Occhi puntati su Azimut

Pochi scambi e clima fiacco: ultima seduta di luglio in leggero calo per Piazza Affari (meno 0,16% il Mibtel; meno 0,31% S&P-Mib) tra volumi di poco superiori ai 2 miliardi. A due volti il comparto bancario che ha registrato da un lato gli acquisti su Mediobanca (più 1,4%, dopo che il titolo nel corso della giornata aveva toccato un rialzo superiore ai due punti percentuali) e Capitalia (più 0,44%) dall’altro lo scarso interesse verso il mondo delle popolari: Bpm (meno 1,15%) e Bpi (meno 0,37%). Bilancio misto anche per gli assicurativi dove ha spiccato FonSai (più 1%) mentre Generali ha ceduto lo 0,85 per cento. Sono proseguite, intanto, le vendite su Telecom (meno 0,94%) e Pirelli (meno 1,1%) così come i rilievi mossi dall’Antitrust per l’acquisto di Gandalf hanno fortemente penalizzato Alitalia (meno 2,8%). Ha perso terreno Parmalat (meno 1,3%) mentre qualche spunto è stato offerto dai risultati trimestrali: a partire da Tiscali (più 3,7% tra volumi sostenuti) e da Geox (più 0,5%). Molto positive anche Lottomatica (più 1,8%) e Azimut (più 4,44%) promossa ieri da Merrill Lynch. Buono in generale la chiusura del Techstar (più 0,44%).

Commenti