le politiche di acquisto promosse dall’istituto finanziario di Francoforte dal 2015. In particolare, la decisione di Lussemburgo resa due anni fa è stata bollata in questi giorni da Karlsruhe come un eccesso di potere, come “assolutamente incomprensibile”, “obiettivamente arbitraria” e “metodologicamente non giustificabile”.

La dura reprimenda lanciata dal Tribunale costituzionale tedesco contro la giurisprudenza pro-Draghi della Corte di giustizia europea ha di conseguenza spinto un eurodeputato tedesco, ha ricostruito ieri Askanews, a scrivere una lettera alla von der Leyen. Spedendo il 9 maggio al presidente della Commissione tale missiva, l’europarlamentare de I Verdi Sven Giegold sollecitava l’esecutivo comunitario a dare inizio a una procedura sanzionatoria contro la Germania, in quanto un organo giudiziario di tale Paese aveva osato mettere in dubbio il primato del diritto e delle istituzioni Ue sugli ordinamenti dei singoli Stati membri.

Nel dettaglio, spiega l’agenzia italiana, l’esponente ecologista accusava il provvedimento giudiziario anti-Corte Ue e anti-Bce del Tribunale costituzionale teutonico di produrre l’effetto di “invitare altre corti supreme nazionali a dichiarare le decisioni europee ‘ultra vires’, aggirando così il principio dell’interpretazione del diritto europeo da parte della Corte di giustizia Ue in ultima istanza”.

Ad avviso del politico ambientalista, la Commissione doveva rispondere alle affermazioni della Corte tedesca mettendo al bando ogni tatticismo e decidendo con nettezza “da che parte sta, senza lasciare dubbi”.

Il presidente von der Leyen, che il 5 maggio aveva reagito a caldo alla sentenza di Karlsruhe rimarcando pubblicamente il ruolo esclusivo della Corte di Giustizia europea nell’interpretazione del diritto comunitario, la natura vincolante erga omnes delle decisioni della medesima istituzione giudiziaria continentale e l’indipendenza della Bce, ha risposto all’appello Giegold appena due ore dopo avere ricevuto la lettera.

Il successore di Jean-Claude Juncker in persona, evidenzia il medesimo organo di informazione, ha appunto preso carta e penna per spedire una missiva di risposta all’eurodeputato de I Verdi, con cui ha innanzitutto confermato di stare considerando “molto sul serio” la possibilità di lanciare una procedura d’infrazione contro la Germania su impulso del verdetto anti-Corte Ue e anti-Bce emesso a Karlsruhe.

La von der Leyen, nel documento di risposta a Giegold, assicura quindi, fa sapere Askanews, di condividere la preoccupazione del deputato ecologista riguardo alle ripercussioni che la sentenza incriminata potrebbe produrre sui rapporti tra Unione e Paesi membri: “Condivido la sua opinione secondo cui la recente sentenza della Corte costituzionale federale solleva questioni che toccano il nucleo stesso della sovranità europea, domande importanti non solo per la politica monetaria dell’Unione, ma anche per lo stato di diritto nell’Ue”.

La lettera prosegue ricordando che la competenza sulla politica monetaria dell’Unione spetta esclusivamente alla Bce, che il diritto comunitario prevale sempre sulle leggi dei singoli Stati e che “le sentenze della Corte di giustizia europea, naturalmente, sono vincolanti per tutti i tribunali nazionali. La Corte di giustizia europea di Lussemburgo ha sempre l’ultima parola sul diritto dell’Ue”.

Nel testo citato dall’agenzia, il presidente della Commissione torna quindi sull’eventualità di decretare una procedura d’infrazione contro Berlino: “Prendo tale ipotesi molto sul serio. La Commissione sta attualmente analizzando in dettaglio la sentenza di oltre 100 pagine della Corte costituzionale federale tedesca. Sulla base dei risultati di quest’analisi, stiamo prendendo in considerazione possibili passi successivi, incluse le procedure di infrazione”.

La missiva diretta a Giegold termina con la messa in evidenza del costante impegno della von der Leyen a difesa delle prerogative Ue: “L’Unione europea è una comunità di valori e di diritto, che difenderemo, e difenderemo in ogni momento e in tutte le direzioni. Questo è ciò che ci tiene insieme”.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di vince50_19

vince50_19

Lun, 11/05/2020 - 10:27

“L’Unione europea è una comunità di valori e di diritto, che difenderemo, e difenderemo in ogni momento e in tutte le direzioni. Questo è ciò che ci tiene insieme”. Dopo le parole vorrò vedere i fatti, se vedranno luce in quel senso o se sarà un twister in un bicchier d'acqua.

killkoms

Lun, 11/05/2020 - 10:29

ger mania campionessa di sovranismo!

giovanni235

Lun, 11/05/2020 - 10:52

Spero che sia Ursula che la Lagarde si battano per la procedura d'infrazione contro la Germania.E forse un buon modo per vederle sparire entrambe.Basterebbe un cenno della Merkel per eliminarle entrambe in due giorni.

Ritratto di Trinky

Trinky

Lun, 11/05/2020 - 10:56

E chi crede?

oracolodidelfo

Lun, 11/05/2020 - 10:57

Se la Ursula tiene duro....la vedo "dura" per Angela Dorothea Kasner, in arte Angela Merkel......

rudyger

Lun, 11/05/2020 - 11:00

Non avverrà mai ( per il nostro pecoronaggio) ma se la nostra Corte Costituzionale emettesse una sentenza che potrebbe scontrarsi con la Corte di Giustizia europea che succederebbe ? La Germania mi sembra che stia preparando la strada per uscirsene dalla UE. Quale che sarà la decisione della Von der Leyen stiamo ormai nel dramma. I tedeschi non rinunceranno mai alla loro supremazia in Europa cominciata con Bismark.

Homunculus

Lun, 11/05/2020 - 11:28

E' tutta una pantomima sicuramente concordata con la Merkel. Così come Steinmeir chiede perdono in giro per l'Europa dei crimini nazisti, la von der Leyen è quella che chiede scusa per i comportamenti egoistici dell'Eu. Ma la cosa che importa veramente è che la Germania continui imperterrita nella sua volontà di dominio dell'Europa. C'è tutta l'ambivalenza opportunistica della Merkel.

fedeverità

Lun, 11/05/2020 - 11:41

GERMANIA....GUERRAFONDAIA!

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Lun, 11/05/2020 - 11:49

Oracolodidelfo - Rebbekah Dorothea Kasner.. Ma lei crede von Ursula terrà duro? Ho qualche dubbio! L'ha messa la cancelliera amburghese in quel posto, votata anche dai 5s, oltretutto.

bernardo47

Lun, 11/05/2020 - 11:54

Procedura di infrazione? Se la fanno alla Germania, mi ricredo sulla maestrina dalla penna rossa......

machimo

Lun, 11/05/2020 - 12:03

Hahaha, voglio vedere. In ue comanda la germania e non i servitori. Purtroppo è così. L’Italia è il schiavo.

Ritratto di Smax

Smax

Lun, 11/05/2020 - 12:17

Da sbellicarsi dalla risate. Procedura contro la germania? Ma chi ci crede, contro i veri padroni del baraccone ue. Se lo fanno li disintegrano.

Sabino GALLO

Lun, 11/05/2020 - 12:35

Ursula Von Der Leyen è più ragionevole di una "tedesca classica" ! E, probabilmente, ha capito che la "UE" non può sopravvivere ! E, forse, potrebbe collaborare "nobilmente" al cambiamento non più rinviabile di questa "UE" !Questo metterebbe in maggiore evidenza la sua nobiltà! L'EUROPA DEVE DIVENTARE UNA PATRIA COMUNE ! E questo devono capirlo non solo i tedeschi , ma tutti! L'EUROPA DEVE VIVERE, PER REALIZZARE IL SOGNO DEI PADRI FONDATORI ! SENZA UNA NUOVA EUROPA DI "TUTTI", i paesi che la compongono non avranno alcun peso nel NUOVO MONDO!

Calmapiatta

Lun, 11/05/2020 - 12:55

Che significato dare alla parola "unione" europea? Oppure alla definizione "comunità" europea? Come lo spieghereste a un bambino? E' unità sequestrare materiale sanitario diretto a un altro paese a tuo vantaggio? E' comunità, rifiutare aiuto a chi conta i morti a migliaia? L'Egoismo e il gretto, questo sì, sovranismo tedesco ci sta portando (tutti) nel baratro.

bernardo47

Lun, 11/05/2020 - 12:59

la Presidente contro la Germania? figuriamoci.....anche su ungheria ha detto due parole contro orban e poi si e' zittita.....fara' stessa cosa...

HappyFuture

Lun, 11/05/2020 - 13:03

@Sabino GALLO, L'UE dev'essere SFASCIATA, PRECIPITEVOLISSIMEVOLMENTE.

HappyFuture

Lun, 11/05/2020 - 13:14

Poi... Su quali basi la procedura di infrazione? Se si è sempre parlato a motivo di "disordine" nei conti? Questa sembra uno squisito motivo di sovranità nazionale, a cui la Germania non vuole rinunciare. Ma noi non lo possiamo capire. Poveretti noi!

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Lun, 11/05/2020 - 13:14

Era risaputo che a Bruxelles fossero tutti attori, ma che fossero scesi nel settore più infimo dei nani e ballerine è una novità. Pensavo che la von der Leyen uscisse da qualche scuola di recitazione invece è un'autodidatta.

wyxwyx

Lun, 11/05/2020 - 13:49

La foto è eloquente,Von der burattinen della merkel.E' in atto da parte dei tedeschi la riedizione dell'operazione barbarossa di hitler che però si fermerà un pò prima della Russia.Con lo scusavirus non c'è il rafforzamento dell'Europa,ma della Germania e dei suoi satelliti dell'est (ungheria,polonia,romania,slovacchia,rep.ceca)dove coi fondi europei(pagati anche dall'Italia del Nord)e la pioggia di soldi pubblici sulle aziende tedesche,creerà nuove aziende al servizio della germania e grazie ai fallimenti delle aziende del Nord Italia per lo scusavirus.Le èlite nazionaliste tedesche vogliono una grande germania impoverendo aziende e popolazioni dell'Italia del Nord(in gran parte di origine ebraica invise all'èlite nazionalista tedesca perchè bravi competitor).Il compito dato dalla merkel ai burocrati romani e meridionali è frenare le aziende del Nord Italia anche statalizzandole e portandole a roma e al sud.In pratica un'operazione "tenaglia" sul Nord Italia.

Klotz1960

Lun, 11/05/2020 - 13:49

Il presunto scontro UE - Germania non esiste. E' un teatrino per distrarre tutti dal prossimo agghiacciante scenario, quello dell'UE che chiede enormi aumenti dei contributi nazionali al bilancio 2021-27, nel quale manca il contributo GB di circa l'8%. Anche all'Italia verra' chiesto di pagare di piu' ....per ricevere prestiti! Prepariamoci.

igiulp

Lun, 11/05/2020 - 14:07

Per quel che mi riguarda, auguro alla corte costituzionale tedesca, di vincere la battaglia. Dopodiché spetterà alla nostra difendere gli interessi nazionali. Ho detto qualcosa di sbagliato.....?

dmartinotti

Lun, 11/05/2020 - 14:33

hahaha, bella come barzelletta... Ursula fantoccio di Angela che intraprende una procedura di infrazione alla Germania? Ma per favore, siamo un briciolo seri. E' solo fuffa, finirà come sempre a tarallucci e vino... ah no a Wurstel e birra... loro krukken zono

agosvac

Lun, 11/05/2020 - 15:01

Naturalmente non ci credo che la signora possa andare contro la Germania. Però sarebbe più che giusto se lo facesse. Questa UE, finora tedesca ed olandese, anche se non capisco cosa ci possa fare l'Olanda che è del tutto insignificante, ha solo fatto danni. Sarebbe ora che si ricordasse l'esistenza di altri Stati che hanno aderito all'Unione e sono stati solo tartassati dalla Germania. Vedremo, ma ho poche speranze!

giancristi

Lun, 11/05/2020 - 15:24

La Corte Europea ha giurisdizione esclusiva sulla BCE per assicurare la uniformità del diritto. Ma, come nella "Fattoria degli animali" di Orwell, alcuni sono più uguali degli altri.

wyxwyx

Lun, 11/05/2020 - 15:25

@Klotz1960 l'aumento dei contributi che l'eurogermania chiederà all'Italia,del Nord specifichiamo,dal momento che a roma e al sud hanno solo debiti(pagati dal Nord Italia) e quindi non possono dare alcun contributo,serviranno per andare a rafforzare l'apparato produttivo dei suoi satelliti dell'est (ungheria, polonia, romania, slovacchia, rep.ceca), cioè finanziare aziende tedesche che creano nuove aziende nell'est europa che faranno concorrenza alle aziende del Nord Italia.I tedeschi prendono due piccioni con una fava, costringono le aziende del Nord Italia a dare più tasse/contributi all'Europa,tra l'altro facendole bloccare con lo scusavirus dai burocrati di roma e del sud,e con quei soldi finanziano nuove aziende nell'est europa che faranno concorrenza a quelle del Nord Italia.Non a caso gli stessi inglesi,che hanno fiuto per gli affari,stanno investendo un mucchio di soldi nell'economia tedesca.

ElCidCampeador

Lun, 11/05/2020 - 15:34

Ho sempre creduto che se l'UE se volesse andare avanti dovrebbe prendere ad esempio 3 modelli storici: 1. Austra-Ungheria, 2. Jugoslavia, 3. Svizzera. Visto il palese fallimento dei primi 2 modelli, proprio per il troppo potere prima degli austriaci e poi dei serbi, esclusa la breve parentesi titina, e dubito piuttosto fortemente che sorga un "Tito" europeo, resta un unico modello su cui l'Europa dovrebbe basarsi se vuole sopravvivere

lorenzovan

Lun, 11/05/2020 - 16:47

machimo...l'italia e' IL schiavo...ma ritornare sui banchi delle elementari..no ????

bernardo47

Lun, 11/05/2020 - 16:49

Inaffidabile......risponde solo a merkel e recita la particina.....

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 11/05/2020 - 17:07

@lorenzovan - avrà imparato da insegnanti come te.

ohibò44

Lun, 11/05/2020 - 17:31

Tranquilli è il gioco delle parti, se la Germania pagherà 1 € per l’infrazione pago da bere a tutti. Merkel e von der Leyen recitano la parte in commedia per salvare la faccia e continuare a fare i loro interessi.

Ritratto di babbone

babbone

Lun, 11/05/2020 - 17:41

non succederà niente.

aldoroma

Lun, 11/05/2020 - 17:54

Tutta fuffa

Sabino GALLO

Lun, 11/05/2020 - 19:33

"Happy future" Le parole che Lei dice sono fondate su una logica condivisibile ! In questa UE ci saranno sempre "i nati per comandare, come vogliono"! Ma se la UE attuale si trasforma in USE , cioé come gli STATI UNITI DI AMERICA, tutto cambierà! E saremo tutti "happy"! Anche gli USA sono nati da un cambiamento radicale! Per quanto riguarda URSULA, io credo che sia una tedesca di animo più nobile di molti altri. E non le manca il coraggio! Non "striscia"! In ogni caso, caro/a amico, anche in Italia non mancano degli italiani che "fanno o non fanno", ma sempre per diminuire la credibilità della nostra Patria! Anche l'autocritica è necessaria! Grazie per le sue opinioni! Con amicizia!