Come preparare un ottimo sorbetto alla frutta

Idee, ricette e consigli per realizzare in casa un delizioso sorbetto, perfetto per spezzare un pasto abbondante e ideale come dessert

Come preparare un ottimo sorbetto alla frutta

Il sorbetto alla frutta è tra i principali protagonisti della tavola estiva, ma non solo. Perfetto per separare le pietanze in occasione di un pasto abbondante, può essere consumato anche come dessert o merenda golosa. Caratterizzato da un gusto dolce e da una consistenza densa e spumosa, il sorbetto si prepara facilmente in casa sia nella variante liquorosa sia nella tipologia analcolica, perfetta da offrire ai bambini.

Da non confondere con la granita che prevede l'uso del ghiaccio tritato, si realizza utilizzando come base il succo o la purea di frutta che può essere facilmente ricavata dai frutti di stagione più amati. Sebbene una delle tipologie più note sia a base di limone, anche le fragole, le albicocche, il melone e l'anguria rappresentano ingredienti ideali per ottenere un sorbetto dissetante e cremoso.

Ogni ricetta, inoltre, può essere personalizzata con l'aggiunta di una bevanda alcolica: è possibile usare la vodka o il prosecco, ma anche il semplice spumante.

Sorbetto alla frutta: ricetta base

Per preparare il sorbetto è possibile utilizzare una gelatiera oppure cimentarsi nella realizzazione totalmente manuale, eventualmente adoperando un frullatore. Prendendo come esempio la preparazione del sorbetto al limone, è necessario avere a disposizione:

  • 5 o 6 limoni biologici;
  • 150 grammi di zucchero;
  • 170 grammi di acqua naturale;
  • un albume.

Dopo aver lavato con cura i limoni è necessario privarli della scorza, senza prelevare anche la parte bianca che potrebbe conferire al sorbetto un sapore amaro. Ciascun limone deve essere poi spremuto, conservando il succo in una ciotola.

Le scorze, invece, devono essere immerse nell'acqua insieme allo zucchero all'interno di una pentola da mettere sul fornello, mescolando accuratamente fino a ottenere uno sciroppo denso e liscio. A fiamma spenta, poi, si procede filtrando lo sciroppo e prelevando le bucce.

A questo punto è necessario unire il succo di limone e, successivamente, l'albume montato a neve ferma. Tutto il composto può essere sistemato all'interno di una vaschetta e collocato in freezer, dove deve rimanere per circa quattro ore avendo cura di miscelarlo ogni ora per rompere i cristalli di ghiaccio: questa operazione può essere compiuta manualmente oppure utilizzando un comune frullatore. Il sorbetto può essere servito circa dieci minuti dopo averlo estratto dal freezer.

Alternative e consigli utili

La ricetta originale del sorbetto prevede l'uso del solo albume come addensante, tuttavia per ottenere un risultato ancora più cremoso è possibile sostituire questo ingrediente con il latte condensato oppure con la panna montata. Per trasformare un semplice sorbetto in un vero e proprio dessert al cucchiaio, inoltre, si può creare una guarnizione realizzata con il topping o decorare ciascuna monoporzione con della frutta fresca.

Chi desidera sperimentare gusti alternativi, infine, può optare per un abbinamento salato senza dubbio originale a base di pomodoro e basilico oppure avocado e lime.

Un'ultima curiosità sul nome: la teoria più diffusa vede la parola sorbetto derivare dall'arabo sherbeth che significa bevanda fresca, tuttavia c'è chi intravede un riferimento al turco sharber che si traduce con il verbo sorbire e perfino al latino sorbere.

Commenti