Strano via vai di pacchi: scoperta centrale di contrabbando di tabacchi

Ad individuare lo strano via vai di pacchi i finanzieri del comando provinciale di Palermo. Tre le persone denunciate

Strano via vai di pacchi: scoperta centrale di contrabbando di tabacchi

I finanzieri del Comando provinciale di Palermo hanno scoperto tre destinatari di spedizioni postali contenenti sigarette di contrabbando. Sotto osservazione una società di trasporto e distribuzione per una anomala movimentazione di pacchi di corrieri espressi. Nell'operazione sono stati individuati due coniugi di 22 e 30 anni e un 25enne al momento del ritiro delle spedizioni.

Nel corso del conseguente controllo i tre fermati hanno mostrato evidenti segni di nervosismo, facendo ulteriormente insospettire i militari; ed infatti i pacchi, sottoposti a ispezione, contenevano 30 chili di tabacchi di contrabbando, pari a 150 stecche di marca “Chesterfield”, privi del sigillo dei “Monopoli di Stato”. I tre sono stati denunciati per contrabbando e ricettazione. Le sigarette sequestrate avrebbero fruttato al dettaglio circa 4.500 euro.

Negli ultimi mesi sono state diverse le operazioni portate avanti dalla guardia di finanza su tutto il territorio nazionale e, volti al contrasto del contrabbando di sigarette. L'ultimo nel napoletano lo scorso settembre. In tre distinte operazioni, le fiamme gialle napoletane hanno sequestrato circa nove quintali di “bionde”, sei le persone. tre delle quali straniere finite in manette. Nel mirino dei finanzieri, sono le cosiddette “cheap white”, le sigarette originali con marchi registrati nei paesi dove vengono prodotte, ma che non possono essere vendute né in Italia né in Europa, perché ritenute non conformi agli standard previsti dalle normative comunitarie.

Commenti