Wikileaks, Assange trasferito nell'ospedale del carcere

Julian Assange è stato trasferito nel reparto ospedaliero del carcere di Belmarsh, nel Regno Unito, dove è detenuto dal mese scorso. A darne notizia è WikiLeaks che ha espresso la sua preoccupazione per la sua salute

Wikileaks, Assange trasferito nell'ospedale del carcere

Julian Assange è stato trasferito nel reparto ospedaliero del carcere di Belmarsh, nel Regno Unito, dove è detenuto dal mese scorso. A darne notizia è WikiLeaks che ha espresso la sua preoccupazione per le condizioni di salute del giornalista australiano.

"La salute di Assange era già molto peggiorata dopo sette anni trascorsi nell'ambasciata ecuadoriana, in condizioni incompatibili con i diritti umani fondamentali. Durante le sette settimane a Belmarsh, la sua salute ha continuato a peggiorare e ha drammaticamente perso molto peso. La decisione delle autorità penitenziarie di trasferirlo nel reparto ospedaliero parla da sé", si sottolinea nel comunicato dell'organizzazione da lui fondata. Gareth Peirce, avvocato di Assange, ha spiegato al giudice Emma Arbuthnot che il suo assistito era "troppo malato" per apparire in videoconferenza nell'udienza di questa mattina che si è tenuta per valutare la sua eventuale estradizione negli Stati Uniti. Quella di oggi è stata la prima udienza dal due maggio, quando la giustizia americana ha presentato la richiesta di estradizione. La udienza è prevista per il 12 giugno e, stando a quanto annunciato dal giudice, potrebbe tenersi nel carcere di Belmarsh dove Assange è a detenuto dall'11 aprile scorso, giorno in cui è stato espulso dall'ambasciata dell'Ecuador. Assange sta scontando una condanna a 50 settimane di carcere per aver violato i termini della libertà vigilata, mentre negli Stati Uniti rischia una condanna fino a 5 anni di carcere per reati informatici. Se venisse accusato di spionaggio, però, la pena potrebbe essere più severa. Il fondatore di WikiLeaks ha vissuto per sette anni come rifugiato politico nell'ambasciata dell'Ecuador a Londra per fuggire dall'accusa di stupro che proviene dalla Svezia e per la quale era stata chiesta l'estradizione. Il reato per cui si trova attualmente nelle carceri britanniche è la violazione della libertà condizionata nel 2012. La sua pena sarebbe di 50 giorni ma l'estradizione verso gli Stati Uniti, come è stato già anticipato, potrebbe essere fatale per lui.

Commenti