Cronaca locale

Rapinano tabaccheria e massacrano di botte il negoziante

Raid dei malviventi ad Afragola, nel Napoletano. La cruenta azione è stata ripresa dalle telecamere di videosorveglianza

Rapinano tabaccheria e massacrano di botte il negoziante

Malavita scatenata nel Napoletano. Una nuova grave azione condotta da banditi si è consumata nella mattinata di mercoledì contro una tabaccheria ad Afragola. Il raid, ripreso dalle telecamere di videosorveglianza interne del locale, si è concluso con il ferimento del negoziante e la fuga con il bottino dei malviventi.

Le immagini sono agghiaccianti. Nel filmato si vedono diversi rapinatori con passamontagna e cappello penetrare nel locale: uno di essi, con fare deciso, punta un fucile contro il tabaccaio mentre altri due scavalcano il bancone e iniziano a picchiarlo selvaggiamente. Il resto del gruppo, invece, mette in un grosso sacco tutto quello che poteva rubare come soldi, sigarette e gratta e vinci.

Si sentono le urla di dolore sia del negoziante, pestato ferocemente, che quelle intimidatorie dei malviventi. Ad un tratto, con grande coraggio, la vittima prova ad avvicinarsi ai criminali ma un uomo armato gli sferra un calcio. Lo sventurato cade e viene riempito di calci anche quando si trova, impotente, a terra. Una ferocia senza limiti.

Il tutto è durato poco più di due minuti. I rapinatori, preso il bottino, scappano lasciando il negoziante sul pavimento e ferito alla testa per i colpi subiti. Sulla drammatica vicenda stanno indagando le forze dell'ordine di Afragola che stanno visionando il filmato per arrivare a identificare gli autori della rapina. Un lavoro complicato visto che i malviventi hanno agito a volto coperto.

Nel recente passato si sono registrate altre azioni eclatanti della malavita nell'hinterland napoletano. Il caso, per così dire, più emblematico è quello di Casavatore. Era l’ottobre dello scorso anno quando due rapinatori armati di fucili e kalashnikov entrarono nel locale puntano le armi contro i clienti presenti nella pizzeria, compreso un bambino seduto al tavolo con i propri genitori.

Non solo. Perché intorno ad un tavolo vi erano anche due donne, entrambe con in braccio due bimbe. Un raid che suscitò clamore vista la spietatezza dei malviventi. Un incubo che ieri si è ripetuto nella tabaccheria di Afragola.

Commenti