Musei aperti di notte Genova diventa più anglosassone

Musei aperti di notte Genova diventa più anglosassone

Palazzo Rosso, Bianco e Tursi da domani apriranno i battenti anche alla sera. Dopo anni di richieste e polemiche i musei di Strada Nuova potranno essere visitati fino alle 23. Venerdì alle 21 ci sarà l'inaugurazione con un concerto e musiche da Gioacchino Rossini a Fabrizio De Andrè. Per l'occasione è previsto l'ingresso libero a tutti. Insieme alle visite ai musei genovesi e turisti potranno fare pure shopping lungo via Cairoli con i negozi aperti fino alle 22.
È un passo avanti verso una migliore e più «anglosassone» offerta turistica alla città che tuttavia rimarrà orfana del lunedì. Durante il primo giorno della settimana, infatti, i musei continueranno a osservare l'orario di chiusura nonostante le lamentele di alcuni tour operator e degli organizzatori turistici delle navi da crociera. Nei mesi scorsi alcuni avevano denunciato che molti croceristi trovavano tutto chiuso al loro sbarco e, conseguentemente, in molti preferivano andare all'Outlet a Serravalle piuttosto che visitare Genova. Un brutto biglietto da visita per la città, dunque, che aveva portato più di un tour operator a pensare di dirottare la sosta delle navi in qualche altro porto italiano o francese.
«Con l'assessore Vassallo e i commercianti - attacca l'assessore comunale Andrea Ranieri - stiamo già lavorando da tempo per l'apertura dei musei pure al lunedì. Ai turisti offriamo pure focaccia e vino bianco. L'anno scorso sono stati ben undicimila quelli che hanno visitato i nostri luoghi di cultura».
«Se per l'apertura serale del venerdì - continua Ranieri - c'è stata soltanto una lunga trattativa per la ridistribuzione dell'orario di lavoro, per il lunedì occorrerà trovare i fondi necessari che in questo momento, però, scarseggiano. Il problema, semmai, è con i commercianti che non sono apparsi così disponibili a superare la turnazione del lunedì mattina o, in altri casi, dell'intero lunedì. Noi siamo pronti. Speriamo che i commercianti vengano al nostro fianco e alzino le saracinesche».
Ieri l'assessore ha inoltre snocciolato alcuni dati sull'affluenza del pubblico nei musei genovesi. Il top va a Nervi che l'anno scorso ha ottenuto un incremento del 99 per cento rispetto al 2008. In totale il trend è positivo con un più 8 per cento e un dato assoluto di 111mila visitatori. Nei primi cinque mesi del 2010 i musei di strada Nuova hanno registrato un incremento del 22 per cento rispetto allo stesso periodo del 2009.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti