Il contrabbandiere di tabacchi con il reddito di cittadinanza

Si tratta di un 40enne palermitano colto nella flagranza di reato dalla guardia di finanza, l'uomo, che percepiva il beneficio di inclusione, si dedicava al contrabbando di tabacchi lavorati esteri

Il contrabbandiere di tabacchi con il reddito di cittadinanza

Percepiva il reddito di cittadinanza e, contestualmente, aveva incentrato la sua attività sul contrabbando di tabacchi lavorati esteri. Si tratta del palermitano 40enne P.C., il cui modo di operare non è passato indifferente agli occhi scrupolosi degli uomini della guardia di finanza di Palermo. I militari infatti, nell’ambito dei controlli economici del territorio che svolgono quotidianamente nell’area metropolitana, hanno individuato e colto l’uomo mentre era intento alla vendita al minuto di tabacchi lavorati esteri.

Circa 1, 6 chili la quantità di sigarette di contrabbando in possesso del palermitano che le fiamme gialle hanno immediatamente sequestrato. L’uomo è stato dunque segnalato all’amministrazione autonoma dei monopoli di Stato per le relative sanzioni amministrative che ne derivano. Non è finita qui l’attività dei militari. Altri controlli eseguiti a carico del soggetto in questione hanno fatto emergere che oltre ad essere un contrabbandiere percepiva indebitamente il reddito di cittadinanza assicurandosi quindi due entrate economiche in piena violazione delle leggi.

Per il palermitano ne è scaturita una segnalazione all’Inps che attiverà adesso le procedure per la revoca del beneficio. Due verbali amministrativi quindi per il destinatario delle verifiche effettuate dai baschi verdi e diverse le sanzioni che verranno applicate a vario titolo nei suoi confronti. Sono continui i controlli eseguiti dalle fiamme gialle di Palermo e, tra i fenomeni illegali che stanno proliferando, vi è quello del contrabbando di sigarette.

Nemmeno un mese fa la guardia di finanza era intervenuta compiendo una grossa operazione contro il contrabbando di tabacco lavorato estero. Quasi 7, in quel caso, le tonnellate di sigarette sequestrate e tutte provenienti dal nord Africa, ovvero Tunisia ed Emirati Arabi Uniti. Nel corso di quell’operazione furono anche sequestrati 160mila euro in contanti ed arrestate 17 persone di nazionalità italiana, libica ed egiziana.

In totale, dall’inizio dell’anno ad ora, i finanzieri del comando provinciale di Palermo hanno sequestrato nell’area metropolitana più di 600 kg. di tabacchi lavorati esteri di contrabbando. Hanno inoltre effettuato 200 interventi segnalando poi all’amministrazione autonoma dei monopoli di Stato 88 soggetti. Fra questi, 19 verbalizzati sono risultati percettori del reddito di cittadinanza e quindi segnalati all’Inps che ha proceduto di conseguenza con la revoca del beneficio.

Si tratta di una serie di attività operative trasversali tra loro ma tutte complementari e volte ad assicurare alla giustizia coloro i quali non si attengono ai comportamenti richiesti dalle normative vigenti. I servizi di controllo economico del territorio saranno intensificati nel corso delle festività natalizie.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento