Pasquale Apicella, agente scelto morto per sventare la rapina dei rom

Il 37enne Pasquale Apicella era un Agente scelto in servizio presso il commissariato di Secondigliano. Lascia la moglie e due figli piccoli

Si chiamava Pasquale Apicella ed aveva 37 anni l’agente scelto ucciso la scorsa notte in via Abate Minichini, zona Capodichino, a Napoli mentre tentava di sventare, insieme all'assistente capo Salvatore Colucci, un furto in una banca compiuto da tre rom residenti nel campo nomadi di Giugliano,

Entrato nella Polizia nel dicembre del 2014, Apicella ha iniziato la sua carriera all'ufficio del personale della Questura di Milano. Dal giugno 2016 ha lavorato presso il commissariato Trastevere a Roma. Nell'ottobre 2017 il suo arrivo a Napoli: dapprima era stato assegnato al commissariato Scampia e, dal dicembre 2019, a quello di Secondigliano. Il giovane Agente scelto lascia la moglie Giuliana, di 32 anni, e due figli piccoli, un maschietto di 6 anni da tempo in cura all'ospedale Bambino Gesù, e una bimba di soli 3 mesi.

Pasquale viveva con i suoceri in una casa a Marano, comune alle porte di Napoli, ed aveva festeggiato il suo 37esimo compleanno lo scorso 13 aprile. "Aveva una straordinaria voglia di fare, per questo, nonostante la sua vita familiare complicatissima, aveva fatto domanda per andare alla Squadra mobile di Napoli", ha raccontato all'Adnkronos Mauro Di Giacomo, segretario provinciale Fsp di Napoli. "Gli dicevano – ha ricordato ancora il sindacalista - cosa vai a fare alla Squadra mobile, che già fai avanti e indietro con tuo figlio tra Roma e Napoli?' Ma lui era instancabile, nonostante le difficoltà sempre solare. Rispondeva :'Mi piace troppo fare questo lavorò e non si fermava mai, sempre disponibile, non si buttava mai giù".

Tantissimi i messaggi di cordoglio che stanno pervenendo alla famiglia del poliziotto caduto in servizio. "E' un dolore immenso la perdita di un giovane appartenente alla Polizia di Stato nell'adempimento del dovere per il bene della collettività. Sono vicina alla famiglia colpita da una immane tragedia e desidero rinnovare i sentimenti di apprezzamento e riconoscenza per il quotidiano impegno di tutte le donne e gli uomini delle forze dell'ordine al servizio dei cittadini". È quanto ha affermato il ministro dell'Interno, Luciana Lamorgese, esprimendo al Capo della Polizia, Franco Gabrielli, e a tutta la polizia di Stato il profondo cordoglio per la morte dell'Agente scelto.

Lo stesso Gabrielli, ha espresso sentimenti di commossa vicinanza ai familiari di Pasquale Apicella: "In giornate che vedono impegnate le Forze dell'ordine nei controlli per il contenimento del coronavirus la Polizia di Stato continua l'attività di controllo a presidio di legalità contro la criminalità, pagando un prezzo altissimo con la perdita di un suo uomo". Il capo della polizia di Stato ha augurato una pronta guarigione all'altro componente della volante l'Assistente Capo della polizia di Stato, Salvatore Colucci, rimasto ferito.

Domenico Pianese, segretario generale del sindacato Coisp, ha affermato che "la Polizia di Stato perde un altro valido e giovane agente nello svolgimento del proprio lavoro, questa volta a Napoli, durante il tentativo di sventare una rapina a un istituto bancario. Esprimiamo tutta la nostra vicinanza alla famiglia che ha subìto questa immane tragedia". In una nota, il leader sindacale ha aggiunto: "Pasquale Apicella aveva chiesto e ottenuto il trasferimento presso il commissariato di Secondigliano per realizzare il suo sogno di lavorare in una volante e difendere così i cittadini da una criminalità che a Napoli è solo apparentemente sopita. Come altri colleghi, il suo impegno e il suo sacrificio lo rendono un eroe contemporaneo e un esempio da seguire”. “Ci auguriamo – ha concluso Pianese - che ai responsabili di questa tragedia vengano comminate pene esemplari".

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Giorgio Colomba

Lun, 27/04/2020 - 12:33

Si cambino subito le regole d'ingaggio delle FF.OO. o le condoglianze di Gabrielli, Lamorgese&Co. resteranno l'ennesima irrisione.

ziobeppe1951

Lun, 27/04/2020 - 12:47

Ci vogliono leggi molto più severe...solo un Governo di destra può farlo...la sinistra è sempre e solo dalla parte dei delinquenti...CHE NESSUNO TOCCHI ABELE!

necken

Lun, 27/04/2020 - 13:05

questo agente è solo l'ultimo di una lunga serie possibile che la polizia non ha ancora individuato una procedura, regole o approccio per evitare o mitigare queste disgrazie

Ritratto di Lissa

Lissa

Lun, 27/04/2020 - 13:09

Basta, basta, basta! Le nostre forze dell`ordine devono poter reagire. Quanti anni si faranno dentro queste bestie? Lo sappiamo già. Forze dell'ordine ribellatevi!

27Adriano

Lun, 27/04/2020 - 13:15

Le condoglianze del governo che sostiene e favorisce l'illegalità e la criminalità offendono gli Italiani.

paladin

Lun, 27/04/2020 - 13:36

Non c'è altra soluzione che fare dei ghetto. Bisogna isolare certi tipi di persone. Purtroppo sto sognando. Con questo tipo di governo non si farà mai.

ciccio_ne

Lun, 27/04/2020 - 13:49

Morire presi per i fondelli dai propri capi ad opera di chi sarà velocemente scagionato da magistrati rossi è la cifra di questo paese

RolfSteiner

Lun, 27/04/2020 - 13:59

necken@ di quali approcci parli? Quelli utili per non farsi speronare da criminali senza scrupoli e sempre impuniti?

Ritratto di Paolo_Trevi

Paolo_Trevi

Lun, 27/04/2020 - 14:01

chiedo al giornale di restare sul pezzo, vediamo quanto tempo passerà prima che questi due assassini vengano scarcerati con tanto di scuse.

eko99

Lun, 27/04/2020 - 14:21

Sarà dispiaciuto scalfarotto, che con il divieto di transito nelle regioni non potrà andare a trovare i due rom in carcere. Sempre che ci vadano in carcere, del resto hanno ammazzato solo un altro agente che sarà stato sicuramente fascista.

zen39

Lun, 27/04/2020 - 15:58

Quasi sempre così, sposato con due bambini. Quanti padri poliziotti si sono sacrificati! Forse il desiderio di affermarsi per un passaggio di carriera per la propria famiglia li spinge a correre più rischi. Con quello che guadagnano può anche essere. Ma morire per dei balordi no. Meglio il processo della tomba. Non vale la pena. Grande vicinanza per questi nostri difensori tanto bistrattati da una certa sinistra che con la solita ipocrisia che la distingue è sempre pronta ad accusare al più piccolo cenno di autodifesa.

Ritratto di Mario96

Mario96

Lun, 27/04/2020 - 17:00

Pasquale Apicella avrà un bel funerale mentre il suo collega carabiniere che si è difeso da una rapina subirà un brutto processo. Mentre ai "due uomini" per qualche anno con l'alloggio prepareranno anche colazione, pranzo e cena, attività sociale, ricreativa e cure mediche....... incluse spese legali interamente a carico del contribuente mentre le loro famiglie saranno tutelate dagli assistenti sociali usufruendo dei vari contributi riservati alle specifiche categorie da cui sono esclusi gli italiani ordinari. Salvini è brutto sporco e razzista.... continuate a votare PD e M5S.