Johnson ancora nei guai: spunta la festa di compleanno

Non solo la festa del 20 maggio 2020, il 19 giugno dello stesso anno a Downing Street si sarebbe tenuta una festa di compleanno per il premier britannico

Johnson ancora nei guai: spunta la festa di compleanno

Festa di compleanno privata mentre i cittadini si trovavano chiusi in casa a causa del lockdown: nel Regno Unito è ormai scoppiato il cosiddetto Partygate.

Stando alle ultime rivelazioni del notiziario nazionale della rete televisiva britannica Itv News, infatti, il premier britannico Boris Johnson avrebbe tenuto una festa di compleanno nella propria residenza al n.10 di Downing Street mentre il resto della popolazione si trovava costretta a rispettare le norme anti-Covid imposte con lo scopo dichiarato di arginare la diffusione del virus. La festa incriminata si sarebbe tenuta il 19 giugno del 2020, per il 56esimo compleanno del capo di Downing Street, ed a partecipare all'evento sarebbero state circa trenta persone, in particolare funzionari. Ad organizzare il party sarebbe stata la moglie del premier, all'epoca ancora sua fidanzata, Carrie Johnson, che avrebbe potuto contare sull'aiuto dell'interior designer Lulu Lyte. I festeggiamenti, secondo quanto riportato dall'emittente, sarebbero comunque durati circa una mezzora.

La notizia ha ovviamente suscitato forti polemiche, dato che all'epoca il Regno Unito si trovava in piena chiusura ed il party avrebbe avuto luogo in piena violazione delle norme anti-contagio. La versione fornita da Downing Street, tuttavia, è molto diversa. Secondo quanto dichiarato dalla parte tirata in causa, lo staff di Johnson si sarebbe semplicemente riunito qualche minuto al termine di una riunione, e solo per fare gli auguri al premier. L'ufficio di Johnson ha inoltre definito come "totalmente falsa" la notizia secondo la quale il primo ministro avrebbe organizzato una seconda festa con amici e familiari quella sera stessa, precisando che il giorno del suo compleanno BoJo incontrò unicamente un piccolo gruppo di familiari, e all'aperto. Le critiche, tuttavia, non si placano, specie dopo lo scandalo provocato dalla festa tenuta nei giardini di Downing Street lo scorso 20 maggio 2020. Un caso sul quale sta tuttora indagando il funzionario governativo Sue Gray, che in questi giorni ha ascoltato anche l'ex braccio destro di Johnson, Dominic Cummings.

Quanto alla festa di compleanno, Itv News precisa che il party fu organizzato nel pomeriggio all'interno della Cabinet Room, dove si riunisce il Consiglio dei ministri, mentre la sera alcuni ospiti furono fatti salire al piano di sopra, nella residenza ufficiale del primo ministro.

Commenti