Usa, università vietano relazioni sessuali tra professori e studenti

Dopo Yale, il prestigioso ateneo di Harvard ha formalmente proibito relazioni sessuali tra docenti e alunni

Usa, università vietano relazioni sessuali tra professori e studenti

Da sempre è un tabù. Eppure capita molto spesso che nasca l'amore tra la cattedra ed i banchi. Per questo, ora le università americane cominciano a porre dei divieti per le relazioni sessuali tra professori e studenti. Nuove regole messe nero su bianco. Il prestigioso ateneo di Harvard, dopo Yale, ha infatti adottato una misura con cui, formalmente, si vietano questo tipo di relazioni. La mossa, assicurano i professori dell'importante università, non è dovuta al fatto che nel campus sia normale che professori e studenti escano insieme, anzi.

"Abbiamo usato questa opportunità per riaffermare le nostre priorità come insegnanti, sottolineare che non noi consideriamo gli studenti come potenziali partner romantici", ha spiegato Alison Johnson, insegnante di storia che fa parte del comitato che ha proposto e portato avanti la misura. Di fronte alle iniziative di questo genere che un numero crescente di atenei sta adottato, l'associazione nazionale dei professori universitari americani ha diffuso una dichiarazione in cui condanna fortemente la possibilità di questo tipo di relazioni, sottolineando come, dati i rapporti di forza tra docenti e alunni, il consenso del giovane debba ritenersi sospetto, aprendo così la porta ad accuse di molestie sessuali.

Adottando questo divieto formale, insomma, le università si tutelano dal rischio di venire coinvolte in eventuali ricorsi legali.

Commenti