Il cibo non consumato sulle navi da crociera ai poveri di Napoli

È partito il progetto di solidarietà nel primo porto d’Italia. In questo modo, oltre ad aiutare persone meno abbienti, si evita di sprecare i pasti che precedentemente finivano nella spazzatura

La nave Costa Fascinosa coinvolta nel progetto solidale

Il progetto di solidarietà è nato grazie all’accordo tra Costa Crociere e il Banco Alimentare Onlus. Ogni lunedì, fino al prossimo 28 ottobre, una nave farà scalo nel porto di Napoli per donare ai poveri il cibo non consumato a bordo. Il primo carico è già stato consegnato questa mattina ai volontari della mensa Papa Francesco di Pompei, nella provincia napoletana.

Ogni domenica, prima dell'arrivo della nave a Napoli il giorno successivo, gli chef della Costa Fascinosa raccoglieranno nelle aree ristoro i pasti che non sono stati serviti ai circa 3.800 ospiti a bordo. Un’iniziativa solidale che ha l’obiettivo di aiutare le persone più in difficoltà.

Napoli è il primo porto d’Italia a sperimentare questo importante progetto umano. In questo modo, oltre ad aiutare persone meno abbienti, si evita di sprecare cibo che precedentemente finiva nella spazzatura. Il programma, dopo l’interruzione di ottobre, dovrebbe riprendere nell'aprile del 2020, fino al settembre dello stesso anno, quando sarà la nave Diadema ad attraccare nel porto di Napoli e a consegnare ai poveri il cibo in eccedenza.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?