Nel cuore di Brera nasce il primo albergo a emissioni zero

L'«Hotel Milano Scala» è uno dei pochi in Italia e l'unico in un centro storico ad avere un sistema di produzione energetica che non rilascia Co2 nell'atmosfera. Dai filtri per ridurre il consumo d'acqua ai prodotti biodegradabili, diversi gli accorgimenti «ecosostenibili»

É nato il primo albergo a emissioni zero a Milano. L'Hotel Milano Scala di via dell'Orso 7, nel cuore di Brera, è uno dei pochi alberghi in Italia e l'unico in un centro storico ad avvalersi di un sistema di produzione energetica che opera senza rilasciare Co2 nell'atmosfera, alimentato ad energia elettrica. L'hotel, inoltre, adotta una serie di accorgimenti volti a ottimizzare i consumi e a ridurre gli sprechi, nel pieno rispetto del comfort degli ospiti.
Il sistema di climatizzazione, trattamento dell'aria e produzione di acqua calda dell'Hotel Milano Scala funziona grazie alla tecnologia delle pompe a recupero di calore, evitando quindi l'utilizzo di caldaie. Le pompe, a loro volta, vengono alimentate ad elettricità, acquistata esclusivamente da provider di energia pulita. Tutto ciò permette di non immettere gas inquinanti nell'atmosfera, che con l'utilizzo di un sistema tradizionale sarebbe stati pari a 417,5 tonnellate l'anno. La produzione energetica a scambio di calore, che rappresenta una soluzione innovativa poiché in un palazzo nel cuore del centro città non sarebbe stato possibile ricavare energia sufficiente da impianti solari o eolici, permette, inoltre, un risparmio energetico annuo pari al 45% rispetto ai sistemi tradizionali.
Ma sono gli unici accorgimenti «eco-sostenibili». L'erogazione di riscaldamento e raffreddamento degli ambienti e i relativi consumi sono controllati da un impianto completamente informatizzato. Per l'illuminazione delle camere e delle aree comuni si è provveduto all'uso dell'illuminazione led; nelle camere, i bagni sono dotati di filtri che riducono il flusso dell'acqua e prodotti cortesia totalmente biodegradabili, e nelle cucine sono state adottate piastre a induzione, che limitano la dispersione termica, e forni a convenzione termo-ventilata. «Vogliamo lanciare un segnale importante in un momento in cui affrontare le tematiche ambientali e dei cambiamenti climatici è diventata un'importante priorità, e tecnologie ecosostenibili sono possibili anche nel mondo degli alberghi» spiega Maurizio Faroldi, General Manager dell'hotel.