Usa, facevano combattere anziani: il sangue nella casa di riposo

È accaduto in un ospizio della Carolina del Nord, dove tre donne sono state arrestate dalla polizia per aver costituito un "fight club" all'interno di una struttura che ospitava anziani

Usa, facevano combattere anziani: il sangue nella casa di riposo

L'accusa, grave, è quella di aver organizzato degli incontri di lotta tra anziani, ospiti della casa di riposo in cui erano impiegate. Una sorta di club di combattimento, con gare clandestine e molto pericolose. È accaduto negli Stati Uniti, dove tre donne, tutte dipendenti di una casa di riposo nella Carolina del Nord, sono state arrestate dalla polizia con l'accusa di aver fatto sfidare, gli uni e tro gli altri, i ricoverati nella struttura. In particolare, due donne di 70 e 73 anni.

Secondo quanto riportato da Fanpage, i fatti sono avvenuti nella casa di cura Danby House, nella città di Winston-Salem. Le responsabili del gesto, Marylin Latis McKey, di 32 anni, Tonacia Yvonne Tyson, di 20 anni, e Tenshia Deshaw Jordan, di 26 anni, sono state accusate di avere, quindi, maltrattato gli anziani disabili, considerato anche molti degli ospiti sono affetti da demenza. Secondo quanto ricostruito, grazie all'avvio di un'inchiesta a giugno per una denuncia di abuso su anziani, venerdì la polizia di Winston-Salem ha annunciato l'arresto delle tre.

In base a quanto emerso dall'indagine e dalle testimonianze ascoltate dagli agenti, alcuni ospiti della casa di riposo hanno dichiarato di essere stati costretti ai combattimenti clandestini molto violenti e gli episodi sono risultati talmente gravi e frequenti che, prima ancora dell'inchiesta giudiziaria, gli amministratori della struttura avevano allontanato e licenziato le tre impiegate. La conferma poi è arrivata dalla polizia.

Commenti