Scivola su un marciapiede danneggiato: nozze saltate per una turista emiliana

Lo scorso mese di luglio, durante una gita nella città partenopea, la donna ha subito un brutto infortunio. Chiesto il risarcimento al Comune

Scivola su un marciapiede danneggiato: nozze saltate per una turista emiliana

Il suo viaggio a Napoli prima del matrimonio si è rivelato una sciagura e, a distanza di mesi, la giovane donna ne sta pagando ancora le conseguenze. Curiosa la storia di una ragazza di 29 anni, residente a Campagnola Emilia, in provincia di Reggio Emilia, che lo scorso mese di luglio, durante una gita nella città partenopea, è scivolata su un marciapiede dissestato mentre era in compagnia del suo futuro marito.

Soccorsa dallo staff sanitario del 118, la donna fu trasportata in ambulanza prima al San Giovanni Bosco e poi all’Ospedale del Mare. Gravi le conseguenze dell’incidente, dato che la futura sposa si fratturò entrambe le caviglie. Ritornata a casa la 29enne fu sottoposta a un intervento chirurgico nell’istituto ortopedico Rizzoli di Bologna.

Dimessa dopo una settimana ha cominciato una lenta e faticosa riabilitazione. Le nozze con il suo fidanzato erano fissate per il primo settembre scorso, ma è stata costretta a rinviare il matrimonio, dato che è ancora in carrozzella. Oltre al problema fisico, per i promessi sposi c’è stato anche il danno economico, dopo la disdetta del pranzo nuziale e il viaggio di nozze in Messico. La donna, che non dimenticherà molto facilmente la sua gita a Napoli, si è rivolta ad uno studio legale per ottenere dal Comune il risarcimento del danno subito nella città partenopea.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?