Vasto incendio nella notte in un deposito di rifiuti ad Acerra: fiamme alte e fumo nero

Un grosso incendio è divampato nella notte in un deposito di rifiuti ferrosi ad Acerra proprio accanto al termovalorizzatore: le fiamme alte e il fumo si sono propogati in tutta la zona circostante

Un vasto e pericoloso rogo è divampato nella notte ad Acerra, cittadina in provincia di Napoli. L'incendio, che è di grosse dimensioni, è scoppiato in un deposito di rifiuti ferrosi situato proprio accanto al termovalorizzatore, nel noto polo dei rifiuti dove vengono stoccati gran parte dei rifiuti speciali provenienti da Napoli, dalla provincia, ma anche da altre parti di Italia.

Il rogo è scoppiato nella notte, intorno all'una circa, e le fiamme hanno avvolto in breve tempo tutto il sito di stoccaggio di rifiuti ferrosi della Eurometal. Il deposito di rifiuti, che è situato in via Pagliarone, è stato fortemente colpito dalle fiamme che hanno lambito tutta l'area. Una colonna di fumo nero e denso e un forte odore ha invaso tutta la zona circostante, giungendo fino alle abitazioni che sono poco distanti.

Sul posto sono intervenuti subito i vigili del fuoco di Napoli e di Caserta per cercare di domare l'incendio: i pompieri hanno lavorato per ore e ore, servendosi anche di un carro schiuma, e al momento pare che le fiamme siano sotto controllo. Durante la notte sono arrivati sul posto anche alcuni attivisti ambientali della zona che hanno cercato di portare il loro aiuto. Si tratta del gruppo "Volontari Antiroghi Acerra", composto da Alessandro Cannavacciuolo, Michele Pannella e Vincenzo Petrella. Proprio loro si sono occupati di filmare con un drone l'incendio e poi hanno pubblicato le immagini sulla pagina facebook del gruppo, per denunciare questo ennesimo episodio, che ha colpito uno dei luoghi simbolo della terra dei fuochi: "Stanotte è divampato un enorme incendio in una ditta del luogo. La dimensione del fumo è gigantesca. Il disastro ambientale continua."

Nel video si vedono chiaramente le alte fiamme che avvolgono la montagna di rifiuti che si trovano nel deposito, mentre il fumo nero tossico si dirige verso le abitazioni vicine e l'aria diventa sempre più irrespirabile. Le cause dell'incendio, comunque, sono ancora da accertare e per ora non sono ancora state stabilite. Quel che è certo che le dimensioni dell'incendio sono notevoli e si temono ripercussioni sulla salute delle persone che vivono in quella zona, già profondamente martoriata da roghi e sversamenti illeciti, dal momento che nel sito sarebbero stoccati anche vernici e materiali plastici.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?