La gang di anziani che pestano una 72enne "Aggredita senza motivo"

Anziana aggredita domenica alla Cala di Palermo, nei pressi del Mercato ittico. Ad aggredire la donna, secondo il suo racconto, sarebbero stati tre suoi coetanei

La gang di anziani che pestano una 72enne "Aggredita senza motivo"

Calci e pugni. Una violenza senza apparente motivo e senza senso quella subìta da una anziana di 72 anni alla Cala, il porticciolo di Palermo. Come racconta Repubblica, una donna di 72 anni è stata aggredita brutalmente nella zona del mercato ittico la scorsa domenica. Gli aggressori, secondo quanto racconta la donna sarebbero tre e tutti suoi coetanei.

La donna, ancora dolorante, con un gran mal di testa e varie contusioni, ricostruisce quanto è accaduto. L'aggressione, secondo l'anziana, sarebbe avvenuta solo per il gusto di dare calci e pugni ad una donna. Ed è avvenuta in pieno giorno davanti ad altre persone che, come dice la stessa donna, non hanno fatto nulla per fermare la violenza. Intorno alle 9,30 la donna è arrivata nella zona del mercato ittico. Doveva recarsi alla Lega Navale per ammirare una barca storica in esposizione.

Passano pochi attimi da quando scende dall'auto che aveva appena parcheggiato. La donna viene afferrata alle spalle da un uomo che, come racconta, ha più o meno la sua età. "Ha cominciato a sferrarmi pugni fino a farmi cadere a terra, poi sono cominciati i calci. Gli altri due facevano finta di trattenerlo, invece, sulla mia testa arrivavano colpi sempre più violenti", racconta la donna a Repubblica. Lei è un ex insegnante delle scuole superiori e ha cercato di difendersi. "In macchina avevo un ombrello e sono riuscita a prenderlo - dice - e ho cercato di ripararmi dai colpi".

Ma la violenza non è finita. Perché gli uomini le hanno preso l'ombrello rompendoglielo sulla testa. "Dalle mie mani è iniziato ad uscire del sangue - dice - E solo in quel momento hanno deciso di scappare via. A piedi". Poi il rammarico: "C'erano diverse persone che hanno assistito, ma sono andate via", dice. La donna a quel punto ha chiamato i carabinieri e ha dichiarato di essere stata picchiata senza un motivo. "L'ho fatto perché quello che è successo a me poteva accadere anche a un'altra donna o a un uomo. Sono sconvolta, sono stati violenti. Non sono riuscita nemmeno a gridare aiuto".

Sul posto con i carabinieri anche l'arrivo dei medici del 118 che l'hanno trasportata a Villa Sofia per gli esami e le medicazioni. "Uno di loro aveva gli occhi chiari e tutti e tre erano corpulenti - prosegue il racconto la donna - Non mi hanno portato via nulla. Non hanno fatto alcuna avance. Erano lì, forse appostati, solo per colpirmi. Non so se è un gioco o una esigenza di sfogare la violenza sugli altri. So soltanto che questa cosa è capitata a me e che sto malissimo". Nella zona ci sono diverse telecamere e i carabinieri stanno lavorando per tentare di dare un volto ai tre aggressori dell'anziana. "Nessuno di loro mi ha rivolto la parola - conclude la donna - Sono tornata da pochi giorni dall'India e lì c'è una civiltà completamente diversa. Le donne sono molto rispettate. Mi chiedo perché nella nostra città c'è tutta questa violenza".