Skoda Octavia Scout: familiare a trazione integrale

Farà il suo debutto tra pochi giorni a Ginevra la versione tuttoterreno della wagon ceca. Il look offroad non tradisce le aspettative e Skoda Octavia Scout, con un’altezza da terra superiore di 33 mm alla standard e trazione integrale permanente è pronta ad affrontare ogni tipo di fondo

Skoda Octavia Scout: familiare a trazione integrale

Profondamente rinnovata meno di un anno fa, Skoda Octavia Wagon (leggi il test) si fa Scout. Il nuovo modello, che sarà presentato ufficialmente al Salone di Ginevra (6-16 marzo), si differenzia dalla versione standard sia nel look e sia sottopelle.
I passaruota in plastica, le protezioni sottoscocca sia all’avantreno sia al retrotreno e un asseto rialzato di 33 mm non lasciano dubbi circa la propensione di Skoda Octavia Scout ad affrontare ogni tipo di terreno.

Per farlo, Octavia Scout può contare sulla trazione integrale permanete gestita da una frizione a lamelle Haldex (approfondisci qui) di quinta generazione. In pratica non è più necessario attendere lo slittamento delle ruote anteriori per provocare la ripartizione della coppia verso il retrotreno ma una specifica pompa elettrica genera la variazione di pressione dell’olio necessaria per agire sulla frizione. In tal modo la distribuzione dei kgm avviene preventivamente alla perdita d’aderenza delle ruote anteriori.
Altre differenze estetiche rispetto alla versione standard riguardano la presa d’aria frontale, lievemente più ampia, e i fendinebbia più larghi.
Non c’è certezza per quanto riguarda l’offerta di motorizzazioni anche se c’è da scommettere che non mancheranno i due td, 1.6 TDI da 105 cv e 2.0 TDI da 150 cv, oltre a un propulsore turbocompresso a iniezione diretta di benzina.

Vuoi conoscere tutto sul mondo di auto e moto? Approfondisci su RED Live

Commenti