Nuovo boom di iscrizioni: oltre 45mila onlus ed enti

Oltre 45mila tra onlus, enti, fondazioni. Tanti sono gli aspiranti beneficiari del 5 per mille. Gli elenchi delle associazioni che hanno presentato domanda sono stati pubblicati nei giorni scorsi dall'Agenzia delle entrate. Il numero degli aspiranti e potenziali beneficiari risulta dunque aumentato di ben 1.715 unità. Un dato che conferma il funzionamento di questo meccanismo inventato in Italia per sostenere il mondo delle onlus: la devoluzione di una parte dell'imposta sul reddito delle persone fisiche a soggetti scelti dai cittadini-contribuenti. Il successo del 5 per mille è riconosciuto unanimemente dagli esperti e dagli addetti del settore, che aspettano solo la stabilizzazione normativa dell'istituto, possibilmente senza vincoli e tetti massimi imposti negli anni. Un mese fa - la novità è importante da registrare - il Consiglio dei ministri ha dato l'ok a un disegno di legge sulla delega fiscale, che prevede questa stabilizzato dell'istituto. Il disegno di legge naturalmente dovrà essere sottoposto al Parlamento per l'esame e l'approvazione. Il mondo del volontariato, un'enorme ricchezza del Paese (anche in termini economici oltre che sociali) aspetta questo passo importante.
Intanto, nei quattro elenchi del 2013 (anno d'imposta 2012) risultano iscritti come detto 45.603 candidati (con ben 1.715 candidati in più rispetto agli elenchi provvisori del 2012). A questi potenziali destinatari delle preferenze espresse dai contribuenti si devono aggiungere i Comuni italiani. Tra i beneficiari scelti dai cittadini, anche quest'anno prevalgono le organizzazioni dedite al volontariato e all'attività sociale, quindi le associazioni sportive dilettantistiche, infine gli enti impegnati nella ricerca scientifica e medica. Una versione aggiornata degli elenchi sarà pubblicata entro il 27 maggio.

Commenti