Usa, l'esercizio a scuola: "Non c'è dio oltre Allah"

Polemica in un liceo. Un professore ha distribuito edizioni del corano e poi ha chiesto di fare pratica di calligrafia con la testimonianza di fede musulmana.

Usa, l'esercizio a scuola: "Non c'è dio oltre Allah"

A pochi giorni dalla strage a San Bernardino in California, a circa 3000 chilometri di distanza, esplode l'ira di alcuni genitori contro la lezione di geografia mondiale svolta a Greenville. L'insegnante ha chiesto agli alunni di allenarsi nell'uso della calligrafia araba copiando della Shahada, che rappresenta la "testimonianza" con cui il fedele musulmano dichiara di credere in un Dio uno e unico e nella missione profetica di Muḥammad. Il testo recita: "Testimonio che non c'è divinità se non Dio (Allāh) e testimonio che Muḥammad è il Suo Messaggero".

Gli studenti non solo non sono stati informati del significato di quella scritta in arabo, ma alle studentesse è stato chiesto di indossare l'abbigliamento islamico. Il docente avrebbe anche fotografato le ragazze con gli abiti musulmani, foto che sono state eliminate dall'amministratore scolastico. Una riunione tra l'insegnante, l'ammistrazione e gli studenti ha rivelato il fatto che il professore era consapevole del senso del testo dato in classe. Come se non bastasse, in lezioni precedenti, ha diffuso alcune copie del Corano agli studenti, giustificando dicendo che la Bibbia la conoscessero già tutti.

Il liceo ha preso subuto una posizione netta ed opposta al docente. E ha dichiarato che quel tipo di argomenti non sono stati approvati e non erano nemmeno stati proposti all'inizio delll'anno scolastico.

Commenti