Valls al veleno su Le Pen: "Con Fn guerra civile"

Il primo ministro francese infiamma il clima prima del balottaggio delle elezioni regionali

Valls al veleno su Le Pen: "Con Fn guerra civile"

Tre giorni dopo gli attentati di Parigi, lo scorso 13 novembre, il presidente François Hollande ha annunciato un progetto di legge che prevede che la cittadinanza francesa sia tolta a coloro che abbiano doppia nazionalità e che siano considerati pericolosi per la loro radicalizzazione religiosa. Marine Le Pen, leader del Front National, considera le proposte del governo insufficienti e chiede che i radicalizzati siano espulsi dalla Francia.

Trump invece, dopo gli attacchi di San Bernardino ha proposto che ai musulmani sia temporaneamente impedito di entrare negli Stati Uniti. Una dichiarazione che ha fatto scalpore tra i leader politici e sui social network in tutto il mondo. Manuel Valls, primo ministro francese ha dichiarato: "Non permetterò mai che le dichiarazioni di Donald Trump o Marine Le Pen sui musulmani siano paragonate con la nostra proposta di ritirare la nazionalità".

Inoltre, parlando con France Inter, ha detto che il Front National rischia di portare "a una guerra civile". La dichiarazione arriva in vista dei ballottaggi di domenica per le elezioni regionali. Valls ha avvertito sui rischi di un'affermazione del partito di Marine Le Pen: "Ci sono due visioni del nostro Paese, c'è la visione dell'estrema destra che, di fondo, promuove la divisione. Questa divisione può portare alla guerra civile. E c'è un'altra visione che è quella della Repubblica dei valori ".

Il socialista ha definito il programma della Le Pen una "fregatura" che "inganna la gente". Ha detto di rispettare coloro che votano per il movimento di ultradestra della Le Pen, perché "quando c'è un voto dovuto alla rabbia bisogna ascolarlo", ma ha definito il movimento "antisemita, razzista, che non ama la repubblica, che non ama la storia del nostro Paese", e "inganna i francesi e rovinerebbe il Paese"

Commenti