Turchia, ritirata la proposta di legge sulla depenalizzazione degli stupratori su minori

Sono state tante le proteste avvenute negli ultimi giorni in Turchia. Oggi il primo ministro ha ritirato la proposta tanto discussa

"Akp, via le mani dai nostri bambini"

Ha fatto discutere e non poco la proposta di legge del governo della Turchia secondo cui uno stupratore di minore sarebbe stato assolto se avesse sposato la vittima. Oggi, il primo ministro turco Binali Yildirim ha annunciato che il partito Akp ritirerà la proposta.

Sono state numerose le proteste in tutto il mondo con migliaia di persone scese in piazza a Istanbul dopo l'approvazione della legge in prima lettura avvenuta lo scorso giovedì. La norma, se fosse stata approvata, avrebbe consentito la scarcerazione di tantissimi colpevoli di aggressione su minore e sarebbero inoltre cadute le responsabilità penali dovute a un cosiddetto matrimonio riparatore con la vittima.

Se questa mattina pareva che la questione fosse solo destinata a finire in commissione, per essere riformulata e poi discussa nuovamente, in serata il ministro della Giustizia Bekir Bozdag ha invece detto che "la questione è chiusa".

Tante sono state le associazioni schierate contro questa proposta di legge così come tanta è stata l'indignazione, non soltanto in Turchia. Ancora le donne sono tornate in strada a migliaia, a Istanbul e nelle altre città principali del Paese.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Opaline67

Mar, 22/11/2016 - 16:15

COMPLIMENTI AL GIORNALE PERCHE' QUESTA ERA UNA DI QUELLE TANTE NOTIZIE CHE MEDIA E STAMPA (all’80% emanazioni dirette del potere corrotto cui si prostrano) HANNO CERCATO DI FAR PASSARE IN SORDINA PREFERENDO LAMENTARSI PER TRUMP

orso bruno

Mar, 22/11/2016 - 16:21

C'è ancora qualche ixxxxxxxe che vuole la Turchia in Europa ? Erdogan non ha la più pallida idea di cosa sia la democrazia.

Opaline67

Mar, 22/11/2016 - 16:23

DOPO LA SOPPRESSIONE DELLA LIBERTA' DI ESPRESSIONE DA PARTE DI ERDOGAN CHE AVREBBE FATTO DELLA TURCHIA UN CANDIDATO ANCORA PIU’ ADATTO COME MEMBRO DELLA ATTUALE UE, L'APPROVAZIONE DI UNA LEGGE SIMILE SAREBBE STATA TROPPA ABERRAZIONE DA DIGERIRE PERFINO PER L’UE MA NON ESCLUDO CHE CERCHERANNO DI FARLA PASSARE LO STESSO, MAGARI CAMUFFANDONE I TERMINI IN QUALCHE MODO; NON SIA MAI CHE, ALTRIMENTI, L'ISLAM DEBBA RITENERSENE OFFESO, COSA QUEST'ULTIMA CHE LA UE NON POTREBBE MAI TOLLERARE.

Sonia51

Mar, 22/11/2016 - 18:40

L' idea di consentire una tale nefandezza è schifosa solo quanto il musulmanopensiero di considerare normale l' utilizzo di bambine. Erdogan in Europa .. ma per favore, c'è ancora qualcuno che lo vuole?

lambi65

Mar, 22/11/2016 - 19:04

meno male, se no oltre al danno la beffa, i pedofili avrebbero sposato le vittime per continuare ad abusare, roba da matti!Aisha era la preferita di Maometto, sposata a 6 anni e deflorata a 9 anni.