Qualiano, quei caricatori per kalashnikov nelle scatole da scarpe

A Qualiano arrestato dai carabinieri un 49enne ritenuto contiguo al clan Pianese

Li hanno tirati fuori da una scatola per scarpe. Due caricatori per kalashnikov a “Banana” in policarbonato. Erano nascosti con della droga e del materiale che viene usato per confezionare sostanze stupefacenti, in un box ricavato al piano terra di una palazzina popolare del rione Iacp di Qualiano, comune situato in provincia di Napoli. A scovarli sono stati i carabinieri della locale stazione, che nell'operazione hanno fermato Gennaro Toti, un uomo ritenuto vicino a un clan di camorra della zona, il clan Pianese.

Toti, 49enne, conosciuto come "o' Maresciall", è stato sorpreso all'interno del box ed è stato arrestato per ricettazione, detenzione di stupefacenti a fini di spaccio e detenzione illegale di parti di armi da guerra. Sottoposto ai domiciliari, è in attesa di giudizio con rito direttissimo.

Nel dettaglio, all’interno del locale perquisito i carabinieri hanno trovato, oltre ai due caricatori per kalashnikov, 27 grammi di hashish, 1 pianta di marijuana del peso di 100 grammi, un bilancino di precisione e materiale per il taglio e il confezionamento della droga: 4 coltellini intrisi di stupefacente e numerose bustine in cellophane. Il materiale recuperato è stato sottoposto a sequestro.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.