Il suicidio dell'Occidente: così ha sacrificato religione e famiglia in nome della libertà

La religione cattolica e la famiglia tradizionale, due dei pilastri portanti dell'Occidente, sono stati travolti da un progresso velenoso. Così la società occidentale rischia l'implosione

L'Occidente alza le mani e sventola bandiera bianca.

La religione e la famiglia, due dei pilastri portanti dell'intero sistema occidentale, sono stati travolti da un progresso velenoso. Una valanga che ha reso liquidi due concetti che dovrebbero invece essere le basi più solide a cui potersi appigliare.

La religione è implosa dall'interno, in parte a causa della fine del sostegno delle istituzioni sociali e in parte per lo scarso aiuto offertole da quelle legate alla Chiesa.

In poche parole, la religione si è soggettivizzata e privatizzata: ciò significa che non è più tramandata dalla società, che anzi mira quasi a nasconderla sotto il tappeto in nome del politicamente corretto. L'atto di fede, semmai, è concepito sempre di più come una mera scelta personale da esercitare nel tempo libero.

Ogni persona, inoltre, interpreta la religione nel modo che ritiene più opportuno, in base al proprio stile di vita e alle proprie esigenze. In alcuni casi, c’è addirittura chi arriva a mescolare modi di credere di culti tra loro diversi.

La decadenza dei concetti di religione e famiglia

La famiglia è sempre stata una sorta di cellula della società. È attraverso la sua azione che sono sempre stati tramandati i valori più importanti: da quelli religiosi a quelli morali.

Oggi, proprio come la religione, anche la famiglia ha perso ogni dimensione collettiva. Si è ridotta a fatto privato, un semplice rifugio affettivo in cui gli stessi componenti hanno stravolto ogni loro ruolo sociale sulla base di una concezione arbitraria della realtà.

È così che anche l’uomo, inteso come maschio nella sua accezione biologica del termine, ha perso importanza. Quella del padre è diventata una figura a tratti ingombrante, non più necessaria, esattamente come il genere sessuale, da scegliere in piena autonomia.

Senza il fardello della religione e senza il peso della famiglia, le società occidentali si sentono libere. Ma i loro componenti non si sono accorti di star naufragando nel buio, senza bussola e senza meta. Il vuoto che si è creato dalla perdita di valori è sempre più profondo, ed è pronto a inghiottire l’intero Occidente.

Con un passato dimenticato, un presente liquido e un futuro ignoto, il cortocircuito finale potrebbe arrivare da un momento all’altro.

Commenti

venco

Gio, 12/09/2019 - 16:01

La religione cristiana è implosa perche i loro pastori predicano benessere materiale per tutti e non più benessere spirituale ed etico-morale come un tempo, il buon cristiano sa vivere bene accontentandosi di poco e non punta alla ricchezza, la lussuria è peccato.

Divoll

Gio, 12/09/2019 - 17:21

Io parlerei piuttosto di un'implosione della chiesa cattolica. La religione e' una cosa diversa, a volte mi sembra che ne sia rimasta molto poca proprio tra il clero (papa incluso).

Giorgio Rubiu

Gio, 12/09/2019 - 17:23

Dissento, nell'articolo, l'uso del termine "Cattolica". "Cristiana" è più indicato visto che, l'Occidente, in maggioranza Cristiano, non è necessariamente Cattolico. Gli Ortodossi (tutti), i Calvinisti, i Luterani, i Pentecostali, gli Anglicani, i Valdesi, i Protestanti, i Battisti ed Anabattisti sono tutti Cristiani, ma non sono Cattolici!

Giorgio Mandozzi

Gio, 12/09/2019 - 17:44

Ma se perfino il papa dimentica le radici cristiane e fa lo sponsor dell'islam, dove vogliamo andare? Non ho mai pensato all'utilità delle guerre sante (l'islam ancora sì) però nemmeno immaginavo una resa incondizionata come quella offerta da questo papa. Pazienza siamo destinati all'estinzione!

ohibò44

Gio, 12/09/2019 - 18:12

“le società occidentali si sentono libere” purtroppo senza cercare la libertà che non può prescindere da quella altrui. Sono i frutti del ’68 e della svolta femminista nella cultura occidentale, frutti che non offrono più libertà bensì una degradante “Deregulation Etica”

carlottacharlie

Gio, 12/09/2019 - 18:26

Quale libertà? Sicuramente non la nostra già che vogliono arrivino muslim a vagonate che sono talmente diversi da noi da far paura, ed è giusto averla. Nessuna libertà quando comandano a bacchetta le Nazioni per quel falso ipocrita e sporco gioco che chiamano libertà ad essere invasi da orde, cioè non confini non ribellioni. Sicuramente è libertà per i criminali che fan quel che vogliono non avendo controparti decise a prenderli anche a mitragliate e non disposte a subire. Siamo in ritardo ma ancora qualcosa si può fare, svegliamo in fretta altrimenti saremo complici e fautori della nostra morte. Se poi altri paesi vogliono le invasioni nere, chi se ne importa, basta non sia casa nostra che abbiamo il dovere diritto di difendere perfino armandoci, è la legge internazionale che proibisce le aggressioni ai popoli, o no?

edo1969

Gio, 12/09/2019 - 18:56

Solo il Capitano ci salverà, il resto sono traditori

carpa1

Gio, 12/09/2019 - 19:03

Bel pezzo, degno di un "pastore" di anime; cosa cui, purtroppo, la Chiesa (cominciando dal suo capo) ha rinunciato ormai da tempo preferendo pontificare su temi più "politicamente corretti" quali un'accoglienza pelosa che non risolvendo i problemi dei clandestini, perchè basata sulla convenienza economica, aggrava pure quelli degli italiani.

Ritratto di eaglerider

eaglerider

Gio, 12/09/2019 - 19:10

Labaocita occidentale e divenuta una ameba che si nutre e si vende in nome del denaro, con la benedizione del Papa.

savonarola.it

Gio, 12/09/2019 - 19:11

Con il papa che ci ritroviamo è difficile rimanere cattolici

Ritratto di Walhall

Walhall

Gio, 12/09/2019 - 19:15

Il tutto è riassumibile così: illusione=delusione; delusione=rabbia; rabbia=ribellione. La religione cristiana ha avuto un ruolo innegabilmente fondamentale nello sviluppo delle nostre civiltà europee, ma lo ha fatto con sanguinaria violenza, autorità, menzogna e opulenza, completamente in antitesi coi principi fondatori. Il potere temporale e spirituale si sono nuovamente scissi, nonostante Bergoglio voglia farli apparire coesi. Oggi impera una nuova forma di monarchia, quella finanziaria e industriale, che attrae le masse verso un'ennesima pia frode, quella della libertà incondizionata, una epidemia culturale che relega la psiche in un universo virtuale, paritaria a quelli di un'abitudine viziosa che imprigiona l'essere. Si vuole un esempio? La legalizzazione delle droghe leggere. Una persona equilibrata, in consonanza, non ha bisogno di ricreare un mondo euritmico allucinato, gli basta aver compreso se stesso, ciò che gli arconti odierni non vogliono, meglio l'illusione.

ohibò44

Gio, 12/09/2019 - 19:25

Lei scrive “le società occidentali si sentono libere” ed ha ragione ma purtroppo si sentono libere senza cercare la libertà che non può prescindere da quella altrui. Sono i frutti del ’68 e della svolta femminista nella cultura occidentale, frutti che non offrono più libertà bensì una degradante “Deregulation Etica”

killkoms

Gio, 12/09/2019 - 21:14

la crisi della fede cattolica viene dalla gerarchia!

Una-mattina-mi-...

Gio, 12/09/2019 - 22:28

ASSOLUTAMENTE NON E' UN SUICIDIO, MA E' UN CLAMOROSO CASI DI OMICIDIO: DIFATTI ALLA GENTE LE "SCELTE " SONO IMPOSTE DALLA VIGENTE DITTATURA. LE CRICCHE NON CI DANNO SCAMPO, E ADDITANO CHIUNQUE NON SI SINTONIZZI SULL'UNICA STAZIONE RADIO, ACCUSANDOLO DI OGNI NEFANDEZZA. LA LIBERTA' E' SEMPLICEMENTE INESISTENTE

Abit

Gio, 12/09/2019 - 23:12

Eaglerider: non dica fesserie !

Ritratto di Sergio Sanguineti

Sergio Sanguineti

Ven, 13/09/2019 - 00:54

Tralasciando la religione (significativo freno inibutore ma socialmente elenento secondario), insueme con la famiglia è stato svuotato anche il orincipio della proprietà che, ibsueme con la famiglia, raporesenta uno del capisaldi fondanti della società. Però Carletto Marx, nel manifesto dei comunisti, auspica l'abolizione di qyesti elementi, bollandoli come retaggi propri delli stato borghese, ossia va esattamente contro natura, poiché elementi connaturati con il DNA umano ed animale.

maxmado

Ven, 13/09/2019 - 08:20

Mah, difficile parlare di ciò nelle poche righe dell'articolo e ancor di più scrivere un commento che deve essere corto, certo è che una delle ragioni dell'Occidente sta proprio nel negare le proprie radici, quasi vergognandosi, chiedendo scusa per esempio per le Crociate di secoli fa! Anche un ateo occidentale non può non riconoscere che ciò che siamo lo dobbiamo a millenni di cultura cristiana che si è unita ai tanti secoli di cultura latina ed ellenistica. Noi siamo così, pensiamo così grazie anche al sacrificio di Leonida, alle conquiste di Cesare e degli altri grandi condottieri latini, ad Abramo, a Gesù, a sant'Agostino … negare ciò o addirittura saperlo, ma nasconderlo con vergogna è da pazzi, solo per politically correct, cioè per una grande stupidata.

attilaunnoita

Ven, 13/09/2019 - 08:43

Come descritto nel''Apocalisse di S. Giovanni, dobbiamo decidere se vivere in questa Babilonia (città una volta santa, ma che oggi si prostituisce per denaro rigettando ogni forma di moralità), che è destinata a mostrarsi nuda, dopo che le sue vesti meravigliose saranno strappate e che poi morirà distrutta dal peso delle sue iniquità, oppure vivere nella nuova Gerusalemme (in ebraico il nome significa "Il luogo della pace") che Dio farà arrivare per tutti coloro che pieni della fede avranno attraversato la grande tribolazione prodotta dalla falsa sensazione di libertà, accompagnata dalla servitù al denaro ed alla ignoranza ed alla brama di denaro e potere, nonché di sesso mai appagante perché non testimone di amore e neanche di interessa da parte di chi te lo dà....

attilaunnoita

Ven, 13/09/2019 - 08:54

@Walhall: Mi sembra tu confonda la religione cristiana con la chiesa cattolica che appartiene a Gesù, ma è costituita da uomini. La Violenza e la Menzogna sono sicuramente da condannare nel modo più deciso. L'opulenza è condannabile se diventa uno scopo (aveva ragione Savonarola?), ma, di per sé, potrebbe non essere un problema se utilizzata per fini giusti. Bergoglio sta facendo esattamente il contrario di quello che dici. Sta cercando di realizzare il potere temporale di una ONG che proclama benessere materiale (come K. Marx), politicamente corretto, ecologia ed altre stupidaggini, invece che perseguire la sua missione che è la salvezza di tutti gli uomini (in primis i Cristiani, ma anche tutti gli altri) attraverso i beni spirituali e la libera adesione alla volontà di Dio. Sulla nuova, ingannevole monarchia, invece, sono quasi totalmente d'accordo con te.