Ucraina sequestra una nave russa: alta tensione con Mosca

I Servizi di sicurezza ucraini hanno affermato che il sequestro serve come materiale d'indagine per l'incidente di fine 2018 nel Mar d'Azov

Si infiamma, ancora una volta, lo scontro tra Russia e Ucraina. I Servizi di sicurezza di Kiev hanno sequestrato una nave cisterna russa, la Neyma, nel porto di Izmail. L'equipaggio, composto da 15 marinai russi, è stato liberato dopo alcune ore dalle autorità ucraine.

Il motivo del sequestro della nave era il presunto coinvolgimento della petroliera nell'incidente che alla fine dello scorso anno era avvenuto nello stretto di Kerch. Stando a quanto sostenuto dalle forze di sicurezza ucraine, la nave aveva partecipato al sequestro di un'imbarcazione della Marina ucraina vicino alla Crimea. Ed è questo il motivo per cui le forze di Kiev hanno proceduto al sequestro della nave.

Un gesto che ovviamente ha scatenato l'immediata reazione del governo della Russia, con il ministero degli Esteri che minacciato ritorsioni nei riguardi dell'Ucraina. Le parole di un portavoce del ministero degli Esteri russo ad Afp erano state chiarissime: "Stiamo accertando tutte le circostanze di ciò che è successo in modo da adottare misure adeguate". E il funzionario ha proseguito: "Se si tratta di una presa di ostaggi russi questa verrà considerata una grave violazione del diritto internazionale e le conseguenze non si faranno attendere". Una fonte del ministero ha invece affermato a Sputnik che questo sequestro provoca ancora più tensione nel Mar d'Azov, lanciando anche un segnale nei confronti del presidente Zelensky: "Non vogliamo credere che questa sia la prima iniziativa delle autorità ucraine dopo le elezioni, così come non vorremmo che questo gesto sia legato alla necessità di 'raccogliere materiale' per scambi". Per ora l'escalation sembra essere rimasta nei ranghi della diplomazia. Ma la reazione russa potrebbe comunque rivelarsi in altre aree del conflitto che da anni coinvolge il confine orientale ucraino.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

agosvac

Gio, 25/07/2019 - 18:18

Il conflitto non è Russia/ Ukraina, ma Ukraina + altri paesi idioti contro la federazione Russa. Come a dire una pulce che cerca di pungere un elefante e si rompe il pungiglione sulla pellaccia dura dell'elefante.

Divoll

Gio, 25/07/2019 - 19:11

Ucraina sempre piu' patetica, ora con un presidente comico di professione e di fatto.

disturbatore

Gio, 25/07/2019 - 19:16

L´Ucraina e´diventata una colonia tedesca , per cui la regia e´a Berlino .

alox

Gio, 25/07/2019 - 20:51

Il nanetto Putin ha seminato e semina odio...raccogliera' tempesta e poi fra' le macerie si studiera' la sua dentiera; una storia gia' vista!

alox

Gio, 25/07/2019 - 23:23

Diritto internazionale? hahhahaahahah

alox

Gio, 25/07/2019 - 23:28

Li hanno rilasciati secondo i Russi (Denis Golenko dell'ambasciata Russa ... )