Mourinho: «Col Parma niente turn over, giocano i migliori».

Per ammissione dello stesso allenatore, i giocatori sono rientrati dagli impegni infrasettimanali con le nazionali con una buona condizione generale: «Migliore rispetto ad altre volte».

Moratti ad Appiano. Il presidente ha seguito l'allenamento di rifinitura della squadra in vista di Inter-Parma, gara valida per la 3ª giornata di campionato in programma domani alle 15. Sotto gli occhi del presidente, dopo il riscaldamento, attenzione particolare sulle palle inattive, segnale che Josè Mourinho si aspetta una partita con gioco spezzettato da numerosi falli, magari al limite dell'area, e diversi calci d'angolo. Per ammissione dello stesso allenatore, i giocatori sono rientrati dagli impegni infrasettimanali con le nazionali con una buona condizione generale: «Migliore rispetto ad altre volte». I problemi sono per Dejan Stankovic colto da un attacco influenzale, e Marco Materazzi che sta lavorando a parte e tornerà disponibile fra una settimana circa. La sorpresa è stata Amantino Mancini che soffre di un risentimento muscolare alla gamba destra. Straordinario invece il recupero di Esteban Cambiasso che a sorpresa Mourinho ha annunciato con il gruppo già da lunedì. I convocati per la terza di campionato sono venti: 1 Francesco Toldo, 12 Julio Cesar, 21 Paolo Orlandoni, 2 Ivan Ramiro Cordoba, 4 Javier Zanetti, 6 Lucio, 13 Maicon, 25 Walter Samuel, 26 Cristian Chivu, 39 Davide Santon, 7 Ricardo Quaresma, 8 Thiago Motta, 10 Wesley Sneijder, 11 Sulley Muntari, 14 Patrick Vieira, 15 René Krhin, 9 Samuel Eto'o, 18 David Suazo, 22 Diego Milito, 45 Mario Balotelli.
Josè ha annunciato che non farà turn over, giocano quelli più bravi, ma è probabile che la defezioni di Stankovic spinga Vieira davanti alla difesa e Zanetti esterno basso di sinistra.