La turista bergamesca positiva al Coronavirus: indagini sugli spostamenti

Dopo il risultato positivo al test per il Coronavirus per una turista bergamesca, la Regione ha attivato la procedura d'emergenza. In quarantena l'hotel che ha ospitato la comitiva

La turista bergamesca positiva al Coronavirus: indagini sugli spostamenti

Stamattina Palermo si è svegliata con l'allarme Coronavirus. Il test fatto su una turista bergamasca in visita a Palermo con un gruppo di 35 persone ha fatto scattare i controlli. Il test è stato effettuato due volte ed entrambe le volte ha avuto esito positivo. Adesso i tamponi sono stati inviati allo Spallanzani di Roma, centro di eccellenza per le malattie infettive. A dare la comunicazione sull'esito positivo del test è stato il governatore Nello Musumeci. "Sono stati confinati tutti coloro che hanno avuto contatti ravvicinati con la coppia, ai quali è stato nella notte prelevato un campione salivare mediante tampone faringeo - spiega il governatore regionale -. Abbiamo immediatamente informato la task force nazionale e l’Istituto Superiore di Sanità per concordare le procedure da adottare. Siamo impegnati dalla notte a mettere in atto le procedure previste, che sono state immediatamente eseguite grazie al lavoro di questi giorni". Poi il primo cittadino si è recato direttamente all'ospedale Cervello. "Ho incontrato il primario Enzo Farinella, il personale medico e paramedico in servizio nel reparto - ha detto il sindaco - ricevendo tutte le rassicurazioni del caso. Ho incontrato donne e uomini che con grande professionalità stanno affrontando una situazione per la quale sono perfettamente preparati. Ho voluto esprimere a nome di tutta la città la nostra gratitudine per il lavoro che, con tanti altri operatori della sanità, stanno svolgendo. E' stato anche utile ricevere dalla loro viva voce la smentita circa clamorose bufale che circolano in rete in queste ore sulle loro condizioni di lavoro, che sono certamente sotto pressione, ma assolutamente rispettose di tutte le norme e procedure per la sicurezza dei lavoratori e dei pazienti".

Il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, ha invitato i prefetti dell'Isola ad una riunione che si terrà alle 18 a Palazzo Orleans, sede del governo regionale, per coordinare le iniziative necessarie da adottare nella emergenza nazionale del Coronavirus. L'incontrò sarà preceduto da una seduta straordinaria del governo regionale. Il sindaco Leoluca Orlando, che questa mattina è stato ricevuto dal Prefetto Antonella De Miro ha precisato che al momento "non c'è nessuna interruzione del lavoro e dei servizi è prevista per gli uffici pubblici. È stata, inoltre, data disposizione, anche con il supporto delle ditte incaricate, e soprattutto per gli uffici che svolgono attività di front-office, di intensificare gli interventi di sanificazione negli uffici. Infine, tutte le pattuglie della Polizia Municipale sono state dotate di kit con mascherina e tuta che, in caso di utilizzo, vanno smaltite come rifiuti speciali ospedalieri".

Il Comune di Palermo invita la cittadinanza a registrarsi al canale ufficiale della Protezione civile cittadina tramite cui saranno diffuse notizie sulla situazione e sui provvedimenti adottati. "Si invita caldamente la popolazione a non diffondere informazioni non verificate o provenienti da fonti non ufficiali e non attendibili". Canale Telegram www.telegram.me/ProtezioneCivilePalermo.