Ucraina, uccisi ad Irpin un cameraman della Fox e una giornalista ucraina

Si chimava Pierre Zakrewski ed era un esperto operatore irlandese della Fox il cameraman ucciso a Irpin. Morta anche la giornalista ucraina Oleksandra Kurshynova

Ucraina, uccisi ad Irpin un cameraman della Fox e una giornalista ucraina

Ancora una volta Irpin, ancora una volta il fronte nord occidentale di Kiev: è qui che sono morti Pierre Zakrewski, cameraman irlandese del network Usa Fox News e la giornalista ucraina Oleksandra Kurshynova. A renderlo noto è stato il consigliere del ministro dell'Interno ucraino, Anton Gerashchenko.

Zakrewski e Oleksandra Kurshynova si trovavano in compagnia del giornalista britannico Benjamin Hall quando, nella giornata di ieri, un colpo di mortaio è caduto nella zona in cui i tre stavano operando. É la stessa dove domenica ha trovato la morte Brent Renaud, freelance Usa di 51 anni ferito mortalmente da un colpo di artiglieria che lo ha sorpreso mentre stava filmano la fuga dei civili da Irpin.

Il cameraman irlandese è arrivato in condizioni disperate in ospedale. Purtroppo non c'è stato nulla da fare. “Notizie orribili da annunciare – ha scritto sui social John Roberts di Fox News – il cameraman della Fox Pierre Zakrzewski è stato ucciso nello stesso attacco che ha ferito il corrispondente Benjamin Hall. Ho lavorato con Pierre molte volte in giro per il mondo. Era un tesoro assoluto. Inviamo le nostre più sentite preghiere alla moglie e alla famiglia di Pierre”.

Hall si troverebbe in condizioni critiche. È ricoverato in terapia intensiva a Kiev. Fonti sanitarie ucraine hanno fatto sapere che da ieri non ha ancora ripreso conoscenza. Forse gli è stata anche già amputata una gamba. Attorno a lui si stringono da lontano tutti i colleghi del network Usa e i suoi familiari. Nel pomeriggio di oggi è stata resa nota anche la notizia del decesso di Oleksandra Kurshynova.

Gli ucraini hanno accusato i russi dell'incidente. “A giudicare dalla natura delle ferite di Ben Hall – ha scritto su Telegram Gerashchenko – l'equipe di Fox News è stata colpita da colpi di mortaio o di artiglieria degli occupanti russi vicino al villaggio di Gorenki, nella regione di Kiev, sulla strada per Irpin”.

Due incidenti mortali a due operatori dell'informazione nella stessa regione. Segno di come per adesso sia proprio Irpin il luogo più pericoloso di Kiev e quello dove il fronte è maggiormente conteso tra i due eserciti.

La cittadina di Irpin si trova a non più di 20 km dal centro della capitale lungo la direttrice nord occidentale dell'avanzata russa. Poco più a nord c'è la località di Bucha e l'aeroporto di Gostomel, lì dove i russi il 24 febbraio hanno avviato la prima operazione aviotrasportata. Subito dopo i confini urbani di Irpin invece c'è il territorio della municipalità di Kiev.

Prendere questa regione dunque significherebbe per Mosca accedere all'interno della capitale. Per questo la situazione è così tesa e le sparatorie sono all'ordine del giorno, nonostante i tentativi di tregua locale per evacuare gli ultimi civili rimasti in zona.

Per comprendere maggiormente la situazione attorno ad Irpin, basti pensare che soltanto ieri il leader ceceno Ramzan Kadyrov è apparso in video assieme ai suoi combattenti alleati di Mosca dichiarando di trovarsi a Gostomel e di essere pronto a puntare sul territorio circonstante.

Commenti