Marciapiedi di via Caracciolo divelti dal maltempo: pericoloso il transito per auto e pedoni

I disagi riguardano maggiormente i disabili e gli anziani, che rischiano di inciampare nelle aree in cui la pavimentazione si è staccata

Marciapiedi di via Caracciolo divelti dal maltempo: pericoloso il transito per auto e pedoni

Ancora danni a Napoli per il maltempo, che imperversa da alcuni giorni. Il sindaco Luigi De Magistris ha chiuso le scuole, ma i disagi non mancano per i cittadini partenopei. La pioggia battente delle ultime ore ha divelto in diversi punti i marciapiedi una delle arterie principali della città, via Caracciolo, in parte isola pedonale per un vecchio provvedimento del primo cittadino. Via Caracciolo è una lunga ed ampia promenade, che, fiancheggiando il parco della villa comunale e la Riviera di Chiaia, costituisce (con via Nazario Sauro, via Partenope e via Acton) parte del lungomare della città.

Il suo nome ricorda l'ammiraglio Francesco Caracciolo, eroe della Repubblica Partenopea, impiccato nel 1799 da Nelson all'albero maestro della sua nave e gettato nelle acque del Golfo di Napoli, il cui cadavere riemerse e fu raccolto sul litorale di Santa Lucia. Creata su una colmata nel 1869-80, la grande strada è considerata una delle più belle litoranee del mondo e corre fino a Mergellina, con visioni panoramiche sulla città e sulle colline del Vomero e di Posillipo. È separata dal mare solo da alcune scogliere artificiali, che hanno preso il posto delle antiche spiagge di cui restano solo alcuni frammenti in prossimità delle rotonde; un progetto del Comune di Napoli prevede per il futuro la ricostituzione dell'arenile.

Dotata di ampi marciapiedi, veniva chiusa al traffico e dedicata allo svago dei cittadini la domenica. Attualmente, la strada è aperta al transito veicolare in entrambe le direzioni, con due corsie per senso di marcia con annessa pista ciclabile sul lato mare. Il tratto di strada che va da piazza della Repubblica fino alla confluenza di viale Dohrn (comunemente chiamata "rotonda Diaz"), è dal 6 maggio 2013 area pedonale.

Oggi, però, la strada è vittima delle avverse condizioni atmosferiche. Il maltempo ha provocato dei gravi danni alla pavimentazione dei marciapiedi di via Caracciolo. Numerose piastrelle si sono staccate, finendo sulla sede stradale. Una situazione particolarmente critica, determinata dalle forti piogge e dalle raffiche di vento che, nelle ultime ore, si sono abbattute sulla città. Purtroppo questa condizione ha determinato una grave criticità per i pedoni, che si trovano ora a dover percorrere un marciapiede fortemente sconnesso. I pericoli riguardano maggiormente i disabili e gli anziani, che rischiano di inciampare nelle aree in cui la pavimentazione si è staccata.

Sulla vicenda è intervenuto il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli.

“Abbiamo inoltrato una nota al Comune di Napoli – ha detto l’esponente politico – chiedendo di intervenire ad horas per risanare i tratti di marciapiedi che risultano danneggiati. Occorre eliminare quanto prima il problema, in modo da evitare che qualcuno possa farsi male”.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
ilGiornale.it Logo Ricarica