Musei, sabato a Genova la notte europea del Mediterraneo

Con oltre 25 appuntamenti incentrati sul Mediterraneo nei musei aperti, sabato prossimo dal pomeriggio a notte fonda Genova partecipa alla sesta edizione della Notte europea dei musei con l'iniziativa «Nottetempo - Aspettando la Biennale del Mediterraneo»

Con oltre 25 appuntamenti incentrati sul Mediterraneo nei musei cittadini straordinariamente aperti, sabato prossimo dal pomeriggio a notte fonda, Genova partecipa alla sesta edizione della Notte europea dei musei. L'iniziativa, intitolata «Nottetempo - Aspettando la Biennale del Mediterraneo», è stata presentata oggi a Palazzo Rosso. «La Nuit des Musees è un'iniziativa di carattere europeo che a Genova ha sempre avuto successo, lo scorso anno vi hanno partecipato oltre 12 mila persone - ha detto il direttore area cultura e innovazione del Comune di Genova, Teresa Sardanelli -. Quest'anno dedichiamo la Notte genovese al Mediterraneo in vista della Biennale che si svolgerà in autunno». Genova, crocevia del Mare Nostrum, declinerà sabato sera tutta la sua storia di scambi commerciali e culturali: a Palazzo Rosso sarà possibile ascoltare musiche, danze e canti dei popoli del Mediterraneo. Al Museo di storia naturale Giacomo Doria sono previsti laboratori sulle forme e i colori marini e ci sarà anche un concerto dove il pubblico potrà comporre una sorta di menù musicale. Nei musei di Nervi si parlerà di Mediterraneo e Atlantico, mentre il Museo di arte contemporanea di Villa Croce propone un concerto con voci e suoni, «Barrio medditeraneo». Tra le tante iniziative c'è un Festival internazionale della maiolica al Museo di Sant'Agostino e a Palazzo Ducale, con un percorso alle botteghe del centro storico e in diversi muse. Sarà anche possibile giocare con riproduzioni di giochi antichi anche dedicati alla marineria. A Palazzo Rosso ad esempio c'è il primo puzzle della storia che risale al 1760.
Sono incentrati sui rapporti internazionali di Genova altri appuntamenti della Notte dei musei. Si parlerà d'India a Castello d'Albertis e a Palazzo Bianco e di Giappone in una mostra sugli animali dello zodiaco giapponese al Museo Chiossone, mentre al Museo Luzzati si inaugurerà una mostra su giovani illustratori nell'ambito di Gemine Muse 2010 e ci saranno diversi laboratori per i più piccoli tra cui uno sui robot. Un'altra sezione della Notte è dedicata a due personaggi illustri della città: Giuseppe Garibaldi e Niccolò Paganini. Al Museo del Risorgimento verranno infatti comparate due opere dedicate all'Eroe dei due mondi e ci sarà una conferenza su delle perizie grafologiche eseguite su alcuni manoscritti autografi, mentre a Palazzo Tursi è previsto un concerto per violino e chitarra su composizioni del grande virtuoso genovese. Al Galata Museo del mare, oltre ai giochi storici dedicati alla marineria, tra cui uno incentrato sulla carriera del giovane marinaio americano da mozzo ad ammiraglio, ci sarà un concerto tra tango e jazz e una mostra sulla pesca della lampara nel Mar ligure; alla Commenda una rassegna di musica e poesia della tradizione popolare ligure e al Museo di archeologia ligure di Pegli dei laboratori per i bambini e sarà possibile conoscere con che cosa giocavano gli antichi romani e gli egizi. Infine, anticipando la notte dei Musei, Palazzo Ducale ospiterà sabato in giornata nei suoi cortili anche la prima edizione di «Remida Day», laboratorio con installazioni artistiche realizzate con materiali riciclati.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti