Ostia Antica Barbarossa-Marcorè, la strana coppia

Come Roger Moore e Tony Curtis nella celebre serie britannica degli anni Settanta Attenti a quei due, dalla quale è stato preso «in prestito» il titolo. O come la mitica «strana coppia» del cinema americano composta da Jack Lemmon e Walter Matthau protagonisti di alcune delle più belle commedie del grande Billy Wilder come La strana coppia, appunto, Buddy Buddy e Prima pagina. Luca Barbarossa e Neri Marcorè sono la nuova strana coppia dello spettacolo italiano. Un cantautore e un attore e comico, che intrecciano i loro ruoli, interscambiano le loro qualità specifiche dando vita a uno show, Attenti a quei 2, che dopo il successo primaverile nei teatri italiani, arriva questa sera, ore 21,30, sul palco all’aperto del Teatro Romano di Ostia Antica in Via dei Romagnoli 717.
Un cantautore con il «vizio» del teatro, un attore con il «vizio» della canzone. La musica e il cinema, il teatro e la letteratura, la poesia, il calcio e la politica fra le passioni in comune dei due artisti, anche grandi amici da qualche anno. Una serata speciale di musica e teatro-cabaret, dunque, dove si potrebbe vedere il Ligabue interpretato dall’attore che prova a cantare Portami a ballare di Barbarossa, o ancora un improbabile e sconclusionato dialogo musicale fra il Gasparri versione Marcorè alle prese con Yuppies e Via Margutta, celebri successi anni Ottanta del cantautore romano. L’attore svela le sue capacità di cantante e di chitarrista, mentre l’ex ragazzo di via Margutta si scopre abile battutista e comico. Teatro-canzone, dunque, sulle orme di Giorgio Gaber, altra grande passione comune dei due artisti, oltre a quella per Fabrizio De André, cui in un momento della serata i due renderanno omaggio.
«Neri, credetemi, farà venire giù il teatro dalle risate - promette Barbarossa - a volte io stesso faccio fatica a cantare, perché nonostante le mie canzoni siano serie, le canto ridendo». «Luca è molto autoironico - ribatte Marcorè -. Non solo mi permette anche di cantare e suonare, ma accetta persino che gli rovini alcune delle sue canzoni più belle. Secondo me il titolo andrebbe cambiato in Attenti a noi due, nel senso che per tenere il passo dobbiamo stare molto attenti a quello che fa l’altro. In ogni serata c’è una raffica di battute non previsto.Ma è così che ci divertiamo».
Di Pietro, Fassino, Capezzone, Gasparri appunto, fra le «vittime» dell’imitatore Neri Marcorè, ma anche Jovanotti, Alberto Angela, Ligabue che si trasformano in personaggi esilaranti cui, nello spettacolo, Luca Barbarossa si improvvisa divertita e divertente spalla comica. «Questo spettacolo vuole essere un invito a uscire di casa e a venire a teatro, a spegnere televisore, pc, telefoni e prendersi una pausa divertente - spiegano ancora i due -. Siamo a teatro perché siamo convinti che la gente è lì che deve tornare, infatti è in teatro che sono nati molti grandi della nostra cultura che andrebbero introdotti nella didattica a scuola: Gaber è uno di questi».
Sul palco montato all’interno dei suggestivi spazi di Ostia Antica, con Luca e Neri ci sarà una band affiatata e dal suono molto acustico: Mario Amici a chitarra classica e armonica, Stefano Cenci a pianoforte e tastiere, Roberto Polito a batteria e percussioni; Mauro Formica al basso e Claudio Trippa alla chitarra elettrica.

Commenti