Raid contro bus: schegge di vetro sui passeggeri

Nuova azione criminale contro un bus del trasporto pubblico di Napoli. Nel mirino dei vandali il mezzo della linea C67 che collega Scampia a Capodimonte

È successo ancora, questa in pieno giorno e con l’autobus pieno di persone. A Napoli, per l’ennesima volta ignoti hanno dato sfogo alla loro criminale follia distruggendo una vetrata di un mezzo della linea C67 che collega Scampia con Capodimonte,

Il raid vandalico è avvenuto intorno alle 11 di questa mattina quando il bus stava transitando in via Fratelli Cervi. Un oggetto contundente ha colpito il vetro facendo piovere frammenti sui malcapitati passeggeri. A bordo è il caos. C’è chi urla per la paura e chi impreca. Per fortuna, però, a parte lo spavento nessuno ha riportato ferite a seguito della rottura della lastra.

L’autista è riuscito a condurre il mezzo allo stazionamento di Scampia, situato a pochi minuti di distanza dal luogo dell’agguato. È lì che, una volta sceso, verifica il danno e, come da procedura, richiede l'intervento delle forze dell'ordine.

Sul posto è immediatamente arrivata una volante della polizia che ha certificato quanto accaduto. Come da prassi, viene fatta una denuncia contro ignoti.

Il pullman, dopo gli accertamenti delle forze dell’ordine, è stato riportato al deposito per le necessarie riparazioni. Un autobus in meno in strada: un danno per il già problematico sistema di trasporti pubblici e per la collettività.

"Mentre le parole fanno a gara i fatti rimangono in panchina - afferma Adolfo Vallini dell'esecutivo provinciale Usb - siamo stanchi di subire continui raid vandalici e aggressioni, in gioco c'è la sicurezza e l'incolumità dei lavoratori e utenti”.

Il sindacalista denuncia che “il piano “linea sicura”annunciato in pompa magna a inizio mese, resta una chimera”. Secondo Vallini, in queste settimane si sono spese tante belle parole ma di fatti concreti c’è poco o nulla. L'unica certezza è che “tanto di giorno, quanto di notte sui mezzi pubblici la salute è a rischio”.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?