Napoli

Si è spenta Graziella Pagano, candidata del Terzo Polo. L'ultimo messaggio

Muore all'età di 77 anni, dopo una lunga malattia, l'ex senatrice Graziella Pagano. Una vita nella politica. Il messaggio d'addio sui social: "Arrivederci, La Leonessa"

Si è spenta Graziella Pagano, candidata del Terzo Polo. L'ultimo messaggio

Scomparsa questa mattina, all'età di 77 anni, l'ex senatrice Graziella Pagano, che da tempo combatteva contro una dura malattia. Candidata alla Camera per il Terzo polo nel collegio plurinominale di Napoli, la Pagano era entrata a far parte del gruppo di Italia Viva, e proprio il partito fondato da Matteo Renzi ha confermato la notizia della morte.

Malgrado le gravi condizioni di salute, l'ex senatrice è riuscita a lasciare un ultimo messaggio sui social. Un saluto vero e proprio.

La carriera politica

Graziella Pagano ha militato tutta la vita fra le fila della sinistra. È stata consigliere comunale di Napoli dal 1987 al 1992, poi l'elezione a senatrice col Pds nel '92. Confermata per per quattro legislature, fino al 2006, la Pagano è quindi divenuta consigliere politico del presidente del Consiglio nel secondo governo Prodi, ed è stata delegata ai rapporti con il parlamento e alle Pari opportunità.

Europarlamentare dal 2008 al 2009, dal 2010 al 2011 ricopre poi la carica di assessore al Turismo, ai grandi eventi e ai rapporti con le municipalità nella giunta di Rosa Russo Iervolino.

Nel corso della sua carriera, la Pagano ha assunto anche incarichi come responsabile nazionale scuola dei Pds, e poi delle donne del Partito Democratico della Sinistra. L'ex senatrice farà parte dei fondatori del Partito democratico (per due volte sarà presidente per la Campania), per poi, nel 2019, lasciare i dem per seguire Matteo Renzi e Italia Viva (era coordinatrice di partito per Napoli).

In questi anni, tante sono state le sue battaglie per la scuola, o per l'inasprimento delle pene contro la violenza sessuale. Si deve a lei anche la prima bozza sui Dico (Diritti dei conviventi), da cui prenderà origine la legge sui diritti civili.

In vista delle elezioni politiche di settembre, le era stato chiesto di candidarsi alla Camera per il Terzo Polo. La Pagano era infatti in lista per il collegio plurinominale di Napoli, alle spalle di Ettore Rosato (Iv).

L'ultimo saluto

I funerali dell'ex senatrice si terranno martedì 20 settembre, alle ore 17, presso la Basilica Santuario del Carmine Maggiore. Graziella Pagano lascia un figlio, Lorenzo, giornalista e membro dello staff del sindaco di Napoli Gaetano Manfredi.

Sulle sue pagine social, l'ex senatrice ha fatto lasciare un ultimo messaggio. "Cari Amici, Cari Compagni la mia battaglia finisce qui. Prima di 'passare dall’altra parte', vi lascio un grande abbraccio e un ringraziamento sincero. In questi anni non mi avete mai fatto sentire sola e ho sempre sentito forte il vostro affetto e la vostra vicinanza. Anche per questo ho accettato di candidarmi. Non per tornare, ma per rappresentare una comunità. Alla quale sentivo di appartenere".

"Purtroppo la mia malattia ha avuto la meglio: ma ho combattuto con vigore fino alla fine. E me ne sto andando con la mia dignità, non consentendole di trasformarmi in quella che non sono. Adesso è tempo di volare in cielo. Andrò a dare battaglia anche lì, mi conoscete. Affido a mio figlio Lorenzo, il grande amore della mia vita (stategli vicino, per favore) queste ultime parole e un invito a non disperarvi. Non voglio sapervi tristi, non voglio sentirvi smarriti. Andate avanti come se nulla fosse successo, continuate a fare quello che stavate facendo. Interrompete la campagna elettorale solo per venire al mio funerale, se vi va. Il mio tempo in terra è scaduto, vi mando un ultimo bacio. Arrivederci, La Leonessa".

I messaggi di cordoglio

Tanta la commozione nel mondo della politica. "Ci ha lasciato la nostra amica Graziella Pagano. È stata fin dall'inizio una colonna di Italia Viva. Ci ha insegnato a vivere la politica con competenza dedizione e passione fino all'ultimo giorno. E quando, qualche giorno fa, siamo stati a Napoli è stato bello abbracciarla ancora una volta. Un abbraccio a Lorenzo e a tutti i suoi cari. Ricorderemo Graziella come merita, a Napoli, mercoledì" ha scritto Matteo Renzi nella sua Enews.

"È stata con noi in prima linea fino all'ultimo minuto, nonostante la fatica e la malattia. Un'amica, una donna speciale, politica di grande qualità e di lunga esperienza. Un abbraccio affettuoso a Lorenzo e a tutti i suoi cari. Ci mancherai Graziella" ha dichiarato il presidente di Italia Viva Ettore Rosato.

"Riposi in pace. Ci mancherà" è stato il messaggio di Carlo Calenda su Twitter.

"Una donna di grandi valori e dal forte temperamento, nel suo lungo percorso politico e istituzionale ha saputo difendere Napoli e l'intero Mezzogiorno lottando in prima linea. La scuola, i diritti civili, il lavoro: le sue battaglie meritano di essere proseguite. Oggi più di prima" ha commentato il sindaco di Napoli Gaetano Manfredi.

Commenti