Coronavirus, due ceppi diversi: il tipo-L è più contagioso e letale

Secondo un gruppo di ricercatori cinesi esisterebbero due differenti tipologie di coronavirus: un Tipo-L, più contagioso e letale, e un Tipo-S, molto meno aggressivo

Due ceppi diversi di coronavirus. Due tipologie della stessa malattia con distinte caratteristiche ed effetti: è questa l'ultima scoperta di un gruppo di scienziati cinesi.

I ricercatori della School of Life Sciences dell'Università di Pechino e dell'Institut Pasteur di Shanghai, sotto la supervisione dell'Accademia cinese delle scienze, affermano di aver scoperto l'esistenza di due versioni di Covid-19.

Nel loro studio, pubblicato sulla National Science Review, il giornale della stessa Accademia delle scienze cinese, l'équipe illustra le due tipologie distinte del coronavirus: una definita di Tipo-L, l'altra di Tipo-S.

La prima, il Tipo-L, molto più contagiosa e letale della seconda, in un primo momento sarebbe stata la più diffusa. Successivamente un processo di selezione l'avrebbe soppressa in favore del Tipo-S, meno contagiosa.

Basandosi su una gamma limitata di dati – e ribadendo la necessità di effettuare studi su una scala più vasta per confermare la teoria – lo studio preliminare ha scoperto che il 70% dei casi analizzati a Wuhan apparteneva al ceppo più aggressivo mentre il rimanente 30% a uno meno aggressivo. La prevalenza del tipo più aggressivo sarebbe diminuita dopo l'inizio di gennaio 2020.

Tipo-S e Tipo-L

Scendendo nel dettaglio, nel paper si legge che “analisi genetiche di popolazione di 103 genomi SARS-CoV-2 hanno indicato che questi virus si sono evoluti in due tipi principali (designati L e S), che sono ben definiti da due diversi polimorfismi a singolo nucleotide”.

Detto del Tipo-S e del Tipo-L, nella ricerca viene affrontato un altro aspetto interessante: “L'intervento umano potrebbe aver esercitato una pressione selettiva più pesante sul tipo L, che potrebbe essere più aggressivo e diffusosi più velocemente. D'altra parte, il tipo S, che è evolutivamente più vecchio e meno aggressivo, potrebbe essere aumentato nella frequenza relativa a causa della pressione selettiva relativamente più debole”.

"Questi risultati supportano fortemente la necessità urgente di ulteriori studi immediati e completi che combinano dati genomici, dati epidemiologici e record grafici dei sintomi clinici dei pazienti con malattia coronavirus 2019 (COVID-19)", hanno quindi scritto i ricercatori.

Come riferisce Reuters, altri esperti non sono del tutto convinti di quanto affermato dai colleghi cinesi. "È difficile confermare studi come questo senza un confronto diretto diretto della patogenicità e diffondersi, idealmente, in un modello animale o almeno in uno studio epidemiologico molto esteso", ha affermato Stephen Griffin, professore ed esperto di infezione e immunità alla britannica Leeds University.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 05/03/2020 - 08:11

E se fossimo stati noi ad esportare il virus in Cina?

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 05/03/2020 - 08:22

Se è per questo altra sera ho tagliato tanti ceppi per metterli nel camino.

Ritratto di PATARLACCA

PATARLACCA

Gio, 05/03/2020 - 08:32

Mi ripeto:per info e spiegazioni citofonare xi jinping

Mefisto

Gio, 05/03/2020 - 09:14

Non per vantarmi, ma l'avevo pensato anch'io. Troppo differenti i casi con sintomi banali, magari guariti senza che il paziente se ne sia accorto, e quelli con polmonite interstiziale, che necessitano terapia intensiva e che possono portare a morte. Non sto parlando del fatto che i decessi si verificano soprattutto fra gli anziani, affetti da altre patologie croniche, ma al fatto che ci sono stati casi letali in giovani (penso ai medici ed al ricercatore cinesi). Perchè alcuni pazienti giovani (sebbene pochi) sviluppano un quadro grave, ed altri hanno sintomi banali ? La spiegazione è che ci siano (almeno) due ceppi virali con diversa aggressività.

jaguar

Gio, 05/03/2020 - 09:27

Dobbiamo fidarci di questi ricercatori cinesi?

Royfree

Gio, 05/03/2020 - 09:56

"Dobbiamo fidarci di questi ricercatori cinesi?" No, manco se fossero parenti stretti. La nostra vita vale per loro meno di uno sputo.

acam

Gio, 05/03/2020 - 10:16

do-ut-des Gio, 05/03/2020 - 08:11 E se fossimo stati noi ad esportare il virus in Cina? il tuo dubbio é molto molto molto debole noi simo consumatori di verdure e animali piu collaudati di quelli che mangiano gli asiatici nelle nostre diete abituali non ci sono insetti, topi e pipistrelli, quindi dattiuna regolata con le tue riflessioni

flip

Gio, 05/03/2020 - 10:30

cosa studiavano i cinesi??armi da guerra letali???????? se non fosse successo niente cosa ne avrebbero fatto?????????

Ritratto di venividi

venividi

Gio, 05/03/2020 - 10:34

Significa che chi è stato infettato dalla versione debole, il virus S per internderci, non ha acquisito immunità. Peccato

miky2010

Gio, 05/03/2020 - 10:37

CI STATE INFETTANDO DI CIFRE, NUMERI, STATISTICHE SU CONTAGI DECESSI GUARIGIONI... IPOTESI E FANTASIE.... MA QUALCUNO PUO' INVECE DIRCI AD OGGI QUANTI MORTI PER INFLUENZA CI SONO STATI IN COMPARAZIONE CON I DUE ANNI PRECEDENTI!! MA PERCHE' LE MORTI PER INFLUENZA REGISTRATE NEGLI ULTIMI ANNI (CIRCA 200 ALL' ANNO SOLO IN ITALIA) NON HANNO MAI FATTO TANTO RUMORE.

Ritratto di pipporm

pipporm

Gio, 05/03/2020 - 11:02

Ceppo L e S, ma ne verranno fuori altri con il tempo

vinnynewyork256

Gio, 05/03/2020 - 11:34

rido ancora sulle notizie. Pagliacci nostri politici, sopratutto il gran Conte, amoci di Merkel. Tutto tranquillo dottor Konte? Nell'estate sparisce la Korona?? Un virologo italiana a PArigi dice 'non lo sappiamo ancora' Ora ceppo 2!! Ma Konte disse ieri.. NOI abbiamo rifatto il ponbte caduto a Genova = (paragone) ns bravura di anche sconfiggere la Korona. Logica o scemenze?? ITALIA ITALIA ITALIA

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Gio, 05/03/2020 - 11:45

Royfree, LA MEDICINA CINESE E QUELLA RUSSA SONO LE MIGLIORI NEL MONDO.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Gio, 05/03/2020 - 11:46

flip, STESSA COSA PER LE ARMI NUCLEARI AMERICANE, SE NON SUCCEDE UNA GUERRA COSA SE NE FANNO?

titina

Gio, 05/03/2020 - 11:47

xpipporm. e' quello che temo anch'io: S (small), L ( large) EL ( extra large)

dredd

Gio, 05/03/2020 - 11:53

Il timore di tutti è che arrivi al sud, l'ha detto lo stesso maglioncino

jaguar

Gio, 05/03/2020 - 11:53

Pare che il virus lo abbiano "fabbricato"nei loro laboratori e adesso ci vengono a parlare di due ceppi diversi. Già lo sapevano quello che stavano creando.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 05/03/2020 - 12:23

@jaguar - verissimo, in collaborazione con i francesi che lavorano collaborando nei laboratori cinesi.

Ritratto di Walhall

Walhall

Gio, 05/03/2020 - 13:06

Personalmente trovo questa ricerca inattendibile. Un ceppo virale se è aggressivo lo diventerà ancora di più, mutando, quando si tenta artificialmente di soppremerlo, ciò succede per legge naturale di autoconservazione. Quindi le possibilità sono 2: o questo virus nasce come sperimentazione sfuggita in modo premeditato o fortuito in 2 due ceppi distinti; o questo virus non è poi così pestilenziale come lo stanno descrivendo i media (perché pur restando fortemente trasmissibile, ha perso la sua letalità originaria), ma la cui pericolosità sta diventando massiva nel piano psicologico, per finalità di impatto puramente economico sulle nazioni coinvolte, dato il rallentamento della crescita del trade mondiale.

Ritratto di pipporm

pipporm

Gio, 05/03/2020 - 13:16

@titina - anticipato per quanto sarei andato ad aggiungere EL, ma anche M

Ritratto di computerinside

computerinside

Gio, 05/03/2020 - 15:44

Insomma nessuno sa niente. Manco i cinesi.

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Gio, 05/03/2020 - 17:21

E' una settimana che so'di questa notizia.

flip

Gio, 05/03/2020 - 19:04

franco a reier. lo immaginavo ma mi piaceva sapere se altri la pensano come te e me! E'un' arma letale che gli è sfuggita di mano e 'loro' sono stati anche i primi a provarne gli effetti!!. Però non dicono quanti di loro ci hanno rimesso la pelle. Tiene il fatto che purtroppo il 'virus, è dilagante. e ci vorranno anni per riuscire a debellarlo! Gli animal ,piu o meno selvatici e volatili sono portatori di virus???????

flip

Gio, 05/03/2020 - 19:11

do.ut.des, in che modo "noi" possiamo aver portato il virus in cina?