A Nissan va la «Champions» della nuova eco-mobilità

Installati, con A2A, dodici punti di ricarica rapida per auto elettriche. Colonnine anche negli aeroporti. Leaf protagonista

Piero Evangelisti

Milano è pronta per la grande sfida di domani sera a San Siro, dove Real e Atletico di Madrid giocheranno la finale della Uefa Champions League, l'evento che chiude la stagione 2016 del grande calcio europeo. Dal 2015 e fino al 2018 sponsor del più importante torneo europeo, il più seguito a livello mondiale, è Nissan, una forte presenza che va ben oltre la semplice sponsorizzazione fatta di marchi, esclusive, courtesy car e pubbliche relazioni in occasione delle partite, e che si concretizza nella condivisione di valori come l'emozione, l'innovazione e la sostenibilità. Ed è un'esperienza che non si esaurisce con la conclusione della stagione e che lascia importanti eredità destinate a durare nel futuro.

A Milano, per esempio, nelle ultime settimane Nissan ha provveduto, in partnership con A2A, all'installazione di 12 punti di ricarica rapida per veicoli elettrici dove potranno fare il pieno gli oltre 100 automezzi elettrici puri (in gran parte Leaf, l'auto elettrica più venduta al mondo) che il costruttore giapponese, leader mondiale nel settore dei veicoli a emissioni zero, ha messo a disposizione degli organizzatori della finalissima. E, grazie alla collaborazione di Sea, la rete di ricarica è arrivata anche a Linate e Malpensa. Si tratta del più grande piano urbano in Italia di infrastrutture per la ricarica rapida di veicoli elettrici, colonnine che in appena 30 minuti permettono di ricaricare le batterie all'80%, e, ciò che più conta, si tratta di un patrimonio che rimarrà a disposizione degli automobilisti green che si muovono nell'area milanese. La metropoli lombarda, per tradizione fucina di innovazione, ha trovato in Nissan il partner ideale, capace più di ogni altro costruttore di innovare nel campo della mobilità sostenibile, che, secondo la Casa di Yokohama, deve però sempre sposarsi all'emozione, un connubio assicurato dalla progettazione che Nissan porta avanti seguendo la filosofia engineer of excitement.

Per la finale di domani sera, Nissan potrà contare su un nuovo ambasciatore d'eccezione: Clarence Seedorf, unico giocatore ad avere vinto tre finali Uefa con tre squadre diverse. «Sono contento di unirmi a Nissan per celebrare la sponsorship della Uefa Champions League - ha dichiarato il campione - perché le persone amano le emozioni, l'adrenalina, l'avventura e la velocità, e il calcio è tutto questo. Nissan si è unita al torneo con lo stesso spirito che mi ha accompagnato nella mia carriera, la voglia di innovare sempre ai massimi livelli». Seedorf non ha fatto mancare il suo giudizio tecnico sulla finale: «Solo due squadre si giocano la finale, e anche se si tratta di due club spagnoli è una partita internazionale con in campo giocatori che provengono da tutto il mondo: sarà una gara molto emozionante, perché entrambe le squadre meritano di essere lì; non vedo l'ora di esserci». Commentando la nomina di Seedorf a Nissan Ambassador, Jean-Pierre Diernaz, vice president marketing di Nissan Europa, ha comunicato anche i risultati di un recente sondaggio molto particolare: «La finale di Milano sarà l'apice della nostra stagione come sponsor automotive ufficiale della Uefa Champions League; Clarence rappresenta al meglio il concetto di engineer of excitement e di vero innovatore del gioco. Questa partnership con la Uefa ci ha permesso di dimostrare ancora una volta il nostro impegno nell'innovare ed emozionare. A seguito di un sondaggio che ha evidenziato come il calcio, per gli europei, sia più emozionante del sesso, abbiamo lanciato il primo excitement index al mondo che individua gli elementi chiave che contribuiscono a rendere così entusiasmante una partita di calcio».

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti