Svelata l'identità dell'attentatore di Glasgow: era un richiedente asilo sudanese

L’attentatore di Glasgow, prima di compiere gli accoltellamenti, si sarebbe più volte “lamentato” del suo soggiorno presso il Park Inn Hotel

È stata in questi giorni rivelata l’identità dell’attentatore di Glasgow, che, tre giorni fa, ha gravemente ferito sei persone, compreso un agente di polizia, all’interno di un hotel utilizzato per ospitare migranti. L’assalitore è stato allora ucciso dalle forze dell’ordine, ma le indagini sulle circostanze che hanno determinato l’esplosione di follia non si sono fermate. Gli inquirenti scozzesi, controllando i documenti del ministero dell’Interno nazionale, sono così pervenuti ultimamente a dettagliare l’identità dello squilibrato.

La polizia locale ha infatti comunicato che l’accoltellatore deceduto era un richiedente asilo sudanese, giunto nel Regno Unito sei mesi fa. Il killer, di nome Badreddin Abadlla Adam e che aveva 28 anni di età al momento dell’attentato, era stato ospite in questi mesi proprio dell’albergo in cui avrebbe in seguito perpetrato i suoi crimini.

Durante la sua permanenza al Park Inn Hotel, ricostruiscono i media britannici attenendosi ai particolari diffusi dagli agenti, il sudanese avrebbe più volte manifestato segni di insofferenza per il trattamento lì riservatogli. Egli si sarebbe infatti reiteratamente “lamentato” delle condizioni di vita nella struttura ricettiva, che, a fronte di una capienza massima di 91 camere, era arrivata a ospitare, nel pieno dell’emergenza-coronavirus, quasi un centinaio di profughi. In particolare, nel corso di tale soggiorno, Adam si sarebbe lamentato con forza del “rumore” percepibile nell’albergo.

L’insofferenza del richiedente asilo, nelle ultime settimane, si era aggravata, tanto che, la notte prima dell’attacco, alcuni compagni di stanza suoi connazionali avevano segnalato gli squilibri mentali del ventottenne direttamente allo staff dell’hotel.

Il giorno stesso dell’assalto, inoltre, Adam in persona aveva telefonato, intorno alle 11:00, a un avvocato specializzato in diritto dell’immigrazione, per confidargli il proprio disagio psichico. Il legale avrebbe allora assicurato al richiedente asilo di riferire la condizione personale di quest’ultimo ai funzionari del ministero dell’Interno preposti alla protezione degli individui vulnerabili.

Nonostante le rassicurazioni fornite dall’avvocato, il sudanese, a nemmeno due ore di distanza dalla conversazione telefonica avuta con il professionista, scatenava il putiferio al Park Inn Hotel di Glasgow.

La polizia scozzese ha quindi precisato che, sebbene abbia ormai portato alla luce l’identità dell’accoltellatore, continuerà gli accertamenti sull’attentato del 26 giugno. Resta, per il momento, la classificazione di quest’ultimo quale atto non terroristico.

Dei sei soggetti rimasti feriti sotto i colpi inferti da Adam, uno è un poliziotto, attualmente ricoverato in ospedale in condizioni critiche, tre sono altri richiedenti asilo e gli ultimi due sono membri del personale della struttura ricettiva.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Lun, 29/06/2020 - 11:13

^(*@*)^ Sooonooo tuutiii fraateelii e sooreeleee

ITA_Chris

Lun, 29/06/2020 - 11:32

Bisogna dargli la villetta a schiera o casa unifamiliare. La richiesta di asilo va accolta subito. Timbrata appena viene presentata. Sono risorse che arricchiscono e pagano le pensioni.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 29/06/2020 - 11:38

i babbei comunisti grulli lo dicano a quei passanti feriti :-)

ROUTE66

Lun, 29/06/2020 - 11:47

E OGGI COSA FACCIAMO? SI SCENDE IN PIAZZA A PROTESTARE CONTRO IL CRIMINE COMMESSO DA UN SIGNORE DI COLORE,OPPURE CI GIRIAMO DAL"ALTRA PARTE? Giriamoci va, questo è uno squilibrato, niente a che vedere con i RAZZISTI poliziotti USA. Già ai proprio ragione tutta un"altra cosa,DAI VIENI CHE TI OFFRO UNA BIRRA (salute)

dredd

Lun, 29/06/2020 - 12:01

Nessuno che si inginocchia oggi?

Santorredisantarosa

Lun, 29/06/2020 - 12:32

AVRA' L'ASILO LA SCUOLA MEDIA E L'UNIVERSITA' DI BENEFICI E TUTTO CIO' CHE UNA NAZIONE DECADENTE PUO' DARE AI PROPRI INVASORI. ROMA INSEGNA.

Malacappa

Lun, 29/06/2020 - 12:38

Uhh che delicato avesse fatto richiesta di trasferimento in un castello ce ne sono molti in scozia

magnum357

Lun, 29/06/2020 - 12:56

Rispeditelo a casa e si dimentichi il permesso di asilo !!!!

Werekoala

Lun, 29/06/2020 - 13:17

Qualcuno si è reso conto, sì, che i fatti sono accaduti in Scozia?

Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 29/06/2020 - 13:29

Oh,poverino,si lamentava del rumore.....un sentito grazie ai....bobbies!

Pippofranco177

Lun, 29/06/2020 - 13:30

C'è troppo rumore ed accoltella i passanti ? Torna al tuo paese !!!!!!!!!!

pinco.grifo

Lun, 29/06/2020 - 13:34

Tante cose ci vengono nascoste, ma di una cosa siamo sicuri, gli americani firmando il patto con le monarchie dei petrodollari dove si predica il radicalismo islamico che e' razzista verso tutte le altre religioni. Altro che pericolo fascista.. Importate tutta sta gente dall' africa, siete con un piede nella fossa

Ritratto di giangol

giangol

Lun, 29/06/2020 - 13:37

Può sempre presentare in italia la sua candidatura nel pd

ROUTE66

Lun, 29/06/2020 - 13:55

E DOPO LA BIRRA,ei ma ti rendi conto che dopo ogni fatto TIRANO SEMPRE FUORI,è uno squilibrato. Certo così si lavano la coscienza,( NON TOCCA CERTO A NOI) informarsi sullo stato di salute mentale di chi arriva,NON é COMPITO NOSTRO. Si ma non ti sembra TROPPO semplice usare sempre la stessa scusa, é si ormai sembra proprio una LITANIA,ma vedrai che presto troveranno QUAL"ALTRO,cosa te ne sembra (è colpa della civiltà occidentale malata) MI SEMBRA BUONA,dai beviamoci un"altra BIRRA.

ilbelga

Lun, 29/06/2020 - 13:55

poerello, quanto mi dispiace...vieni in italy che qua te danno una camera 5 stelle e guardie del corpo e la paghetta giornaliera.

titina

Lun, 29/06/2020 - 13:58

e dopo aver mangiato aggratis aveva pure il diritto di dormire.

titina

Lun, 29/06/2020 - 13:59

xmagnum357. guarda che l'hanno ucciso.

cgf

Lun, 29/06/2020 - 14:20

ok, e mentre aggrediva perché gridava che al bar…

maxmado

Lun, 29/06/2020 - 14:21

Ora dormirà in pace, peccato che anche altri dormiranno per sempre. Ecco cosa si rischia a far entrare chiunque in Europa. Questo era in GB, ma in particolare noi in Italia abbiamo già troppi delinquenti nostri, non abbiamo nessun bisogno di importarne altri, stop all'immigrazione clandestina senza se e senza ma

Una-mattina-mi-...

Lun, 29/06/2020 - 14:44

E LA RAKKIETTE CHE DICE?

manfredi13

Lun, 29/06/2020 - 15:44

Poverino,era abituato ai silenzi africani;come si sono permessi di disturbarlo mentre riposava.